Home Aziende e flotte La Municipale di Pistoia va in elettrico con le Zero DSR

La Municipale di Pistoia va in elettrico con le Zero DSR

2
CONDIVIDI

Anche la Municipale scopre l’elettrico a due ruote. Succede a Pistoia dove sono recentemente entrate in flotta quattro  moto elettriche Zero DSR con insegna delle locale polizia, luci blu e sirene comprese. Sono veicoli di serie tra i più potenti della gamma elettrica prodotta dalla società californiana Zero Motorcycles. Li ha riallestiti dalla Bertazzoni Veicoli Speciali,  un’azienda di Collecchio, in provincia di Parma, specializzata nella rielaborazione di veicoli per usi speciali.   

P1100092m

 La Zero DSR è uno dei prodotti di punta della Zero Motorcycles. E’ stata pensata per il turismo a medio lungo raggio  per i motociclisti europei. Può raggiungere i 163 km/h grazie a un motore che sviluppa 52 kW di potenza. Dispone di una batteria standard da 11,4 kWh che consente un’autonomia  di 262 km nel ciclo urbano e 169 nel ciclo misto, Nell’allestimento con batteria supplementare (Power Tank) la capacità dell’accumulatore sale a 18 kWh e l’autonomia a 328 km in città e 212 nel misto.

P1100067m

La notizia e le foto sono state postate in un tweet dal responsabile delle relazioni esterne per l’Europa di Zero Motorcycles Josef Morat (https://twitter.com/jmorat).

L’azienda californiana è il più longevo e il più affermato produttore di moto elettriche del mondo, Cina esclusa. Il 24 febbraio prossimo svelerà il suo ultimo modello, la SR/S.  Ieri notte sono circolate sul sito americano electrek le prime foto e le prime notizie su prestazioni, allestimenti e prezzi.
La nuova Zero SR/S
Si tratterà di una gemella della SR7F, l’ammiraglia della gamma Zero presentata esattamente un anno fa. E’ una moto stradale per uso cittadino e sportivo con lo stesso motore della SR/F ma carenata. Sarà quindi la prima vera e propria moto supersport di Zero Motorcycles. Il prezzo di partenza è di 19.950 dollari.

LEGGI ANCHE: Zero, l’e-moto non si improvvisa: 12 anni per essere i primi

2 COMMENTI

    • Lei pagava anche per le BMW bicilindriche 1.100 precedentemente in dotazione. In più si respirava una dose quotidiana di polveri sottili e gas tossici.

Comments are closed.