Home Auto La Taycan in Alto Adige si allena e ricarica

La Taycan in Alto Adige si allena e ricarica

0
CONDIVIDI

La Taycan in Alto Adige è di casa. Gli avvistamenti della prima Porsche elettrica, in vendita dal 2019, sulle montagne sopra a Bolzano sono sempre più frequenti. 

Il motto: “Plug in and charge fast”

I collaudatori della Casa tedesca hanno scelto i tornanti dei passi alpini per collaudare sia le doti stradali, sia i consumi in salita e la ricarica in discesa della supercar a emissioni zero. Non solo: a Merano possono usufruire del primo hypercharger in Italia da 150 kW, installato da Alperia (qui l’articolo). Non a caso “Plug in and charge fast” (“attacca la spina e carica rapido”) è il motto della Porsche, che intende fare anche della ricarica un vero e proprio business. Ed è uno dei fondatori della rete Ionity, che punta ad installare in tutta Europa stazioni da 350 kW. Il primo in Italia sarà inaugurato entro il 2018 in Toscana, in partnership con Enel X. Ed è molto interessante guardare il grafico (qui sotto) di una ricarica della Taycan, postato su LinkedIn da un dirigente della Alperia. Con una potenza reale erogata a Merano di 141 kW. La linea rossa indica la potenza erogata (in kW), mentre la linea blu descrive la curva dell’energia (in kWh).

— Grafico: curva di carico di una Taycan fino a 141 kW —

Eccola a spasso per lo Stelvio con un Model S

Ma per rendere i test ancora più probanti, i collaudatori della Porsche affrontano lo stesso percorso a bordo di una Taycan e di un Tesla Model S. Come mostra questo video postato su YouTube da Frank Cooreman del Taycan Club. Non è propriamente una gara, come farebbe pensare il titolo, ma si possono osservare le vetture procedere a velocità costante per permettere agli ingegneri di fare confronti a percorrenza reale. È interessante comunque notare che il Model S resta il benchmark per questo tipo di vetture.

Accelera da 0 a 100 in 3,5 secondi, con 600 Cv

La Taycan è spinta da due motori elettrici, sincroni a magneti permanenti (PSM), che funzioneranno a 800 volt e svilupperanno una potenza complessiva di 440 kW (600 cv). “Abbiamo optato per motori sincroni a magneti permanenti perché uniscono l’alta densità di energia a grandi performance e alla massima efficienza”, ha spiegato Heiko Mayer, drive unit project leader. Il pacco-batterie formate da 200 celle piccole e leggere. Attualmente, secondo i tecnici della Porsche, il contenuto specifico di energia di queste batterie al litio è di 270 watt-ora (Wh/kg). Ma l’azienda fa notare che la ricerca in atto fa sì che il miglioramento sia nell’ordine del 5% all’anno. La Porsche, comunque, ha scelto di non montare enormi pacchi-batterie, che comunque avrebbero gravato sul peso, puntando piuttosto sulla velocità di ricarica. L’autonomia promessa è comunque di almeno 500 km. Quanto alle prestazioni, la Taycan accelera da 0 a 100 in 3,5 secondi.

— Guarda anche l’Audi e-tron GT, che nascerà sulla base tecnica della Taycan