Home Nautica La pizza arriva in e-foil ed entra nel museo del design

La pizza arriva in e-foil ed entra nel museo del design

0
E-foil
Uno spot per l'e-foil con la consegna della pizza
Webinar

La pizza arriva via acqua, sull’onda di un’e-foil dei pizzaioli di Alfresco, locale italiano sulla Gold Coast australiana da oltre 30 anni. Una simpatica rappresentazione nel video che vi proponiamo. Segno che la tavola da surf elettrica e con foil sta conquistando un gran numero di appassionati, come dimostra anche il premio per il design a Fliteboard che da giugno sarà esposta in un museo in Germania.

Il video: pizza volando sull’acqua

YouTube player

 Vasco, l’ambasciatore dell’e-foil 

Ogni nuova tecnologia ha necessità di ambasciatori. Uno dei più attivi in Australia è Vasco Vellez che ha trasformato una passione in lavoro con la creazione di una scuola. Lo spiega bene il “professore”: “Nel 2016 sono stato il primo in Australia a possedere un e-foil, come abbiamo deciso di chiamarlo. Il nome ha preso rapidamente piede e ora è primo in classifica, eh eh”. E in soli due anni: “Sono successe tante cose. Siamo passati da “è una mania” ad essere la tavola preferita da ogni surfista”.

YouTube player

L’e-foil è amato anche dai pizzaiolidi Alfresco: “Consegna della pizza in e-foil, come pensare fuori dagli schemi”. Locale italiano storico della Gold Coast austrialiana dove i corsi di eFoil GC fanno il pieno. Vasco Vallez forma sempre nuovi adepti del surf elettrico che possiamo definire  anche come il monopattino delle città d’acqua. Un comodo e veloce mezzo di spostamento nei porti, nelle marine, nei canali e nei laghi.

Fliteboard premiato come opera di design

Ci si diverte a cavalcare le onde con gli e-foil.   Ma sono anche delle opere di design. Sicuramente il Fliteboard, (ne abbiamo scritto in questo articolo suscitando molto interesse) che abbiamo visto anche solcare la Laguna di Venezia, all’Arsenale. Un oggetto che piace ai designers come conferma il premio “Best of the best” Red Dot per il design di prodotto 2020.

Un riconoscimento motivato da Peter Zec, fondatore del premio : “La giuria si è espresso per il premio perché solo i visionari del design sono in grado di raggiungere un perfetto equilibrio tra qualità di funzione, attrattiva, utilità e responsabilità”. E visto il riconoscimento Fliteboard sarà esposto al Red Dot Design Essen, in Germania.

Navigazione a zero emissioni 

David Trewern, fondatore e CEO di Fliteboard è soddisfato del riconoscimento: ‘Vogliamo anche che i nostri clienti si divertano. il fliteboarding sembra volare, offrendo una navigazione silenziosa e praticamente senza emissioni”. L’e-foil offre un’autonomia da 1 ora e 30 minuti a una velocità di 45 km/h.

LEGGI ANCHE: E i francesi si fanno il surf elettrico (con foil)

Phoenix
Vesper
Apri commenti

Rispondi