Home Auto La Multipla rinasce (anche) elettrica tra due anni

La Multipla rinasce (anche) elettrica tra due anni

12
CONDIVIDI
Ecco una studio di design, SRK, ha immaginato le forme della nuova Multipla.

La Multipla rinasce (anche) elettrica tra due anni. Lo rivela L’Argus, testata ben informata su quel che bolle in pentola in casa Peugeot (e ora Stellantis).

la multipla
LA NUOVA PANDA nascerà sulla base del codcpt Fiat Centoventi?

La Multipla arriverà con la nuova Panda, un piccolo Suv elettrico

La Multipla arriverà L’idea del management guidato da Carlos Tavares è di idetntificare sempre più la Fiat come marca primo-prezzo, con veicoli essenziali concepiti in accoppiata con la Citroen. Lasciando a Peugeot e Alfa Romeo gli spazi nel mercato premium. Oltre alla 500, che continua ad avere ottimi risultati facendo storia a sé, si parla di due modelli:

  • un Suv solo-elettrico, che dovrebbe prende il posto della Panda. Con un prezzo entro i 20 mila euro e un look che si richiama al concept Centoventi.
  • e di una monovolume che sarebbe appunto la nuova Fiat Multipla, da produrre sulla stessa piattaforma della Citroen e-C4, la e-CMP.

Al momento la e-C4 ha un pacco batterie da 50 kWh e di un motore elettrico da 136 CV, lo stesso condiviso da Peugeot e-208 e Opel Corsa-e. La nuova Multipla, comunque, non sarà solo elettrica: a differenza di Volkswagen, Stellantis continua a declinare molte auto anche nelle motorizzazioni tradizionali. Convinta che il solo-elettrico sia  prematuro.

la Multipla
La Zotye M300 Langyue, versione elettrica cinese della vecchia Multipla.

In Cina una versione elettrica è già stata fatta

Per bocca del capo del marchio, Olivier Francois, la Fiat ha più volte annunciato di voler trasformare la sua gamma in solo elettrica tra il 2025 e il 2030. Stabilendo che la data precisa coinciderà con il momento in cui le EV avranno un prezzo pari a quello dei motori tradizionali. Non a caso il nuovo slogan è ““It’s Only Green When It’s Green for All”, ovvero “È veramente green quando quando è green per tutti“. “Il nostro dovere è offrire al mercato, il più presto possibile, auto elettriche che non costino più di quelle a combustione”, ha spiegato più volte Francois. “Compatibilmente con la riduzione del costo delle batterie”. Quella in arrivo tra due anni non sarebbe comunque la prima Fiat Multipla elettrica della storia. Un sito spagnolo ci ricorda che la seconda generazione della monovolume torinese ha avuto una seconda vita in Cina. Qui un marchio locale la commercializzava sostituendo il propulsore originale con uno elettrico, con batterie intercambiabili .

 

Apri commenti

12 COMMENTI

  1. Comunque solo un geniale matto visionario come elon musk poteva avere l’idea di mandare in giro oer il cosmo una sua vettura con alla guida un manichino astronauta chiamato starman che ascolta space oddity ed un paio di altre canzoni in tema.,oltretutto usando un lanciatore spaziale di sua proprietà.
    Veramente un secolo avanti.
    Immagino tavares o toyoda o quell’altro di Volkswagen la faccia che hanno fatto.

  2. L’auto più figa che abbia guidato in vita mia! Ancora la rimpiango moltissimo. Speriamo la facciano elettrica a prezzi abbordabili!

      • Tu sei messa male a risposte. Non capisco questa aggressività gratuita. Io ho offeso qualcuno? Non mi pare… Tu hai guidato una Multipla? Non credo, visto il commento, quindi perché parli visto che io parlavo della guida non dell’aspetto? Evidentemente non tutti quelli che si interessano all’elettrico hanno un QI adeguato…

  3. E vai di revival.
    Continua il festival delle riesumazioni dalle catacombe in ottica nostalgia canaglia.
    Parlando seriamente nulla di male, solo con una propulsione del tutto alternativa si elimina il rischio di atroci delusioni vedi il nuovo maggiolino che da questo punto di vista è un caso scuola.
    Certo prendere un’icona come il maggiolino bel rischio eh.
    La multipla poi….la prina serie cone design lasciamo perdere ,la seconda un po’ più guardabile,e comunque il modello ha avuto i suoi estimatori

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome