Home Vaielettrico risponde Le bugie de La Verità sul flop dell’elettrico

Le bugie de La Verità sul flop dell’elettrico

38
CONDIVIDI
le bugie de La Verità

Le bugie de La Verità sul flop dell’elettrico. Un lettore, ci segnala una nuova intemerata, dal titolo “Tre nuove sberle all’ideologia dell’auto elettrica“. 

Le bugie de La Verità Tre (presunte) sberle all’ideologia delle auto a batterie, un fenomeno da baraccone

“Ho visto su Facebook rilanciato un articolo del giornale di Maurizio Belpietro, La Verità. Con un duro attacco all’auto elettrica, trattata alla stregua di un fenomeno da baraccone. Si fa riferimento a tre accadimenti che confermerebbero che si tratta sostanzialmente di un flop, sostenuto solo dall’Unione Europea contro ogni logica. Mi ha colpito anche il fatto che i commenti in calce all’articolo erano ancora più aggressivi nei confronti della tecnologia dell’elettrico. Vorrei conoscere il vostro parere, sapendo che di solito mantenete toni un po’ più equilibrati“. Paolo Predieri

le bugie de la veritàLe bugie de La Verità: British Volt, Tesla, Davos…

Risponde Mauro Tedeschini. Già il termine “ideologia” usato in questo contesto ci fa orrore. In Italia c’è il vizio di buttare tutto in politica, devi schierarti sempre di qua o di là, destra o sinistra in perenne contrapposizione. Ma l’auto elettrica non è un partito: è un’evoluzione tecnologica con la quale tutto il mondi si sta misurando, con tante incognite, ma anche tante speranze. Non ultima quella di viaggiare in modo molto più sostenibile. Ma vediamo brevemente queste tre presunte sberle che proverebbero il flop delle EV. La prima: “In Inghilterra fallisce il colosso delle batterie“. Si tratta di British Volt un progetto con alle spalle un investitore molto traballante, a cui la Brexit ha dato il colpo di grazia. Del resto quanti stabilimenti di auto termiche hanno chiudono senza che se ne ricavi che le motorizzazioni tradizionali sono finite? Seconda sberla: “Tesla ammette gli spot ingannevoli”. Nessuno spot, ma un video del 2018 che riguardava non l’elettrico, ma la guida autonoma. Terza sberla: a Davos si boccia la transizione-lampo. Pareri legittimi, ma certamente non una sberla. Ma di che parliamo…?

 

Apri commenti

38 COMMENTI

  1. Stavo giusto leggendo ieri un interessante articolo, con il confronto fra un’auto termica ed una elettrica (con caratteristiche simili e quindi confrontabili e dati di combustibile ed elettricità nella media del nostro paese), il pareggio dei costi si ottiene dopo 10 anni!!! Mi sembra qui di che fare un paragone sulla convenienza allo stato attuale sia tempo sprecato, inoltre non so considerano i paesi dove il costo del carburante è moto inferiore, anche meno della metà, dove vedo o l’elettrica come una trappola finanziaria in cui vogliono farli cadere. In tutti i casi anche con l’impostazione europea dal 2035 (sempre che venga confermata) non credo che la maggior parte dei clienti sarà contenta di passare all’elettrico, e come dari torto?

  2. Beh. Del resto è una “notizia” scritta dalla ” Verità”, foglio utile solo per incartate il pesce o raccogliere le deiezioni dei propri amici a quattro zampe.

    Dal tono di certi commenti se ne riconoscono i “lettori”, che ricordano gli imbrattafogli che scrivono su certe testate. Come loro, riferiscono un quantitativo industriale di castronerie supportate da dati falsi ( tanto chi li verifica) tentando di giustificare battaglie medioevali basate sulla più totale ignoranza di qualsiasi argomento si approccino a trattare.

    Io di elettriche ne ho due e non tornerei al termico neppure sotto tortura. Ho fatto un investimento impegnativo (senza 110%) tra due elettriche ed un FV da 6 kW, un investimento del quale sono, allo stato, molto soddisfatto.

    In poco più di due anni il FV è già ammortizzato, vedremo le auto che, comunque, si stanno ripagando da sole. Il pareggio è certo, la tempistica la vedremo, ma visti i primi due anni, sono molto ottimista.

    Quanto ai pennivendoli de “La Verità”…
    …non ti curar di loro, ma guarda e passa, come avrebbe detto il Sommo Poeta ..

  3. Strano, spegnere le auto termiche, però intere città che riscaldano casa con fonti fossili?
    Ma non sarebbe più facile tagliare il grosso dell’inquinamento, piuttosto che il piccolo?
    E soprattutto sarebbe molto più economico….

    • Incentivi per installare FV con la detrazione del 50%.
      Incentivi per la sostituzione delle caldaie con PdC del 65%.
      Gli incentivi per la riqualificazione degli edifici con il 110%, ora terminati.
      Non sono sconosciuti.

  4. Quante sciocchezze che ho letto nei commenti qua sopra, Belpietro ha ragione da VENDERE! Le auto elettriche si stanno rivelando un flop colossale nonostante la massiccia campagna mediatica a favore. In Europa solo l’1,5% del parco circolante è elettrico e le previsioni per il 2050 sono nere: secondo recenti studi internazionali 2/3 degli automobilisti continueranno a viaggiare in maniera tradizionale, nonostante i blocchi alla produzione previsti del 2035!
    In questi giorni Ford sta licenziando migliaia di lavoratori per via della cosiddetta “transizione ecologica” e questo me lo chiamate “progresso”?
    Questo è FANATISMO, l’Europa si sta affossando da sola e stiamo impoverendo il nostro continente per star dietro a un ideologia assurda e ridicola che non solo non risolverà nulla dal punto di vista ambientale, ma creerà un disagio sociale enorme con ricadute economiche devastanti.
    Invece di puntare sugli e-fuel e i biocarburanti, abbiamo scelto una tecnologia antiquata, scomoda e costosissima, senza tener conto del fattore occupazionale, messo a serio rischio da questa follia “green”.
    Il fanatismo ecologico si sta rinforzando sempre più, provocando interruzioni stradali con proteste sciocche e ideologiche, imbrattamenti di opere d’arte, devastazioni e crescente disoccupazione, senza contare i disagi per il trasporto privato che rischia di venir compromesso da prezzi folli di un mercato senza limiti alla decenza. Un auto per famiglia se prima costava circa 20 mila euro adesso a parità di prestazioni si devono raggiungere cifre folli da appartamento, il tutto peggiorando la qualità alla guida. Auto lente con velocità di punta ridicole, ricariche lunghe e autonomie ridotte, con costi di acquisto enormi, ma davvero credete che la gente abbia così tanti soldi da buttare? Senza contare che le auto elettriche sono apparecchi usa e getta, pochi anni e butti via tutto dopo un investimento folle.
    O l’Europa si da una regolata o qui finiremo schiavi della Cina e con una crisi economica e sociale senza precedenti.
    Forse dovremo finirla con questo fanatismo ecologico e poggiare i piedi per terra, BASTA adesso!!

    • BASTA lo dica alle malattie, tumori e morti provocate dalla filiera degli idrocarburi.
      BASTA lo dica alla CO2 che sta distruggendo il pianeta;
      BASTA lo dica ai politici che vendono quotidianamente la salute delle persone ed il futuro del pianeta in cambio dei profitti dei loro amici e degli interessi propri.
      BASTA lo dica ai giornalisti prezzolati.
      BASTA lo dica a quelli come lei che per convenienza o per mancata informazione scrivono quello che ha scritto.

      • Ma per favore BASTA VOI con queste IDIOZIE, le batterie non sono cancerogene VERO? Le pilette per muovere quei trabicoli elettrici vengono forse prodotte con fiori di bach? L’energia per produrre la corrente elettrica per la ricarica viene prodotta pedalando? Come vengono estratte le terre rare, il Litio e altri materiali per le batterie, si comprano nelle drogherie sotto casa?
        In Africa la Cina sta devastando interi paradisi naturali per l’estrazione delle terre rare delle batterie, VERGOGNA! Sfruttando la povera gente con lavori massacranti e usando persino il lavoro minorile, LEGGA LA STAMPA ogni tanto invece di star seduto comodamente in salotto a scrivere sciocchezze!!
        Ho visto con i miei occhi padri di famiglia piangere per aver perso il lavoro a causa della “transizione ecologica”, licenziati perchè non più utili alle aziende che producono auto per soli ricchi e benestanti che vogliono fare i gradassi coi loro trabicoli a pile, finto ecologismo intriso di ideologie idiote e dannose per la società!
        La gente è STUFA di questo comportamento e di questo fanatismo “radical-chic”, qui c’è da ricaricare il frigorifero prima ancora che le Tesla!
        VERGOGNA a scrivere certe sciocchezze! VERGOGNA! C’è gente che ha perso TUTTO per star dietro a queste idiozie, VERGOGNATEVI!!!!

