Home Auto La notiziona del mese? L’Audi che spreme 25 km

La notiziona del mese? L’Audi che spreme 25 km

5
CONDIVIDI
La notiziona del mese
L'Audi e-tron 55 ora dichiara 436 km di autonomia. Immutato il prezzo a 85.100 euro.

La notiziona del mese di novembre? È l’Audi che spreme 25 km di autonomia in più dalla e-tron. Al motto di “ogni dettaglio conta“, la Casa di Ingolstadt ha corretto al volo un modella uscito solo un anno fa.

La notiziona del mese, più del Cybertruck di Tesla

La notiziona del mese
Il Cybertruck, il pick-up della Tesla.

Certo, il mese che si chiude sul fronte della mobilità elettrica ha visto un sacco di eventi. A cominciare da presentazioni importanti come il Cybertruck di Tesla, con tanto di vetro rotto (leggi qui). E il Suv della Ford, con un nome impegnativo come Mustang (qui l’articolo). Ma nulla, secondo noi, regge il confronto con quel che è successo in casa Audi. All’apparire della e-tron, i confronti con i Suv elettrici della concorrenza non erano stati confortanti per l’Audi. E così la Casa tedesca, poco abituata ad essere strapazzata dalla critica, ha messo alla frusta i suoi ingegneri. Dando loro non qualche anno di tempo, come si fa di solito nella compassata industria made in Germany, ma pochi mesi. E ora lo staff può annunciare di essere saliti a 436 km, nel ciclo WLTP.

Notizia del mese

I dettagli sono contenuti in un report messo on line il 28 novembre. Vi si racconta per esempio  che “gli sviluppatori Audi hanno sensibilmente ridotto le perdite di energia concentrate negli istanti in cui le pastiglie dei freni sfiorano i dischi”. O che il powertrain ha beneficiato di una serie di affinamenti. Disinserendo completamente il motore elettrico anteriore durante la marcia normale e scollegandolo dalla rete di alimentazione. E si è lavorato anche sulle batterie, portando la capacità effettiva, sui 95 kWh nominali, a 86,5 kWh. Gli ingegneri hanno poi affinato il sistema di raffreddamento dell’auto, per ottimizzare la performance dei motori elettrici. Così da gestire in modo più efficiente la temperatura della batteria, dei motori e dei relativi rotori, delle elettroniche di potenza e del dispositivo di ricarica.

“Ogni dettaglio conta”, finalmente

Audi e-tron 55Perché ci piace questa storia? Perché indicarla come la notiziona del mese? Dimostra che il passaggio all’elettrico sta costringendo tutti i costruttori a uno sforzo incredibile. Quello di trovare soluzioni che consentano di fare più strada con meno energia. È finito il tempo in cui la corsa era a sviluppare motori sempre più potenti. E questo è il miglior modo di declinare il concetto di sostenibilità all’automobile e alla mobilità in generale. È un po’ come aguzzare l’ingegno nel deserto per far tesoro di ogni goccia d’acqua disponibile. L’irrigazione a goccia è nata da lì. “Ogni dettaglio conta”, finalmente. E siamo certi che l’esperienza e gli sforzi che si faranno con l’elettrico saranno utili anche alle macchine con motorizzazioni tradizionali. Certo, anche nelle auto a benzina o a gasolio si guardava ai consumi. Ma qui è una questione di vita o di morte. La gara, ormai, non è a chi sviluppa più cavalli. Ma a chi fa più km con meno kWh. Vinca il migliore. E c’è già chi, come il sito americano Electrek (clicca qui) già scrive che l’Audi dall’e-tron potrebbe spremere di più… 

P.S. Non sarebbe male se anche l’Audi per l’e-tron presentasse un bilancio delle emissioni nell’intero ciclo di vita. Dalla produzione delle batterie fino a quel che si consuma su 200 mila km e allo smaltimento finale. Come già fanno la Mercedes per la EQC e la stessa Volkswagen per l’ID.3.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

page1image4190657712

 

5 COMMENTI

  1. Questo mese anche Tesla ha aumentato l´autonomia della Model 3 Long Range di circa 19 km tramite un semplice aggiornamento firmware ricevibile online e che quindi avvantaggia anche le auto giá vendute.
    Le Model 3 Standard Range Plus invece potranno ricaricare a 170 kW invece che 100 sempre tramite aggiornamento software online.
    Tramite lo stesso sistema hanno anche aumentato la potenza erogata di circa il 5% e la frenata rigenerativa tanto da completare l´utilizzo della guida one pedal driving
    Ed una lista di altri piccoli ma utili miglioramenti via software per anche le auto giá vendute

    Nel frattempo anche altre endotermiche hanno ricevuto richiami software ma in officina e per lo sforamento delle normative sulle emissioni

  2. Ci sarebbe anche un altro accorgimento per aumentare l’autonomia di quel pacco batterie: smettere di montarle su questi pachidermi per i quali le parole leggerezza ed efficienza aerodinamica non hanno alcun significato

    • Purtroppo il mercato continua a percepirle come cool anche auto alimentato dalla loro crescita di popolaritá, ignorando le basi fondamentali per cui questi veicoli andrebbero evitati, sono persino arrivato a sentirle definite piú sportive rispetto ad una equiparabile 5 porte.
      Se ci sono sono raritá confronti educativi in cui vengono comparati tra loro 5 porte di spazio analogo con i relativi crossover a livello di costo d´acquisto, consumi, costi di manutenzione, resistenza aerodinamica, handling, prestazioni, sicurezza, impatto ambientale, …
      Ma d´altronde c´é il rischio di risultare impopolari: vengono principalmente cercate conferme alle proprie percezioni ed il look e la moda sono a farla da padroni

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome