Home Tecnologia & Industria La world-car di Tesla sarà pensata e fatta in Cina

La world-car di Tesla sarà pensata e fatta in Cina

6
CONDIVIDI
Elon Musk a Shangai con Li Quiang, una delle autorità cinesi che lo hanno accolto nella Gigafactory.

La world-car di Tesla sarà pensata e fatta in Cina. Lo ha annunciato Elon Musk arrivando nella nuovissima Gigafactory di Shangai, dove è iniziata la produzione del Model 3.

La world-car di Tesla avrà più fortuna di…?

World-car è un termine che nel mondo dell’auto si pronuncia con una certa circospezione. Molti costruttori ci hanno già provato a lanciare un modello che andasse bene per tutti i continenti, sfidando gusti e abitudini spesso all’opposto. La stessa Fiat si è lanciata su questa strada con la Palio, andando incontro a un fiasco clamoroso. Evidentemente il patron di Tesla pensa che adesso i tempi siano maturi.

La world-car di Tesla
A sorpresa nella Gigafactory di Shangai un euforico Musk si è lasciato andare a qualche passo di danza.

Sicuramente il suo annuncio ha reso ancora più cool il suo marchio in un grande mercato come la Cina. Senza sbilanciarsi troppo su che tipo di macchina abbia in testa. Salvo promettere che “sarà radicalmente nuova, come il Cybertruck, che nessuno si aspettava così” (guarda l’articolo). A rigor di logica dovrebbe trattarsi di una vettura entry-level, dal prezzo e dalle dimensioni inferiori rispetto al Model 3. Ma gli schemi con cui ragiona Tesla sono sempre diversi da quelli a cui si è abituati nel mondo automotive.

“Nascerà un design and engineering center cinese”

Ma ecco le parole di Musk, che molti siti e agenzia come Bloomberg Business (clicca qui) hanno riportato in diretta-video: “Vogliamo continuare a fare un grosso investimento in Cina.Ad aumentarlo facendo il Model 3, il Model Y e in futuro altri modelli.

Il design della world-car dovrà essere sorprendente quanto quello del Cybertruck (sopra).

Penso a qualcosa che sia super-cool, dobbiamo provare a farlo. Creeremo un Design&eEngineering Center per creare in Cina auto destinate al mercato globale. Sarà una sfida eccitante: la Cina ha una delle migliori tradizioni artistiche al mondo e può fare qualcosa che sia amato ovunque. Penso che andrebbe fatto e noi lo faremo“. Conoscendo le abitudini di Musk, di come sarà la world-car di Tesla presto avremo qualche significativo dettaglio in  più.

 

 

 

 

 

 

 

 

6 COMMENTI

  1. L´auto piú super-cool che possano fare é un utilitaria con un prezzo basso ed un buon range, funzionale e pratica, quella che puó ottenere il maggior numero di vendite, purtroppo é anche l´auto piú difficile da realizzare

  2. Immagina Elon: una vettura EV fotovoltaica, lunga 4 metri con sei posti su due file, disposte schiena a schiena per ridurre spazio e volumi verticali performando l’aerodinamica.

    Car Cinema 5.1, Surround Sound Equipment, retro proiettato sul lunotto posteriore fotovoltaico oscurato per i tre che si siedono sulla seconda fila, rivolti all’indietro.

    Ruote sterzanti su entrambi gli assi e motori elettrici coassiali alle ruote per liberare rendendolo utile all’abitabilità, tutto lo spazio della piattaforma.

    700 km di autonomia in autostrada a 130 km/h con condizionatore e Car Cinema in funzione grazie alle batterie al grafene, né più, né meno di quelle da 110 kWh presentate ieri con Mercedes Benz Vision AVTR. Grafene per l’elettrica litio e cobalto free, batterie riciclabili al 100% senza il problema dello smaltimento degli accumulatori.

    Design “taglio e piega” senza la fase di lavorazioni con presse, senza stampaggio e imbutitura dei lamierati. Per risparmiare.

    All’interno solo plastica oceanica e rivestimenti in karuun, traslucido, permeabile all’aria e alla luce, fonoassorbente e malleabile.

    CyberCar.

    Ispirati a Trevor Fiore, ispirati alla sua Citroen, la Karin, alle porte butterfly ad ala di farfalla, al suo profilo filante e aerodinamico e al suo basso centro di gravità. Tre davanti, tre dietro, schiena a schiena.

    http://www.citroenet.org.uk/prototypes/karin/karin.html
    https://autoweek.com/article/classic-cars/citroens-karin-concept-was-80s-pyramid-wheels

  3. scusate ma la Model 3 è già una world-car .. la vende praticamente in tutto il globo …. piu che altro bisogna che crei una world-car utilitaria abbastanza economica che stia sotto i 20K euro circa .. ma penso che ci vogliano almeno 5 anni considerando progettazione sviluppo e produzione … e soprattutto minimo ci vogliono 3 anni per l’industrializzazione delle nuove batterie che avranno densita doppia e costo quasi dimezzato. questo vuol dire che per una utilitaria si potra usare poco piu della meta di una batteria odierna mantenedo circa la stessa autonomia riducendo il costo del 70% almeno e incrementando la velocita di ricarico del doppio. 5 anni e le vendite dell’elettrico avranno un Boom pazzesco.

    • Io credo che tra i 20 mila euro che cita lei e i 49 da cui parte il Model 3 con la Standard Range ci sia un bel mare di mezzo. Diciamo un’auto delle dimensioni della Golf e della ID.3, che di euro ne costi 35 mila.

  4. Temo che sia l’inizio della fine per Tesla se Nudo pensa seriamente di produrre in Cina ed esportare da la nel resto del mondo. Non solo nessuno è disposto a comprare roba cinese di dubbia qualità e di certa mancanza di controllo nella filiera, ma viene meno l’allure di un prodotto made in USA, quindi un fiasco quasi sicuro. Le analisi di Bloomberg si sono tutte puntualmente smentite, basta rileggere gli articoli che incensavano BYD come leader e Tesla destinata a scomparire. Purtroppo i fiasco di Bloomberg sono stati così grossi su tutti i fronti che non è più considerato attendibile come fonte di notizie ma solo gossip ed opinioni di parte. A questo punto se Tesla fa la cinese con me ha chiuso.

    • Infatti gli iPhone non li compra nessuno perché ritenuti di scarsa qualità visto che sono prodotti in Cina.
      Guarda che siamo nel 2020 🙂

Comments are closed.