Home Auto La Panda elettrica si farà sulla base della Centoventi

La Panda elettrica si farà sulla base della Centoventi

2
CONDIVIDI
Fiat Centoventi
La Fiat Centoventi presentata a Ginevra 2019

La Panda Elettrica, dopo la 500e, si farà. E nascerà sulla base della Centoventi, la concept che la Fiat ha mostrato con successo al Salone di Ginevra (guarda l’articolo).

“Fiat ha bisogno di più auto elettriche”

È stato il capo della Fiat, Olivier Francois, a svelare i piani della marca in una conversazione con la testata inglese AUTOCAR. Francois ha parlato di quel che è stato deciso in un meeting ad alto livello tenuto a fine luglio nel Centro Stile Fiat di Mirafiori, a Torino. La linea è molto chiara: in futuro la marca si concentrerà sulla produzione di veicoli di una lunghezza compresa tra i 3,5 e i 4,5 metri. Niente più vetture di grandi dimensioni o sportive, per le quali il manager francese ritiene che la Fiat non abbia più la “legitimacy”, la credibilità.

Olivier Francois
Olivier Francois al Salone di Ginevra con la Fiat Centoventi.

Ci si ferma a vetture delle dimensioni della 500 X e della Tipo. Ma con il focus soprattutto sulle due “mini” che danno alla Fiat il primato in Europa nel cosiddetto segmento A, la 500 e la Panda, appunto. E qui i piani sono interessanti anche per l’elettrico, perché Francois ha detto esplicitamente che “la Fiat ha bisogno di più EVs“. Specificando che la marca torinese “ha una doppia missione. La mobilità urbana è il nostro core oggi, ma puntiamo anche alla mobilità delle famiglie. Il che è particolarmente vero nell’Europa del Sud

La 500e avrà cinque porte?

A proposito del Cinquino elettrico, AUTOCAR azzarda un’ipotesi suggestiva: avrà cinque porte, invece delle tre attuali. Si tratterebbe per i sedili dietro di portiere “incernierate”, simili a quelle messe dalla BMW sulla sua elettrica i3. Il che consentirebbe di sfruttare al meglio il maggior spazio di cui la 500e dispone grazie a una maggiore larghezza. Ovviando anche alla crisi di vendite che affligge in tutta Europa i modelli a tre porte.

500 elettrica
L’univa immagine ufficiale della nuova 500 elettrica rilasciata dalla Fiat

Per la verità dalle foto-spia girate finora della 500e durante i test di sviluppo non sembra di intravvedere accessi posteriori. Ma si tratta di auto ben camuffate e ogni soluzione resta aperta. È confermata comunque la presentazione del Cinquino elettrico al Salone di Ginevra di marzo e la messa in vendita nella seconda parte dell’anno prossimo.

Dalla Centoventi nascerà la Panda

E qui viene il bello. Perché Francois fa capire che il look e la filosofia della nuova Panda, attesa tra due anni, sarà molto vicino a quello della Centoventi. A proposito della quale le parole esatte del manager francese sono state: “Its looks are very faithful to the next-generation Panda”. Ovvero: “Le sue linee sono molto fedeli a quella della Panda prossima-generazione”.

Nuova Oanda
LA FIAT Centoventi anticipa le linee della nuova Panda, che sarà anche elettrica

Ma per vedere questo modello nelle concessionarie occorrerà aspettare quattro anni, prima (nel 2021) uscirà la nuova Panda nella versione-base a benzina, con lo stesso look della Centoventi. E quando arriverà, la Panda elettrica avrà la possibilità di modulare il pacco-batterie a seconda delle proprie esigenze. Con un entry-level a 100 km di autonomia, per avere un prezzo d’attacco molto competitivo.

 

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2 COMMENTI

  1. A dire il vero la “comunità” vorrebbe che sia prodotta proprio la Fiat Centoventi, così com’è, e non altri surrogati come la Fiat Panda elettrica.

  2. La vera verità è che l’ambita, a furor di popolo, Centoventi presenta dimensioni vicine a un segmento C e il prezzo non sarà popolare come vorremmo, così quello della 500Elettra.

    Certo, si può ridurre, in virtù della modularita’ nell’assumere diversi pacchi batterie, proponendo la Centoventi a un prezzo inferiore ai 30.000 euro con l’autonomia cittadina, ma non quella long range.

    Per cui il problema che giustamente si pone FCA e che vuole risolvere, è quello di realizzare un’elettrica da 20.000 euro nel segmento A o B, risultato impossibile da conseguire con la 500Elettra e la desiderata Centoventi che si rivelerà l’antagonista per qualche migliaia di euro in meno della ID.3 di Volkswagen, avviata ad un successo prima tedesco, poi dopo qualche anno, europeo, per i minor costi che avranno le batterie.

Comments are closed.