Home Vaielettrico risponde Le elettriche mi attraggono, ma fanno per me?

Le elettriche mi attraggono, ma fanno per me?

26
CONDIVIDI
La Tesla Model 3 e la BMW i4, due delle vetture a cui sta pensando Alessandro.

Le elettriche mi attraggono, ma sono adatte all’uso che faccio dell’auto? È la domanda di Alessandro, un lettore, che attualmente guida un BMW diesel. Vaielettrico risponde. Ricordiamo che i quesiti vanno inviati a info@vaielettrico.it 

le elettriche mi attraggonoLe elettriche mi attraggono, in particolare questi modelli: Tesla, Volvo, BMW…

“Da tempo ho in mente di cambiare l’auto per passare ad una Full-electric. Premettoo che sono uno che usa la macchina (BMW X2 20d XDrive) quasi esclusivamente in città, raramente autostrada. Ed al massimo per percorrenze massime di 250km, e con un chilometraggio annuale che non supera i 10.000km. Inoltre ho anche un box personale dove potrei tranquillamente ricaricare in autonomia.  La mia prima domanda è: l’auto elettrica fa per me? I modelli che attraggono il mio interesse sono la Tesla Model 3, la Volvo C40 o XC40 e la BMW i4… quindi non proprio modelli economici. Considerando che questi modelli hanno (a parte Tesla) una sorella termica, in base al mio tipo di utilizzo dell’auto descritto sopra, ha senso scegliere l’elettrico? Per le plug-in non nutro alcun interesse, in quanto penso che se bisogna cambiare tecnologia, tanto vale farlo in maniera radicale, potendolo fare. Vi ringrazio anticipatamente“. Alessandro Pelle.

le elettriche mi attraggono
La Volvo C40 Recharge: i prezzi partono da 51.560 euro.

Risposta. Il suo profilo è l’ideale per passare all’elettrico, senza se e senza ma. Ha la possibilità di ricaricare a casa, la notte e a prezzi più contenuti. In città e dintorni le EV offrono solo vantaggi: consumi contenuti, nessun rumore né vibrazioni, accesso alle ZTL, parcheggi gratuiti…Anche un viaggio di 250 km è alla portata della auto che ha citato, soprattutto della Tesla Model 3 e della BMW i4 (qui il nostro test), entrambe con versioni ben oltre i 500 km di autonomia. La prima nella versione Long Range dichiara 602 km, mentre la i4 arriva a 585 km già nella versione eDrive 40 Sport. Tenga conto che questi dati riflettono il ciclo misto di omologazione WLTP: in autostrada i consumi aumentano e bisogna far conto su un’autonomia ben più contenuta. Le due Volvo (qui la prova della XC40) hanno invece range di poco superiori ai 400 km, meno adatte per i viaggi lunghi. Il nostro consiglio, comunque, è di provarle tutte, visto che oggi le Case offrono questa opportunità. Valutando anche il resto, oltre all’autonomia: piacere di guida, spazio a bordo ecc.ecc.

— Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it

Apri commenti

26 COMMENTI

  1. Torno a commentare l’articolo che mi vedeva coinvolto in prima persona perché la decisione è stata presa e l’acquisto è stato concluso. Dopo aver provato una Tesla (Model 3 long range), ho deciso di passare al mondo Tesla e ho acquistato la Model Y LR. Inizialmente la consegna era prevista tra settembre e novembre e alla fine invece, nelle prossime due settimane me la consegneranno. Consegna su Roma, quindi si partirà con un bel banco di prova visto che dovrò arrivare a Messina (circa 700Km)…. Spero di condividere un viaggio piacevole!

    A presto!

  2. Guido una LAEF 40kw da agosto 2021 ho già fatto 10000 km, come lei la maggior parte misti fra urbano e extraurbano, anche la “Vecchia LEAF 40kw” può essere sufficiente per le sue esigenze. Capisco che siamo su un altro pianeta ma questo sole per dirle che con i suoi chilometri nessuna auto è fuori portata. Poi dipende da che compromessi è disposto a accettare, svariate app per ricaricare, uso del cellulare per cercare dove ricaricare, programmare li spostamento e tollerare le pause per la ricarica. Lei è il candidato migliore vedrà che saranno solo vantaggi … Buon’elettico…

    • Ad essere sinceri come tipologia di auto sono tendente alla Tesla Model 3 oppure quelle che citavo negli altri commenti (Volvo C40, BMW i4 o Smart #1). Accetto comunque tutti i consigli di voi possessori di auto elettriche ne faccio tesoro. Grazie Ivan.

  3. Se posso permettermi un consiglio da parte mia: non comprerei batterie esagerate, alla fine ti porti dietro molto più peso. Io ho la Tesla model 3 standard range: autonomia wlp di 490 km (se non erro), in inverno ho fatto Bellinzona- Milano andata ritorno senza ricarica tranquillamente (ca. 250 km in tutto). Recentemente ho fatto le vacanze e ho percorso 450 km per arrivare a destinazione ricaricando due volte (per esser già pieno all’arrivo , di per sé bastava una ricarica per arrivare). Poi chiaramente dipende dalla disponibilità di colonnine pubbliche nella regione… Tesla offre il vantaggio dei supercharger.
    Consiglio però di provare tutti i modelli che interessano , e non limitarsi al vantaggio dei supercharger. La densità di colonnine aumenterà col tempo.

    • Sicuramente il plus di Tesla è la rete supercharger, che purtroppo nella mia Regione (Sicilia) è a dir poco ridicola, ed in particolare nella mia città (Messina). Non dovendo fare lunghe percorrenze la scelta della batteria può essere fatta verso capacità non troppo esagerate. Apprezzo il consiglio e tengo nota.

      • Concordo. La rete SC è molto utile per i viaggi lunghi in continente. Ho visto che apriranno un SC a Palermo… ma due postazioni in tutta l’isola è pochino.
        Ho guardato per curiosità sull’app Chargemap (che uso moltissimo): mi sembra che in Sicilia ci sia una buona densità di colonnine (ad esempio molto meglio che in Sardegna) almeno è l’impressione che si ha a colpo d’occhio

  4. @Alessandro:
    Ti consiglio vivamente di provare una Tesla, te la lasciano guidare personalmente per una mezzoretta: così ti fai una esperienza diretta e puoi avere un termine di paragone.
    Tesla sta investendo nella apertura di supercharger in Italia molto più di qualsiasi altro produttore,
    ecco l’elenco: https://www.tesla.com/it_IT/findus/list/superchargers/italy
    Oggi magari sono lontani, ma in caso di un viaggio li puoi sfruttare

  5. Si faccia un test drive con tutte e poi decde, non tornerà più indietro! Io posso consigliarle una tesla magari una standard range se non fà tanti km e non le interessa il 4×4.
    Ha dei vantaggi come i supercharger, l’efficienza, le prestazioni, una macchina sempre connessa che si aggiorna una due volte al mese e con una guida rilassante, poi ogni tanto può far guidare lei!
    Non si preoccupi per le ricariche per l’uso quotidiano i 3kw possono bastare.

  6. Onde evitare di **allontanare** dalle elettriche altri lettori raccomanderei di indicare che sebbene 250 km/giorno siamo tanti, farne 200 é assolutamente possibile spendendo la metà.

    Qui si tratta davvero di farla fuori dal vaso. Io continuo ad incontrare persone che pensano che le elettriche partano da 50k.

  7. Io aspetterei la xpeng p7… probabilmente arriverà in Italia ad un prezzo molto inferiore a bmw e Tesla pur avendo contenuti e linea notevoli…

  8. Alessandro valuta il tempo di ricarica. Se per assurdo dovessi fare 250 km al giorno (quindi 125 andata e 125 ritorno), considera che avrai bisogno di ricaricare a 6.6 kW per 8 o 10 ore. Quindi dove ricarichi verifica che l’impianto regga la potenza di 6.6 kW.

    Per il resto, buona scelta. Vista la tua disponibilità economica e le tue esigenze, concordo anche io che l’elettrica è perfetta per te e potrai godertela a fondo. Io ti suggerirei la Tesla Model 3 Long Range o, in alternativa, la Polestar 2.

    • Mah guarda…non serve molto…io qs we con la mia Kona 64kwh mi son fatto un giro con family e bagagli da traversata nel deserto in val Passiria sopra Merano. Da Treviso. Circa 500km, a/r comprensivi di due passi dolomitici all’andata e due al ritorno tanto per goderci dei bei panoramici…beh partiti col 100% e rientrati col 33%, con un unica sosta di 6 (SEI) minuti ad una fast per caricare una decina di kw all’inizio del rientro…che tanto non servivano ma son stati utili per viaggiare senza patemi d’animo

  9. Dato che non ha particolari esigenze, si tratta proprio di gusto personale.
    La Model 3 RWD costa quasi 10.000€ in meno della I4 D40 (una volta pareggiati gli optional) ma devono piacere gli interni minimalisti Tesla (non va confuso il minimalismo con la povertà: è la BMW a cui vanno aggiunte svariate migliaia di € per raggiungere la Model 3 base, non il contrario… Alcune per tutte: i cerchi di serie sono da 17″, i sedili non sono riscaldabili, niente allarme, no memorie etc)

    Indiscutibilmente, ha il profilo perfetto per passare subìto all’elettrico,, ci faccia poi sapere cosa ha scelto!

    • Bel dilemma… scelga quella che per il prezzo che vuole spendere, abbia la dotazione più completa… ci vorrebbe un auto Tesla con interni Bmw, sarebbe la perfezione!

      • Tra quelle provate, quella più completa in rapporto qualità prezzo e optional a disposizione è sicuramente la C40 in versione flirt edition con trazione integrale prezzo di circa 55-57mila (che non metto in dubbio siano tanti). Mentre per avere una BMW i4 con pari dotazioni si raggiungono tranquillamente i 70-75mila. Inoltre di BMW i4 non mi convince assolutamente il consumo in autostrada, estremamente alto.

        Vorrei anche attendere a questo punto la commercializzazione di Smart #1, che sembra interessante almeno dal punto di vista estetico, ma ancora da verificare la sua efficienza in termini di consumi. Considerando che non ho fretta e che comunque il mondo dell’ elettrico evolvé molto rapidamente, voglio prendermi il tempo per valutare bene e magari provare sul campo il maggior numero di auto prima di concludere l’acquisto.

  10. Tesla tutta la vita… BMW avrà degli allestimenti interni diversi ma powertrain, batteria, BMS ed efficienza di Tesla sono un’altra cosa. Se poi ci aggiungiamo la rete Supercharger… non c’è partita.
    P. S. era giusto per bilanciare il post precedente e provare a mettere in evidenza le differenze. 😁

    • La Testa non l’ho mai provata ma mi intriga molto perché per me penso che sia quello il concetto di auto elettrica. Purtroppo, nella mia regione, la rete dei supercharger è più che limitata e questo è uno dei grossi limiti dell’elettrico per chi vive al sud. Ma vedremo col tempo che evoluzione ci sarà.

  11. Grazie per aver pubblicato la mia richiesta. Ho avuto modo di provare dal vivo la C40 e la i4 M50 ed in entrambi i casi sono rimasto molto colpito, ma parliamo di prodotti molto diversi tra loro. Prenderò in seria considerazione il vostro consiglio e quando passerò ufficialmente alla mobilità elettrica vi racconterò la mia esperienza. Grazie ancora.

  12. i4 tutta la vita… tesla sarà avanti 5 anni per l’elettronica, ma gli interni della bmw sono su un altro pianeta…

    • Non lo metto in dubbio (vendo da due BMW ben allestite e so di che parliamo), ma per avere una i4 ben allestita (e40 pacchetto MSport), servono oltre 70mila euro e purtroppo l’efficienza dell’auto è molto limitata. Sinceramente comprare una gran turismo prestazionale pensando che in autostrada devo limitare al massimo la velocità mi sembra un limite enorme (visto quanto se la fanno pagare).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome