Home Agenda eventi La ricarica a casa: se ne parla a Ecomondo con Vaielettrico

La ricarica a casa: se ne parla a Ecomondo con Vaielettrico

3
CONDIVIDI
ricarica a casa
Ricaricare a casa, un sogno o un incubo? Se ne parla a Rimini, il 6 novembre.

La ricarica a casa: un sogno o un incubo? È il titolo di un incontro organizzato da Vaielettrico. Si terrà a Ecomondo di Rimini il 6 novembre (h.11, Sala Mimosa 2), all’interno di Key Energy (qui il programma completo).

La ricarica a casa e anche in azienda

La ricarica privata, possibilmente con una wall-box o una colonnina, è il sogno di chi usa un’auto elettrica. Se poi almeno una parte dell’energia che si usa è auto-prodotta, per esempio con un tetto fotovoltaico, ecco che il sogno diventa ancora più bello. Ma tra il dire e il fare spesso ci sono ostacoli di carattere normativo e tariffario. Soprattutto se si vive in un condominio in cui allacciare la ricarica a una presa in garage può creare più di una complicazione. Anche nei rapporti con gli altri condomini. E poi c’è un problema di potenze impegnate: normalmente gli impianti domestici non vanno oltre i 3 kW. Ma per ricaricare più velocemente, e alimentare al contempo i consumi di casa, si può effettuare un aumento di potenza.

ricaricare a casaMa a quanto? E con quali costi? A questi e a mille altri interrogativi risponderanno i nostri relatori. In un dibattito aperto a chi sarà in sala. Dopo un’introduzione di Mauro Tedeschini di Vaielettrico, interverranno Stefano Sordelli di Volkswagen Group Italia, Massimo Agostinelli di Enel X Italia, Sergio Torre di Duferco Energia, Carlo Ferri di Hera Group e Armando Pasquarelli di Soavenergia. La ricarica a casa non sarà l’unico tema: si parlerà anche della possibilità di mettere wall-box o colonnine nelle aziende. Magari per offrire un servizio in più ai dipendenti virtuosi che hanno scelto la mobilità sostenibile. E che, alla fine del lavoro, si ritrovano l’auto col pieno.

Key Energy
Un’immagine di Key Energy 2018.

— Se avete quesiti da rivolgere a questi esperti, potete scrivere nello spazio per i post in fondo all’articolo.

Gli appuntamenti di Key Energy: logistica…

Logistica smart
Di logistica smart si parla il 6/11.

Il convegno di Vaielettrico rientra tra i tanti appuntamenti organizzati nell’ambito di Key Energy sui tema della sostenibilitàSi parte alle 14 di martedì 5 novembre, nella sezione “Agorà Energy 1”, con il convegno “Rinnovabili, efficienza, mobilità alla luce del Piano Energia Clima”. L’incontro è a cura di Energy Strategy Group, Politecnico Milano e Comitato Scientifico Key Energy. Nel pomeriggio di mercoledì 6, dalle 14 alle 18 nella Sala Camelia,  Logistica merci: i progetti per la logistica smart in Italia”. Con gli interventi di CNR-IIA (CNR-IIA Comitato Centrale per l’Albo Nazionale degli autotrasportatori) e Kyoto Club. In contemporanea, nella sala Agorà Energy 1, incontro su Il green new-deal per la mobilità: less, electric, green, shared-muoversi con leggerezza.

Bus elettrici
Di bus elettrici si parla il 7/11.

…bus elettrici e micro-mobilità

Il 7 novembre ASSTRA (h. 9.30- 13.30,  sala Mimosa 1), organizza il Forum nazionale dell’innovazione nel trasporto collettivo. Titolo: L’innovazione energetica e Le prospettive economiche legate alle fonti di trazione “pulite”. Spostandosi nella Sala Agorà Energy 1, nel pomeriggio, Motus – E tratterà il tema della mobilità elettrica in chiave di nuovo business. Il titolo è  La mobilità elettrica come motore di ripresa dell’industria italiana: un confronto.

micro-mobilità
Di micro-mobilità elettrica si parla venerdì 8/11

L’ultimo giorno, l’8 novembre, due appuntamenti. La mattina, (sala tulipano del padiglione B6), Editoriale Il Verde organizza La viabilità ciclabile tra pianificazione e sostenibilità”. Infine, (sala Girasole della Hall), La nuova frontiera della micromobilità elettrica integrata. Sharing – Fast e Wireless Charging – IOT”, a cura di EMOBY.

— Leggi anche: Rinnovabili e colonnine in azienda: ecco gli incentivi

 

 

 

3 COMMENTI

  1. salve,
    desidererei ricevere informazioni sulle soluzioni delle ricariche casalinghe rimborsabili dall’azienda.

  2. in azienda sono assegnate auto e relative card benzina; fino a toto litri/anno, la fattura la paga l’azienda; oltre, il dipendente rimborsa la differenza all’azienda in busta paga. Il regime fiscale ha le sue regole e sono tutte rispettate. Ho scelto un’auto elettrica e l’azienda non è pronta con una procedura equivalente a quella dei carburanti. Essendo il primo con EV, vorrei aiutare il collega a individuare la soluzione con i suoi aspetti commerciali, logistici, fiscali, ecc ecc già sapendo che preferirò caricare nel mio box di casa

Comments are closed.