Home Auto La Smart EQ è leader perché soprattutto si noleggia

La Smart EQ è leader perché soprattutto si noleggia

0
CONDIVIDI
Maurizio Zaccaria, Direttore Smart e Innovative sales di Daimler-Mercedes Italia.

La Smart EQ è leader di mercato in Italia perché non solo si acquista, ma si noleggia anche a lungo termine. I in genere con contratti a 3 anni. E per il 2020 la piccola tedesca conta di passare dalle 2.973 auto vendute nel 2019 (tra due e quattro posti) ad almeno 5 mila.

La Smart EQ si noleggia per il 70%

La Smart EQCon l’avvento dell’elettrico le Case d’auto stanno spingendo verso formule che superino il classico contratto d’acquisto. L’alternativa più ragionevole è il noleggio a lungo termine, in grado di offrire un duplice vantaggio. Il primo è spalmare su più anni il prezzo d’acquisto, che notoriamente per l’elettrico resta più alto (per la Smart la differenza rispetto al benzina è di circa 10 mila euro). Il secondo è di eliminare l’incognita del prezzo finale di rivendita dell’usato: a fine contratto l’auto torna al noleggiatore e il problema è suo.

    La più venduta nel 2019 tra le elettriche

Il successo di questa formula spiega anche perché nell’analisi degli acquirenti Smart sia così alta la percentuale delle partite IVA rispetti ai privati: il 78% contro il 22%. Anche quel 78% è fatto in gran parte da privati, ma la loro auto risulta immatricolata dalla nostra società che poi stipula il contratto“, ci spiega Maurizio Zaccaria, Direttore Smart e Innovative sales di Daimler-Mercedes Italia. C’è anche un altro dato a confermare la nuova tendenza. Se nelle Smart a benzina solo il 15% veniva acquisito con contratti di noleggio a lungo termine, con l’elettrico siamo saliti al 70%.

Anche nell’elettrico Roma è la città più “smartista”

Zaccaria spiega che la tipologia di cliente Smart è fatta essenzialmente da due categorie. Ovvero: il cliente urbano, che fa percorrenze basse e ricarica ogni 3-4 giorni. E il cliente di provincia, che copre distanze più lunghe, ma ha anche più facilità di ricaricare ogni giorno (quasi sempre a casa). Tra le città, anche nell’elettrico la più “smartista” resta Roma, con circa 900 pezzi nel 2019, ma Milano insegue a quota 650.

La Smart conta di immatricolare quest’anno 5-6 mila auto, tutte elettriche.

Il 2020 è un anno importantissimo per Smart, il primo dell’era solo-elettrica (la produzione di vetture a benzina è terminata a marzo 2019). Di fatto ora è, assieme a Tesla, l’unico marchio solo-elettrico presente sul mercato.  E quest’anno la Smart in Italia conta di immatricolare tra le 5 e le 6 mila macchine, tutte elettriche quindi. Questo grazie anche a una maggiore disponibilità di prodotto, anche nella versione a 4 posti, la ForFour. E a una politica commerciale più aggressiva, accompagnata da uno spot televisivo piuttosto controverso.