Home Auto La storia / Il ragazzino che “volava” sulla fabbrica Tesla

La storia / Il ragazzino che “volava” sulla fabbrica Tesla

0
CONDIVIDI
Silas, il ragazzino che, con il drone filmava la nascita della Gigafactory di Berlino. La Polizia l'ha fermato, poi...

La storia che vi raccontiamo è quella del ragazzino tedesco che, con il suo drone, “volava” sulla fabbrica che Tesla sta costruendo vicino a Berlino . La sua idea era di documentare sul suo canale YouTube la nascita della prima Gigafactory europea, un evento che verrà ricordato a lungo. La Polizia l’ha fermato, ha rischiato sanzioni pesanti, fino al lieto fine…

La storia del 13enne Silas, del suo drone e dei video su YouTube

la storia
La zona in cui sta nascendo la Gigafactory europea di tesla, non lontano da Berlino

Il piccolo eroe di questa storia si chiama Silas, è un fan di Elon Musk e a soli 13 anni è già uno YouTuber piuttosto noto in Germania, con il nomignolo “Tesla Kid Grünheide”.  Grunheide è la località del Brandeburgo nel quale nascerà la fabbrica. Da grande appassionato di droni,  Silas (che vive poco lontano) si era entusiasmato all’idea di documentare lo sbarco di Tesla in Germania con una serie di video da postare sul suo profilo. Sembra un film, e invece è tutto vero: ci sono on-line i video del giovane Tesla Kid, con il suo apparecchio per i denti e l’inglese con il forte accento tedesco, mentre racconta le immagini captate dal cielo.

Un sogno interrotto dall’arrivo della Polizia, che contestava al ragazzino l’indebito ingresso nell’enorme proprietà acquistata da Tesla, in tutto 120 mila mq, l’equivalente di 150 campi di calcio. Silas non era l’unico a seguire con immagini non autorizzate la nascita della fabbrica: al lavoro c’era anche un gruppo di ambientalisti, allarmati dal taglio degli alberi che insistevano sulla zona.

L’appello a Musk: “Elon, lascialo volare”

La storia stava per finire male. Il giovane YouTuber si è visto consegnare un’intimazione  a smettere immediatamente di far volare il suo fidato drone. Con il rischio di un processo e una multa molto salata. Ma si possono soffocare così i sogni di un intraprendente ragazzino? Sui social sono partiti gli appelli a Tesla affinché intervenisse per sistemare la situazione, in particolare sul canale YouTube Now You Know, con lo slogan “Dear Elon, let him fly” (“Caro Elon, lascialo volare”).

E la storia effettivamente è arrivata all’orecchio di Musk. Che ha immediatamente concesso al “Tesla Kid Grünheide” l’autorizzazione a filmare dal cielo i lavori per la seconda Gigafactory costruita fuori dagli Stati Uniti, dopo quella di Shangai. Dandogli anche un’insperata popolarità, che ha moltiplicato gli accessi al profilo YouTube. C’è da scommettere che, quando la fabbrica aprirà nel 2021, Silas ci sarà tra gli invitati di mister Musk. Sarà lui a filmare l’evento che segnerà l’avvio della produzione di Model 3 e Model Y nel cuore dell’auto made in Germany. La Storia, quella con la S maiuscola, raccontata da un piccolo YouTuber.

— LEGGI ANCHE /  I droni, come sceglierli, quanto costano: Guida facile e Listino prezzi