        • Lei sta vaneggiando. La transizione ecologica é ESSENZIALE se vogliamo lasciare un ambiente vivibile ai nostri figli. Non mi risulta che le auto a combustione abbiano fatto del bene all’ecosistema terrestre. Se poi lei ne fa una questione di posti di lavoro, ogni transizione tecnologica ha creato e distrutto posti di lavoro. Tolga gli occhiali dell’arretratezza e del comodo vivere sulla situazione attuale, pensando che petrolio e carbone siano eterni ed innocui.Oppure si compri una bicicletta e usi solo quella e potrá dire tutto ciò che vuole, MA SOLO DOPO.

        • Credo di comprendere le sue frustrazioni ma, se fosse possibile abbassare i toni, forse potremmo dialogare con lucidità.
          Io credo che singoli drammi personali siano inevitabili di fronte a cambiamenti epocali, in qualsiasi settore merceologico, se non preposti all’evoluzione.
          E’ già accaduto nella storia passata e si ripeterà.
          Trovo inutile lamentarsi senza lottare per galleggiare.
          La prego non si offenda ma cerchi di comprendere che le cose, col tempo, cambiano

          • Qui non si tratta di “cambiamento” ma di vero e proprio regresso scientifico, economico e sociologico, di questo passo tra qualche decennio torneremo al calesse trainato dai cavalli!
            Le auto elettriche sono un enorme passo indietro rispetto a oggi, una tecnologia vetusta nata ben prima del motore a scoppio che sta mettendo in ginocchio l’interno continente, tutto per star dietro a un ideologia strampalata che non hanno nulla a che fare con la realtà……

    • “Forse dovremo finirla con questo fanatismo ecologico”
      La capacità di guardarsi dall’esterno con senso critico è un dono prezioso.
      Lei mi ricorda quelli che gridano “Uccidiamo chi è a favore della pena di morte!” o che postano su Meta dal loro telefono delirii sul 5G e il controllo di massa da parte dello stato.
      Non la sto giudicando: sto solo notando una certa incoerenza e un grande senso di disagio e paura che cerca di trasformare in rabbia. Purtroppo non porta a niente di buono, il chiudersi nella torre inseguendo certi profeti, di solito.

    • Mi sembra che quella più grossa l’abbia scritta lei, e non le elenco tutti i punti, perché verrebbe fuori un papiro.

      Comunque le dici solo che non si può più continuare a inquinare, per la nostra sopravvivenza.

    • …”Quante sciocchezze che ho letto nei commenti qua sopra, Belpietro ha ragione da VENDERE! Le auto elettriche si stanno rivelando un flop colossale nonostante la massiccia campagna mediatica a favore. In Europa solo l’1,5% del parco circolante è elettrico e le previsioni per il 2050 sono nere: secondo recenti studi internazionali 2/3 degli automobilisti continueranno a viaggiare in maniera tradizionale, nonostante i blocchi alla produzione previsti del 2035!
      In questi giorni Ford sta licenziando migliaia di lavoratori per via della cosiddetta “transizione ecologica” e questo me lo chiamate “progresso”?”…

      Se é questo il tono ed il contenuto dei “contro” mi spiace ma andrete a batteria o a piedi molto presto.

      Ci dobbiamo mettere d’accordo:
      A) La transizione all’elettrico é un flop e non se le fila nessuno.
      B) Ford licenzia per passare all’elettrico

      Una delle due é sbagliata per forza perché nessuno che campa costruendo macchine da cent’anni transerebbe all’elettrico se non fosse il futuro. Perché dovrebbe lasciare un mercato consolidato e dalle solide prospettive PERCHÉ LIVENZIA PER PASSARE ALL’ELETRRICO?

      Quell’1,5% é un’enormità considerando che il metano é allo 0,6% il GPL al 2,6 MA CI HANNO IMPIWGATP 30 ANNI non 10 TRENTA.
      Le F-Ibryd arrivano al 2,3 e la prima é del 97 (25 anni).

      I numeri bisogna avere il coraggio di metterli tutti.

      Ormai é chiaro che le termiche sono altramonto e NIENTE su questa terra può salvarle perché purtroppo poggiano su un carburante che costa 10-12€/100Km con listini ormai vicini alle elettriche e con Tesla che porta la Model 3 a 44900€.

      Dove possono andare povere termiche che dal 5 Febbraio scattano le sanzioni per il diesel Russo e spazio 3 mesi rischiamo di vedere il gasolio oltre i 2€/L.

      Ed ho due diesel io per cui mi preoccupa la cosa.

      Ecco perché se nel 2021 ho fatto il FV a casa nel 2023 prenderò una BEV lasciando ai tifosi delle ICE il “piacere” di forare i 10€/100Km io ho buone speranze di restare SOTTO I 4€/100Km EMETTENDO ZERO.

      Mi da un buon motivo per NON farlo? Il famboysmo per le brum brum?

      Per sapere

      • Tranquillo. Quando il diesel arriverà stabile a 2.20/2.30€ tagliano le accise. Altrimenti si ri-fermano i camion. E con loro l’economia del paese.
        Ho un diesel anch’io. 🤷‍♂️

        • Li mettessero sui treni questi camion, oltre a ridurre le emissioni aumenterebbe e di molto la sicurezza sulle strade.
          Ma noi siamo il fanalino di scorta, manco quello di coda.
          Dagli contro al traforo in val di Susa, continuiamo a tenerceli sulle strade ed a respirare le violette che escono dai loro scarichi.

  5. Mi sembra che Vaielettrico continui a perseguire l’osservazione insistente e morbosa dell’ombelico italico, fatto dai tanti dinosauri che vivono di rendita sui gonzi di cui lo stivale pullula.

    Voglio dire, in un Paese sano, già chiamare un quotidiano “La Verità” comporterebbe la radiazione perpetua e irrevocabile dall’ordine dei giornalisti, che invece qui da noi tace in cima alla sua collinetta, sperando di non essere visto.

  6. Un articolo di Maurizio Belpietro, su qualsiasi argomento, ha la stessa valenza di una partita di calcio giocata da Winnie The Pooh…

  7. RAGAZZI… —- — — – -BELPIETRINO???
    Cioè.. diamo il peso giusto alle persone giuste…
    Belpietrino?? un nome prestato al giornalismo come attaccare l’adesivo della malossi sul ciao originale.
    Era una cosa che si faceva tipo 40 anni fa? e magari la marmitta ce l’avevi veramente al tempo.
    Ma perché dobbiamo pesare tanto le parole di uno che in argomento “elettrico” non sa una cippa?
    Non avevamo già guardato con stupore ai Fornigli che trasmettono sullasettima e fanno felici tutti coloro i quali ancora li guardano?
    Quelli… gli spettatori… fra dieci anni si renderanno conto di aver buttato serate intere davanti a un pifferaio magico circondato da 7 politici tutti intenti a dire la propria con il benestare della rete. Oppure saranno ancora più inebetiti e pronti a credere ancora alle promesse del neo presidente uscito dal sottobosco come il sempreverde “scegli una carta”.

    La VERITA’… quella reale… è che questi imbecilli, stessero sul Titanic, continuerebbero a suonare la balalaica mentre la nave affonda, facendo finta di niente, cercando di non dare l’impressione di scivolare sul pavimento inclinato a 90 gradi.
    Fotografia abbastanza reale dei conservatori Italiani quando non sono impegnati a correre dietro alle figlie di Moubarak.

    • Una volta avrei concordato con te, poi mi sono accorto che a lasciare questi idioti a parlare ci siamo trovati Di Maio ministro.
      Purtroppo vanno contrastati, bisogna trovare il linguaggio giusto e partire da un presupposto: questi sanno benissimo di cosa si parla. Ma la polarizzazione politica estrema porta visite e li salva dall’oblio. Loro sanno bene che otterranno visibilità sia da quelli che li seguono sia da quelli che li contestano.
      La soluzione? Non saprei darne una, ma penso che si debba avere ben chiaro gli obiettivi di questa comunicazione e disinnescarla senza ignorarla. Per esempio avrei evitato il link alla pagina e messo al massimo uno screenshot.

  8. Finké su internet continuano a pubblicare fenomeni da baraccone🤡🎪 spacciati per autorità del mondo dei motori (specie di autosport),, auto elettrica e transizione green più in generale ne usciranno sempre cn le ossa rotte🤕 Mia personale opinione…of course😏

  9. sarebbe stato interessante leggere l’articolo nella sua interezza per aver idea dello scritto: estrapolare 3 mini frasi da un contesto non è proprio il massimo della correttezza (che però si pretende). detto ciò, siamo ancora in regime di “posso dire la mia”. sbaglio?

    PS: strano quanti solerti “lettori” leggono per voi l’intera stampa mondiale:
    uno a settimana chiede il vostro parere su quello che scrivono altri..
    nessuno ha ancora chiesto cosa ne pensate del v8?

    • Infatti hai detto la tua. Per le mini frasi estrapolate così malignamente, han detto dove sono state scritte. Cercati l’articolo sulla Verità.
      Quanto al tuo PS, già l’averlo scritto dimostra la tua onestà intellettuale senza necessità di altri commenti.

    • Ernesto, probabilmente hai ragione su tutti i fronti, ma volevo esprimere un’opinione a proposito dei V8. Ho fatto una piccola ricerca sulle 10 auto più vendute in Europa nel 2022:
      1 Peugeot 208
      2 Volkswagen T-Roc
      3 Dacia Sandero
      4 Volkswagen Golf
      5 Hyundai Tucson
      6 Toyota Corolla
      7 Renault Clio
      8 Opel Corsa
      9 Dacia Duster
      10 Toyota Yaris
      Non sono un grande intenditore di auto e motori, anzi, ma tra queste non mi sembra ci sia nessun propulsore V8, ma credo ci sia qualche elettrico anche se nascosto tra i termici, correggimi se sbaglio. Inoltre credo che i lettori di questo forum, visto il nome che porta, siano più interessati alla mobilità elettrica che a quella convenzionale, è come se andassimo a cercare informazioni su smartphone Apple in un sito che tratta esclusivamente Android, a tuo parere non sembrerebbe un poco stupido e fuori luogo? Ripeto, probabilmente hai ragione su ogni fronte ma mi disturba che tu inserisca l’aggettivo solerte, e il sostantivo lettore tra virgolette apparentemente senza motivo. OK, ho detto la mia.

    • ai vari “ernesto sei un cog….e”:
      il quotidiano, a me richiede un abbonamento per essere letto su web. per cui, visto che lo si cita per “OMMIODIOHANPARLATOMALEDELLEBEV”, sarebbe opportuno avere l’intero contesto per verificare il delitto di lesa maestà anche a chi non lo legge abitualmente.
      se a voi bastano 3 frasi e credete sulla parola perché “il tale ce l’ha con noi” (vedi commenti qui sopra), sorry..

      solerte lettore: evidentemente solo a me fa specie che ci sia sempre qualcuno che, prima legge giornali “contro” le elettriche (che li leggi a fare?), e poi chiede un commento a vaielettrico..
      chi di voi ha mai fatto lo stesso? sandro? guidob? gio? altri?
      non è che questi siano gli stessi autori dell’articolo? dubbio mio..

      possibile che solo qui (tra tutti i siti che se ne occupano) ci sia il bisogno della caccia al nowatt? 🤷‍♂️

      • Visto che insiste, per completezza dell’informazione, i lettori che ci hanno segnalato l’articolo de “La Verità” sono due: oltre a quello citato nel nostro post, c’è anche Fabio Moretto.

      • Ma prima di accusare chiunque di parlare senza averlo letto… ma tu lo hai letto? Perché dalla difesa a spada tratta che stai facendo sembra quasi che dica esattamente l’opposto!

  10. la Cina e il Nord America stanno vendendo a vagonate di elettriche , vogliamo essere come loro o come l Africa , il sud America e l India? io scelgo America e Cina .

    • Che poi anche in Sudamerica e in India (un po’ meno in Africa) la tecnologia dell’elettrico sta iniziando a diffondersi ben più in fretta di quanto ci si aspettava…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome