Home Auto La Wuling mania dilaga in Cina, se arriva…

La Wuling mania dilaga in Cina, se arriva…

6
CONDIVIDI
Al Salone di Shangai la Wuling HongGuang è stata presentata anche in versione cabriolet.

La Wuling mania dilaga in Cina, e conquistando clienti e social network. Nascono club di proprietari, siti e profili on line, tutti dedicati alla piccola elettrica.

La Wuling mania invade anche i social network

il nome completo della citycar elettrica cinese è Wuling HongGuang Mini EV. In patria di vende come il pane: in aprile si sono superate abbondantemente le 100 mila immatricolazioni (già a fine marzo erano 96.674). Un successo dovuto a un prezzo imbattibile e alle dimensioni ideali per muoversi nel caos delle megalopoli cinesi.

wuling mania La Casa che la produce non è una delle start-up cinesi nate dal nulla negli ultimi tre-quattro anni: è stata creata da due colossi come SAI e General Motors, assieme a Wuling. Il prezzo è inimmaginabile per noi europei: si parte da 28.800 yuan, che equivalgono a poco meno di 4 mila euro al cambio attualeil prezzo di uno scooter in Italia. Con questa cifra compri una citycar con un motore elettrico da 27 CV alimentato da una batteria con capacità di 13,8 kWh . Velocità massima di 100 km/h e autonomia dichiarata fino a 200 km.

La sola a sfidare il Model 3 per la leadership mondiale

Il fatto è che, con questi ritmi di vendita in patria, la Wuling HongGuang, sta sfidando la Tesla Model 3 nella corsa al primato di auto elettrica più venduta al mondo. Non certo per fatturato, dato che l’auto di Elon Musk costa infidamente di più, ma per numero di consegne. I tre partner che la producono hanno pianificato di costruirne mezzo milione di esemplari nel 2021, venendo almeno 400 mila pezzi di questa che è ormai in Cina una vera “auto del popolo”. Ma a innamorarsene non è solo chi non può permettersi di meglio: ripetute campagne di marketing ben azzeccate ne hanno fatto un prodotto trendy.

Wuling Hongguang Mini EV

Ci sarebbe spazio per una vettura così in Italia? La Wuling mania potrebbe attecchire anche da noi? In alcuni paesi europei (Francia, Germania e Norvegia) è già possibile acquistare la HongGuang Mini EV , commercializzata da una società lituana, Dartz Motorz. L’importatore per la verità non sembra ​​avere il tocco magico nel marketing, a partire dal nome con cui è stata ribattezzata la cinesina, Freze Nikrob. Il prezzo “europeo” è di 9.999 euro: più del doppio di quello cinese, ma sempre competitivo assai.

wuling mania
La piccola Wuling in versione europea, già in vendita in Francia, Germania e Norvegia, col nome Freze Nikrob.

wuling mania Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratis alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

Apri commenti

6 COMMENTI

  1. Non ha affatto le stesse caratteristiche, e poi la partita vera si gioca sul tipo di immatricolazione, poichè la Yoyo è un quadriciclo pesante e non gode dei bonus auto elettriche, bensì di quelli riservati agli scooter elettrici, 30 0 40 % sul listino. Lo so bene perchè gli ho sfruttati entrambi, per la Spring che sto aspettando e per lo scooter Niu. Questa con gli incentivi auto elettrica in Italia, verrebbe paradossalmente a zero euro, usando la rottamazione, ma ovviamente, non lo permetterebbero mai di girare tutti i vantaggi al consumatore ultimo, se li papperebbero per buona parte loro…

  2. È già uscita in Italia la xev yo-yo che ha le stesse caratteristiche e lo stesso prezzo 9.900 euro con rottamazione.
    Se magari la redazione potesse approfondire sarebbe utile.

  3. Nn è il massimo come linea( un po troppo quadrata) però una cabriolet elettrica a 4000 € ci sta.
    Penso che si stravendera’ …..

  4. E’ un po’ bruttina ma a quel prezzo e quelle prestazioni è l’auto ideale per l’80% delle esigenze degli italiani che vivono in città. Non mi dispiacerebbe averla come seconda auto in famiglia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome