Home Auto La Volkswagen fa ciao ciao al volante

La Volkswagen fa ciao ciao al volante

0
CONDIVIDI

La Volkswagen taglia corto: se guida autonoma dev’essere, che guida autonoma sia. A che serve a questo punto il volante? Tanto vale eliminarlo e lasciare più spazio a bordo, magari per una riunione di lavoro. Concetto che si potrà ammirare dal vivo al Salone di Ginevra (8-18 marzo) nel prototipo I.D. Vizzion.

Un invisibile autista-maggiordomo

Un rendering della concept Volkswagen: il volante e i comandi sono stati eliminati, si fa tutto in vocale.

La I.D. VIZZION è il quarto componente della I.D. Family, la nuova generazione elettrica  della Volkswagen di cui ci siamo più volte occupati . Dentro questa concept, gli ingegneri di Wolfsburg hanno sfruttato appieno il potenziale della guida autonoma. Grazie ai suoi numerosi sistemi di assistenza, il cosiddetto “autista digitale” assume il controllo del veicolo, senza bisogno di un volante o di controlli visibili. L’auto accelera, sterza e procede autonomamente nel traffico. Un assistente virtuale, con cui i passeggeri comunicano attraverso la voce e i comandi gestuali, conosce le preferenze personali dei suoi ospiti – grazie a una completa integrazione nell’ecosistema digitale – e si adatta a ciascuno di essi. Una sorta di autista-maggiordomo invisibile.

Un pacco-batterie da 111 kWh!

La I.D. VIZZION è lunga 5,11 metri, quindi 24 cm. in più di una Passat. e ha una potenza di sistema di 225 kW, oltre 305 cavalli. La sua velocità massima è di 180 km all’ora. Le batterie agli ioni di litio da 111 kWh, secondo la Volkswagen,  le garantiscono un’autonomia massima di 665 km, se si considera anche la frenata rigenerativa. Grazie alla loro gestione intelligente, assicura la Casa tedesca, i due motori elettrici cooperano con la massima efficienza e muovono le quattro ruote della berlina. La I.D. VIZZION, si legge in una nota, <dimostra chiaramente il grande potenziale della All-new Electric Architecture della Volkswagen. È la spina dorsale tecnologica dei futuri veicoli elettrici e garantisce grande autonomia e massimo sfruttamento dello spazio a costi ottimali>.

SECONDO NOI. La guida autonoma totale, il famoso livello 5, non è dietro l’angolo: i problemi non sono tanto di carattere tecnico, quanto giuridico, per le evidenti implicazioni di responsabilità in caso di incidente. Ma quel che più conta è che questa concept conferma che i piani Volkswagen per l’elettrico sono maledettamente seri. Entro il 2025, la Marca intende introdurre più di 20 veicoli elettrici, di cui la I.D. Family è un ricco antipasto. Nel 2020, debutterà la compatta I.D.2 che sarà seguita a brevi intervalli dal SUV elettrico I.D. CROZZ3 e dallo spazioso van I.D. BUZZ4, il nuovo Pulmino. Ormai ci siamo.