Home Incentivi L’Aquila: incentivi da 8 a 4 mila euro per l’auto elettrica

L’Aquila: incentivi da 8 a 4 mila euro per l’auto elettrica

3
CONDIVIDI
auto elettrica incentivi
Il programma di incentivi per la mobilità elettrica

L’Aquila insiste con gli incentivi per l’introduzione di auto e taxi elettrici in città. Concede fino a 8 mila euro per le imprese e fino a 4 mila per i cittadini che vogliono acquistare un veicolo a batteria. C’è tempo fino al 31 dicembre 2020 per partecipare. Idem per il bando per le bici elettriche. 

Questo è il secondo bando dell’amministrazione comunale che dopo aver approvato 13 domande, più altre cinque in fase di valutazione, rilancia ed estende gli incentivi anche ai residenti fuori dal centro storico  della città e delle frazioni.

A disposizione 1 milione di euro

La giunta comunale per promuovere la conversione in elettrico delle auto cittadine ha stanziato 1 milione di euro. Una prima parte è stata spesa col bando scaduto a fine agosto : ora restano da spendere 888 mila euro.  Per centrare l’obiettivo è stata allargata la platea dei beneficiari ovvero possono partecipare tutti i residenti nel perimetro urbano e non solo quelli del centro storico.

Alle imprese 8 mila euro,  4 mila ai cittadini dell’Aquila

incentivi auto elettrica
Il programma di incentivi per la mobilità elettrica

Le somme a disposizione sono state suddivise per le imprese e i cittadini come si legge nel bando comunale: “Il contributo a fondo perduto è pari al 30% del costo totale del veicolo ad alimentazione elettrica acquistato”. Ma ci sono dei paletti: limite di 8 mila euro per i titolari di partita IVA e di 4 mila per i privati cittadini cumulabili con l’eco bonus statale.

Nello specifico questa al suddivisione delle somme: 327 mila per le imprese; 293 mila per i professionisti; 80 mila per i tassisti; 188 mila per i cittadini.

500 euro per le e-bike se si percorrono almeno 500 km l’anno a L’Aquila

C’è tempo fino al 31 dicembre 2020 per fare richiesta per il buono da 500 euro per acquistare una bici elettrica, qui il link al bando, ma bisogna soddisfare una condizione: pedalare per 500 km l’anno nei prossimi due. Non è un grande sforzo si tratta di poco più di un chilometro al giorno. E come si certificano le pedalate? Nel bando si indicano le  applicazioni da utilizzare e bisogna comunicare l’username per i controlli. A disposizione ci sono 100 mila euro.

Le informazioni per partecipare al bando de L’Aquila

La domanda di contributo deve essere presentata tramite PEC all’indirizzo protocollo@comune.laquila.postecert.it o tramite raccomandata A/R. Ma tutte le informazioni si possono leggere nel bando, si può scaricare cliccando su questo link. Per chiarimenti e maggiori informazioni sul bando e la domanda si può scrivere alla mail: ufficio.europa@comune.laquila.it

LEGGI ANCHE: I NOSTRI ARTICOLI SUGLI INCENTIVI NELLA SEZIONE DEDICATA 

3 COMMENTI

  1. Queste iniziative sono sempre lodevoli anche se gli incentivi al momento stanno drogando il mercato ma soprattutto dovrebbero essere le città più inquinate a farlo come quelle del nord escludendo milano che l’ha già fatto ma torino e gran parte del nord.

    • A L’Aquila c’è una buona qualità dell’aria, ma come scrivono gli amministratori comunali: prepariamoci alla transizione. A Milano c’è un bando aperto fino al 30 novembre

      • Infatti l’idea (seppur lodevole) dovrebbe vedere solo i comuni che hanno problemi d’inquinamento e non città come l’aquila terni etc. Certamente milano ha da poco messo risorse a riguardo ma è una delle pochissime città. Inoltre forse dato l’incentivo importante dello stato che arriva con la rottamazione a 10k quella cifra si poteva spostare su installazione di colonnine comunali fast ed accordi con be charge od enelx per avere quante più colonnine in giro. Comunque ripeto che sono sempre iniziative lodevoli e vanno fatti sempre i complimenti per la lungimiranza

Comments are closed.