Home Auto Le elettriche stentano, Mercedes rinvia il lancio Usa

Le elettriche stentano, Mercedes rinvia il lancio Usa

5
CONDIVIDI
Le elettriche stentano
La Mercedes EQC 400: mercato tiepido, ritardato il lancio negli Usa.

Le elettriche stentano nelle vendite e la Mercedes decide di ritardare di un anno il lancio del suo primo modello negli Usa. La notizia, anticipata da Automotive News, è stata confermata in un dispaccio dalla Reuters.

Le elettriche stentano: Jaguar e Audi con poche miglia di pezzi

L’agenzia di stampa riferisce che la Casa di Stoccarda ha posticipato al 2021 il lancio negli Stati Uniti della EQC. Preferendo concentrarsi, per ora, solo sul mercato europeo, dove le prime consegne inizieranno già a gennaio. Le Case storiche europee stanno prendendo atto che insidiare il dominio di Tesla nell’elettrico è piuttosto complicato.

Le elettriche stentano
Numeri deludenti negli Usa per la Jaguar I-Pace.

Quest’anno negli Usa la Jaguar ha immatricolato 2.418 I-Pace, mentre l’Audi ha fatto appena un po’ meglio con 4.623 e-tron. Ma restano numeri di nicchia, a a fronte di un’auto ormai popolare come la Tesla Model 3: 111.650 vetture vendute da gennaio a novembre. Certo, parliamo di segmenti e prezzi diversi, ma anche prodotti datati come il Model X e il Model S fanno meglio delle rivali europee. La Mercedes ha promesso di lanciare almeno 10 modelli elettrici nei prossimi tre anni. E il mercato americano è fondamentale per raggiungere i numeri sperati. Ma al momento non è scontato che la tempistica dei lanci rimanga la stessa. La EQC è stata presentata a Stoccolma a settembre. E quindi arriverebbe negli Usa a quasi tre anni dal reveal.

Penske: “Il decollo dell’elettrico sarà lento”

I motivi della partenza lenta delle vendite? Sempre gli stessi: prezzi alti, ansia da ricarica e tempi lunghi per rifornire. Gli stessi dealer sono piuttosto tiepidi nel consigliare auto elettriche ai loro clienti più affezionati. Roger Penske, forse il più grande concessionario al mondo e numero uno del Penske Automotive Group, ha detto che la I-Pace non ha raggiunto i risultati sperati. E che per la Audi e-tron c’erano state addirittura cancellazioni di ordini.

Penske
Roger Penske

Sono macchine costose e tutto i clienti soffrono di range anxiety. E io stesso mi chiedo: quale sarà alla fine il loro valore nell’usato? La crescita delle auto elettriche sarà lenta“. Ma non tutti la pensano come Penske. La Reuters riferisce che il presidente di Sonic Automotive, la 5° catena di dealer più importante degli Stati Uniti, ha una visione diversa. Pensa che il problema non sia l’elettrico, ma la forza di un concorrente come Tesla. Ammonendo che ci sono marchi storici che devono cominciare a preoccuparsene seriamente, a cominciare dalla BMW e dalla stessa Mercedes.

 

 

5 COMMENTI

  1. Mercedes ha peró fornito tramite e-mail ai clienti interessati un motivo pressoché opposto al rinvio di un anno negli USA:¨Thank you for your interest in the EQC — an innovative new direction for Mercedes‑Benz which is getting a lot of attention! It launched in Europe and other markets several months ago and has generated so much interest worldwide that Daimler AG has had to make a strategic decision to first support the growing customer demand for the EQC in Europe. As a result of this decision, the US market launch date of the Mercedes‑Benz EQC will be rescheduled.¨

    Quanto al fatto che i concessionari cerchino di osteggiare le vendite di auto elettriche e che questo si rifletta inevitabilmente nei numeri di vendita non é certo novitá.

    Sono alcune elettriche a stentare per vari motivi, tra cui la citata distribuzione e non le elettriche in generale, se i nuovi modelli elettrici si mettono in competizione con il leader affermato devono avere prodotti almeno altrettanto validi

  2. Senza volere essere polemico è ormai un dato di fatto che non basta tirare fuori dei veicoli elettrici per venderli, malgrado le ingerenze politiche e le mode e i costosi incentivi che i contribuenti pagano per facilitare i ricchi a comprare auto di moda. Jaguar ed Audi hanno preteso di ingannare il mercato con linee accattivanti per auto costose e dalle prestazioni patetiche. Tesla invece produce automobili di riferimento e vende senza fare pubblicità. Se guardiamo in TV, uno spot su 4 del settore auto è Audi o BMW …. Eppure vendono sempre meno. L’ultimo di Audi poi è abbastanza ipocrita. Pubblicità ad un prodotto non venduto il cui prezzo non è noto e le cui prestazioni non verificate… Testimonial un gruppo omogeneo di millennial ultra fighi, ecologisti, straricchi, asiatici e donne? Perché trasmetterlo in Italia, per chi? Lasciamo stare. Non mi stupisce che E-tron non venda.

  3. Io credo che i dealer abbiano più che altro paura dei bassi costi di manutenzione e, quindi, di lavorare molto molto meno.

  4. Io penso che una buona parte del problema sia oggi la mancanza di una rete capillare di ricarica. Ho la netta sensazione che se oggi ogni stazione di servizio fornisse una ricarica le cose sarebbero diverse. Ma mi pare improbabile che le compagnie petrolifere diano spazio alla concorrenza elettrica. Si arriverà al punto per cui dovranno essere obbligate a farlo. Non lo faranno mai da sole.

Comments are closed.