Home Nautica La svolta: a Venezia 1,5 milioni per i motori elettrici delle barche

La svolta: a Venezia 1,5 milioni per i motori elettrici delle barche

0
CONDIVIDI
petizione Venezia

Una svolta o una scossa ma finalmente arrivano contributi pubblici per le barche elettriche. La decisione è dell’amministrazione comunale di Venezia che ha stanziato un milione e mezzo di euro per convertire i motori inquinanti in elettrici o ibridi.

Un primo passo per migliorare la qualità dell’aria  e dell’acqua della città

Si tratta di un primo passo vista la pessima qualità dell’aria cittadina e i problemi sanitari creati dall’inquinamento di motori spesso obsoleti. Ricordiamo che nell’ultimo anno sono stati attuati dei blocchi del traffico – a Rio Novo per esempio – anche in seguito alla pressioni di comitati di cittadini ed esposti in procura.

L’annuncio del sindaco Brugnaro via Twitter

Brugnaro Venezia
Il tweet del sindaco

Il sindaco Luigi Brugnaro ha annunciato la delibera della giunta anche via twitter: “#ConsiglioMetropolitano | Investiamo sul #futuro e sulla #mobilità: 5 milioni per la scuola e 1,5 milioni per favorire la transizione a motori elettrici e ibridi delle imbarcazioni, sia private che da lavoro“-

Nell’ultimo mese è arrivata pure l’ordinanza della Capitaneria di porto sui limiti di velocità: “Sarà quindi una violazione in sé la navigazione in assetto planante“. Intervento robusto contro il moto ondoso che provoca danni ai palazzi storici ovvero il capitale di Venezia.

Svolta in centro: navigazione solo in modalità elettrica

Il primo cittadino nei mesi scorsi aveva annunciato che nei prossimi tre anni la circolazione nel centro storico cittadino sarà solo in modalità elettrica (leggi qui). Una conversione profonda della flotta veneziana che attira anche l’attenzione di alcuni cantieri esteri (vedi l’articolo).

Motore ibrido
Il modello della barca che andrà in elettrico nel centro della città

Oltre gli incentivi sono stati stanziati 250 mila euro per l’acquisto di: “Imbarcazioni e automezzi ibridi per la polizia provinciale“. Ricordiamo la scelta fatta nei mesi scorsi da carabinieri e guardia di finanza.

Un futuro con la navigazione  in modalità elettrica

E’ una manovra che guarda al futuro dei nostri giovani e soprattutto ad incentivare un graduale e fondamentale passaggio ad una mobilità sempre più attenta al rispetto dell’ambiente sia dal punto di vista di emissioni inquinanti che di rumorosità“. Parole del sindaco.

Una svolta per i cantieri locali: presentati nuovi motori e imbarcazioni

A Venezia nelle ultime settimane è stato presentato un taxi boat del cantiere Vizianello con motori Huracan Power, (leggi qui) e ora si punta sul taxi boat Avanti, poi la nuova barca di Pietro Tosi (qui), il varo della topetta elettrica realizzata da Giovanni Da Ponte con motori Mitek . Senza dimenticare l’attività della Transfluid che in città ha presentato i suoi taxi ibridi. Infine l’attivismo di Assonautica e di personaggi come Kevin Desmond  con la promozione della e-regata (qui).

L’iniziativa è risultata gradita a Confcommercio Ascom Venezia. Il presidente Roberto Magliocco: “La battaglia sulle motorizzazioni green che mi ha visto in prima linea fin dal 2003 ha portato finalmente contributi sostanziosi per avviare la trasformazione. Invitiamo  i nostri associati Ascom sia del trasporto merci che del trasporto pubblico non di linea a cogliere questa importante opportunità”.

I VIDEO: Nel nostro canale You Tube (iscrivetevi) le immagini dedicare alla topetta, al motore per la barca dei carabinieri e la barca di Pietro Tosi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome