Home Auto La Volkswagen accelera: la ID.4 svelata in primavera

La Volkswagen accelera: la ID.4 svelata in primavera

5
CONDIVIDI
Un'immagine del prototipo da cui verrà ricavata la Volkswagen ID.4.

La Volkswagen accelera e prepara la presentazione della ID.4 già per quest’anno. Anzi: secondo il sito tedesco AutomobilWoche, il nuovo Suv elettrico sarà svelato già al Salone Show di Ginevra il 3 marzo. 

La Volkswagen accelera. E dopo l’ID.3…

Non c’è al momento una conferma ufficiale sulla data del lancio. E secondo il settimanale inglese Autocar, invece, il SUV elettrico non verrà mostrato fino ad aprile, al Motor Show di New York. Quel che sembra certo, comunque, è che la presentazione avvenga nella prima metà di quest’anno, in anticipo rispetto a quanto previsto. A conferma che anche la Volkswagen accelera sull’elettrico. Esattamente come stanno facendo molti altri costruttori. Vedi il caso della Renault, che ha anticipato al 2020 il lancio mondiale della Twingo elettrica (guarda l’articolo).

La Volkswagen acceeleraLa ID.4 starà alla Tiguan come la ID.3 sta alla Golf. Ovvero: modelli dalle dimensioni esterne molto vicine a quelle dei due modelli con motore tradizionali. Ma con un look molto più moderno e coraggioso, e uno spazio interno di categoria superiore. Non ci sono al momento info precisi sulla ID.5. Un prototipo era stato presentato come ID Crozz nel 2017 al Shanghai Auto Show, con una potenza di 225 kW (150 kW  dal motore posteriore e 75 kW dal secondo propulsore sull’ anteriore. Con un’autonomia di oltre 500 km.

Anche Tesla va di fretta con il Model Y

Ma anche Tesla sembra accelerare i tempi di presentazione del Model Y, la quarta gamba della gamma dopo Model S, Model X e Model 3. Addirittura si parla di una presentazione entro un paio di settimane, dopo che la Casa di Fremont ha già registrato i codici identificativi per le prenotazioni, i VINS. Nel caso del Model 3, per esempio, il lancio avvenne a un mese esatto dalla registrazione dei VINS.

La Volkswagen accelera
Il Model Y della Tesla: il lancio dovrebbe essere ormai imminente.

Il sito americano Teslarati informa poi che un altro passaggio burocratico è stato ultimato il 9 gennaio, ovvero la certificazione del California Air Resources Board (CARB). A questo punto si presume che sia lo stesso Elon Musk il 29 gennaio, nella conference call per i dati di bilancio 2019, a dire una parola definitiva sul lancio del Model Y. La previsione è che la presentazione sia imminente, con apertura immediata delle prenotazioni e prime consegne nell’ultimo trimestre dell’anno.

 

 

 

 

5 COMMENTI

  1. ‘ La previsione è che la presentazione sia imminente, con apertura immediata delle prenotazioni e prime consegne nell’ultimo trimestre dell’anno.’

    ????
    consegne a febbraio , non a fine anno, se intendevate in Europa dovete specificarlo, in USA le consegne partono il mese prossimo

  2. ID4 sarà presentata in anticipo nella prima metà dell’anno, verrà prodotta nella seconda metà dell’anno, in quantità molto inferiore alle previsioni a causa dei soliti imprevisti della VW, poi finalmente uscirà e verrà venduta in ritardo, dopo poco verrà ritirata dal mercato a causa dei soliti problemi imprevisti della VW, poi vi saranno problemi con l’approvvigionamento delle batterie e finalmente nel 2023 vi sarà la vendita normale della ID4 che verrà sospesa nel 2024 poiché già vecchia rispetto alla concorrenza, esattamente come il fiasco E-tron

    Ne riparliamo fra qualche anno? Temo che avrò ragione. In attesa di essere censurato, pardon moderato, riflettete su quello che vi scrivo, distinta redazione.

    • mi ricordi un tizio che, sul blog di una nota rivista di automobili, scrive dal 2014 che Tesla fallirà entro un mese. Ognuno può fare le previsioni che vuole, per carità, ma più che previsioni, le vostre (tue e di quel tizio) mi sembrano desideri…dei quali non capisco bene il motivo

  3. Ma nella model 3 made in China è compreso il coronavirus di serie o è optional? Giusto per sapere. Avete presente la carne sequestrata dalla guardia di finanza e proveniente dalla Cina? Immaginate come era sana. Ora immaginate come sono sani e tessuti dei sedili delle auto fatte in Cina, oppure come sono sani i materiali plastici che toccate nelle auto fatte in Cina, trattati con prodotti chimici tossici vietati in occidente dove esistono i controlli ma non in Cina. Direte voi che Tesla controlla tutto… Invece no, prende solo le componenti che sono prodotti da altri in Cina e non ha facoltà di controllo… Auguri Musk

Comments are closed.