Home Bici Lasciare l’auto per l’e-bike, davvero si può? 10 motivi

Lasciare l’auto per l’e-bike, davvero si può? 10 motivi

0
CONDIVIDI

Lasciare l’auto per l’e-bike, davvero si può? Vivere senza macchina sarà possibile nel dopo Covid-19? Il sito americano Electrek pensa di sì e ha elencato 10 motivi per spiegare perché.

Vendi l’auto e ti compri una bella bici elettrica, con la quale muoverti. Ci sarebbe anche un bel contributo governativo  in arrivo per farlo (se l’auto la rottami, guarda l’articolo), fino a 1.500 euro. In Italia se ne parla molto, soprattutto per evitare le inevitabili congestioni che la ripartenza rischia di creare, con la fuga dai mezzi pubblici. Ma anche negli States ne discutono, vediamo dunque come la pensano i colleghi di Electrek nei 10 punti. Una provocazione? Forse. Alcuni sono ovvii, altri meno…

lasciare l'auto

Lasciare l’auto? Stessi viaggi, molto meno consumo (1)

Molti viaggi che oggi facciamo in auto, se siamo soli, possono essere coperti in e-bike. Spostarci per lavoro di alcuni km, andare a ginnastica, al caffè con gli amici…Persino consegnare merci con una cargo-bike, non avete idea di quanto si possa trasportare. E il consumo non è paragonabile: l’efficienza  di un’auto elettrica è stimata in circa 250Wh/miglio, una bici a pedalata assistita può essere 10 volte più efficiente.

Molto meno sforzo di una bici normale (2)

Lasciare l'autoSembra scontato, ma molti ciclisti “muscolari” non sanno quanta fatica in meno si fa con una e-bike. Ci sono percorsi proibitivi per una bici normale che non lo sono affatto per una bici elettrica. E del resto ci sono sforzi che, anche se sono alla nostra portata, non vorremmo fare: chi è disposto ad arrivare al lavoro o al cinema tutto sudato?

Lasciare l’auto? Risparmi tempo negli spostamenti (3)

In molte città spostarsi in e-bike è molto più rapido che in auto o in autobus. Ci sono “scorciatoie”, attraverso i parchi o su piste vietate alle automobili. E quando mai si trovano code? Il giornalista di Electrek racconta che spesso parte con i colleghi o gli amici dallo stesso luogo, dandosi appuntamento altrove. E all’arrivo è sempre lui ad aspettarli…

Lasciare l’auto? Si risparmia parecchio (4)

Il costo di gestione di una e-bike è ridicolmente basso. Il sito americano calcola un dollaro di elettricità al mese, meno di un euro, anche se il dato preciso dipende dall’efficienza tua e della bici. Ovviamente poi non si pagano assicurazione, parcheggi, manutenzione…Attenzione: anche se l’auto continui a possederla, lasciarla spesso in garage preferendo la e-bike è comunque un affare. Diciamo che potrebbe sostituire quella che di solito è la seconda auto di famiglia.

Ti conservi più in salute, non credi? (5)

Fai un sacco di esercizio fisico, perché comunque nella e-bike ti è sempre richiesto di pedalare. Tutti pensano che la bicicletta muscolare sia più salutare, ma in realtà la possibilità di modulare lo sforzo è molto importante per il tuo fisico. Anzi: chi pedala con una e-bike fa più “movimento” di chi va su una normale bici. E prende meno la macchina. Lo dicono diversi studi, uno dell’Università di Zurigo (guarda l’articolo), un altro pubblicato su ScienceDirect (clicca qui)...

 La pieghi e la porti dove vuoi: in treno, in auto… (6)

lasciare l'autoSe poi l’e-bike è pieghevole, la porti dove puoi, integrando il viaggio con altri mezzi di trasporto: l’auto, il treno…E non hai bisogno di trovare un parcheggio, neppure quelli per le bici: molti di questi modelli stanno tranquillamente sotto la scrivania o in un angolo nascosto dell’ufficio.

 Puoi produrre facilmente l’energia che serve (7)

Si parlava prima della spesa per l’energia elettrica, modestissima. Per la verità può essere anche pari a zero, se hai lo spazio per installare un pannello solare. Electrek ha fatto due conti: un solo pannello da 100 W (più piccolo dei tappetini usati per fare yoga) produce da 400 a 600 Wh di energia/giorno. E sai quanta energia contiene la batteria di una e-bike? Esattamente questa quantità. Insomma: auto-produci e consumi, tutto a emissioni zero. C’è un però: il costo sta nel collegare i pannelli alla batteria. C’è chi lo ha fatto, come racconta il sito americano in questo articolo.

lasciare l'auto

Reduci il traffico, un regalo alla tua città (8)

Banale dirlo, ma il traffico è paralizzato dalle troppe auto in circolazione. Quindi: ognuno di noi che toglie la sua macchina dalla strada fa un grande regalo alla collettività. E c’è anche l’effetto generato dall’esempio: se vedi che il tuo compagno d’ufficio si è riconvertito alla e-bike con successo, ti viene voglia di provarci, no?

Non serve patente, assicurazione…(9)

Non serve patente, non c’è bisogno di assicurazione…E sappiamo per esperienza che non è solo questione di soldi: si tratta anche di risparmiare fastidi, eliminare scadenze, scartoffie da conservare, in un mondo segnato dal dilagare della burocrazia.

E soprattutto: sono molto divertenti! (10)

Al di là delle tante ragioni di ordine pratico, ce n’è una che prevale su tutte: le e-bike sono divertenti, ti riconciliano con la vita. Gli americani parlano di  “e-grin”, il sorriso con il prefisso “e” dell’elettrico. È quello che si stampa sul volto di chi prova una e-bike per la volta, tirando fuori il bambino che, nonostante tutto, resiste in noi. Lasciare l’auto per l’e-bike? Forse si può davvero, voi che ne dite?

— Clicca qui per consultare il Listino delle e-bike, con prezzi e caratteristiche. E qui: Bonus e-bike e “Fase 2”, i consigli per gli acquisti

 

 

 

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome