Home Auto L’e-Crafter, per chi consegna nell’ultimo miglio

L’e-Crafter, per chi consegna nell’ultimo miglio

0
CONDIVIDI

Il nuovo Volkswagen e-Crafter 1, un furgone elettrico, è stato presentato ad Amburgo. Offre fino a 1,72 tonnellate di portata utile. Emissioni zero, potenza di 136 CV (100 kW), va ad ampliare la gamma dei Crafter a combustione interna.

Autonomia contenuta, velocità non oltre i 90

Il debutto della versione elettrica della variante ‘furgone con tetto alto‘ segna l’avvio di un’offensiva sul fronte della mobilità elettrica da parte di  Volkswagen Veicoli Commerciali.  Ovviamente, non essendo inquinante, l’e-Crafter dovrebbe avere libero accesso alle zone a traffico limitato, l’ideale per chi svolge lavoro di consegne nel cosiddetto “ultimo miglio”. L’’autonomia massima è piuttosto contenuta, 173 km (secondo il metodo NEDC, molto ottimistico) e la velocità massima è di 90 km/h. Non molto, ma secondo la Volkswagen quanto basta  per le reali esigenze dell’impiego quotidiano di un furgone all’interno di un’area urbana. La Casa sostiene di avere calibrato range e velocità sull’esperienza reale di più di 1.500 Clienti e di oltre 210 mila profili di guida. È stato così rilevato che la maggior parte degli utilizzatori di furgoni percorre con il proprio veicolo tra 70 e 100 km al giorno, cifra non lontana dall’autonomia reale dell’ e-Crafter Spesso i viaggi avvengono con numerosi arresti e ripartenze. Massima attenzione, ovviamente, allo spazio interno. Le batterie agli ioni di litio sono state alloggiate nel sottoscocca dell’e-Crafter ,a fronte di un minimo ingombro. Conseguentemente è possibile sfruttare appieno la capacità di carico del furgone a tetto alto (altezza 2.590 mm), pari a 10,7 m3. Lo stesso vale per altre importanti misure, quali la larghezza (1.380 mm) e l’altezza di carico (1.861 mm). Il carico utile massimo è compreso tra 0,975 e 1,72 tonnellate a seconda della configurazione scelta.

Ricarica rapida in 45 minuti, batterie da 35,8 kWh

Nella parte anteriore dell’e-Crafter è integrato il motore elettrico – un motore sincrono con una coppia massima è di 290 Nm. La potenza viene trasmessa all’asse anteriore tramite un cambio automatico a un solo rapporto. Motore, cambio e differenziale formano un modulo compatto. Tra gli altri elementi tecnici del sistema di trazione figurano la centralina motore e l’elettronica di potenza. Quest’ultima gestisce il flusso di energia ad alta tensione fra il motoreelettrico e la batteria. La corrente continua (DC), accumulata nella batteria agli ioni di litio, viene trasformata dall’elettronica di potenza in corrente alternata (AC).Contestualmente, un convertitore DC/DC produce la tensione a 12 V per la rete di bordo. La Volkswagen assicura che si tratta di un veicolo duttile, in grado di gestire una pendenza del 20%. Quanto al consumo di energia, con 0,975 tonnellate di carico utile, il consumo di corrente elettrica nel ciclo combinato è di 21,54 kW/100 km. Utilizzando una stazione di carica CCS a 40 kW (corrente continua), le batterie (capacità 35,8 kWh) si ricaricano all’80% in  45 minuti. Utilizzando una wallbox AC da 7,2 kW (corrente alternata), la batteria viene ricaricata al 100% in 5 ore e 20’.

Guarda anche la nostra guida facile a 7 veicoli commerciali elettrici–