Home Auto La mia Tesla green, in tutti i sensi

La mia Tesla green, in tutti i sensi

19
CONDIVIDI
Enrico racconta i suoi due anni con una Tesla Model 3, "wrappata" con un verde deciso.
La mia Tesla green, in tutti i sensi…Per le emissioni e il colore “wrappato” con un verde deciso: Enrico, un lettore di Ancona, si racconta. Volete anche voi condividere la vostra esperienza in elettrico? Scrivete a info@vaielettrico.it

la mia Tesla greenLa mia Tesla green, una pacchia coi Supercharger

di Enrico Cappanera
“Due anni fa ho comprato una Tesla Model 3 Standard Range e devo dire che sono molto soddisfatto. Elon Musk  è stato un genio a muoversi prima di tutti con la realizzazione dei sistemi di  ricarica , con i cosiddetti Supercharger. Questo garantisce una semplicità di viaggio anche per le lunghe percorrenze,  con una batteria relativamente piccola come quella della mia Tesla, 52 kWh. Negli ultimi due mesi dalle Marche, dove risiedo, sono andato sia a Genova che a Torino. Sono partito da Ancona e ho fatto 500 km con una sola tappa, a velocità relativamente contenute, circa 110 km/h. Mi sono fermato a Forlì dove il Supercharger è da 250 kW e c’è anche un ristorante dove mangi bene: la ricarica è finita prima che io finissi di pranzare. Quindi nessun ritardo , nessun problema: poi ovviamente, arrivato a Torino e a Genova, ho ricaricato lì nei pressi del centro.

la mia Tesla greenCosti per viaggiare? Il 50% rispetto al diesel

Non mi ero portato neanche i cavi di ricarica, sia a bassa potenza che a media, poiché la fiducia sul Supercharger è molto alta e non mi ha mai tradito. Mai trovati occupati né fuori servizio. Credo che questo sia il segreto dello sviluppo delle auto elettriche: avere certezza della ricarica e dei costi di viaggio, che sono del 50% inferiori rispetto a un diesel. Non parliamo del benzina , senza contare poi gli aumenti che ci sono stati ultimamente. Quindi, non per modernismo, ma la vita in elettrico non solo è sinceramente possibile, ma migliora tantissimo il problema dell’inquinamento, soprattutto nei centri città. Non importa quel che costa produrre le auto elettriche come inquinamento, importa che nelle nostre città ci sia un’aria più respirabile. Poi, piano piano, miglioreremo anche la produzione di energia da fonti rinnovabili, in modo da avere certezza che la ricarica sia a zero emissioni. Quindi e’ proprio il caso di dire a tutti : VAI ELETTRICO…
—————————————————————————————

la mia Tesla green— Iscriviti gratuitamente alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —

Apri commenti

19 COMMENTI

  1. Espongo il mio dubbio, tralasciando la penuria energetica che caratterizza questo periodo storico. Secondo voi quando si passerà tutti o in gran parte all elettrica si potranno mantenere le varie offerte o prezzi vantaggiosi alle ricariche?
    Inoltre come si farà a garantire tutta l energia necessaria quando ancora oggi l’estate l Italia va in caos se si accendono due condizionatori in più?
    Senza aggiungere che gli scenari politici attuali prendono seriamente in considerazione la riapertura delle centrali a carbone per sopperire a gas causa guerra e idroelettrico vista la siccità

    • Non si sa, però se aumenta la domanda necessariamente dovrà adeguarsi l’offerta. Tieni però conto che le elettriche caricano prevalentemente di notte, di giorno solo per necessità specifiche.

  2. Ciao Enrico, allora eri tu, me lo ero immaginato, dal colore. Io ero sulla mia ZOE R135 quasi nuova di pacca. Partito da Senigallia stavo andando a Bologna, prima volta in autostrada con una elettrica. Fantastico, viaggio molto rilassante, nonostante il traffico un po’ intenso da Rimini in poi. Sono arrivato in due ore o poco più ed avevo ancora il 24% di batteria. Ho ricaricato fino all’80%, sotto San Luca in una colonnina ENI, ci ho messo poco più di un’ora. Giusto il tempo di fare quello che dovevo. Prima di ripartire sono passato a salutare un amico in una zona periferica di Bologna e proprio sotto casa sua ho trovato una colonnina di ricarica gratis, ad averlo saputo prima!!!

  3. Qui tutti parlano di velocità autostradali, ma ho notato che gli smanettoni sono sempre meno!
    Sarà colpa del prezzo carburante e certi suv bevono parecchio…o di qualche punto in meno sulla patente, ormai a parte qualche estero smanettone, andando a 120 non sono più lento della maggioranza degli automobilisti.

  4. Acc…! Enrico, complimenti! Da bravo jesino, ti invidio per avermi copiato anche il colore, il più esatto per una vettura elettrica.
    Buona strada!

  5. Paolo io sto a quello che ho letto: “Sono partito da Ancona e ho fatto 500 km con una sola tappa, a velocità relativamente contenute, circa 110 km/h”. Lui ha viaggiato a 110, non a 130. Poi capisco che la media sia più bassa, ma io leggendo capisco che è andato a 110.

  6. 55000 euro di auto x viaggiare a 110 km/h anche mai. In effetti, ripensandoci, quelli che viaggiano a 130 sono quelli che hanno la AWD, con la rwd e la sua batteria più piccola la velocità cala.

    • Ma anche no. Io non ho modificato le mie abitudini e vado alla stessa identica velocità alla quale andavo prima con la termica. Anzi, dato che il contachilometri delle termiche è solitamente abbondante, in realtà vado più forte di prima.
      Ai 130 fai 250 km di autostrada (è una LFP e la carichi al 100%, per cui hai la piena autonomia sempre) e li fai davvero, non per dire, con aria condizionata accesa, e sono poco meno di 2 ore. Quindi ogni 2 ore ti devi fermare, cosa che io facevo comunque anche prima, mi viene sonno.
      Il SuperCharger di Forlì ha il problema che è presso un centro commerciale abbastanza grande: se non ci arrivi con batteria al 10%, non fai in tempo a mangiare, oppure ti rassegni a doverla spostare mentre stai ancora mangiando (perchè scatta la penale, finita la ricarica). Le tre volte che mi sono fermato lì (con batteria sopra al 50% ma mi serviva per il ritorno) ho dovuto affrettarmi ad andare in bagno.

      • -Io non ho modificato le mie abitudini e vado alla stessa identica velocità alla quale andavo-

        … fermo prima, fermo adesso… 😂😂😂

        (Scusa, non ho resistito…😇😇😇😇)

      • Guido: A 130 si fanno tranquillamente anche più di 300 km.
        Un viaggio autostradale di 450km con autopilot a 134 km/h la media è stata di 13,6 kwh/100km. AC fissa a 21 gradi. Ovviamente non ho fatto i 130 di media ma per colpa del traffico, non perchè non ci volessi andare.
        Confermo che i SUC ti mettono fretta perchè non hai ancora finito di mangiare e l’auto è già più che pronta a partire, e parliamo di fast food, non ristorante…

        • Beh, io ci sono riuscito UNA volta, per cui posso confermare che i consumi sono inferiori ai 20kWh/100km con clima acceso, perchè erano le 2 di notte e tornavo da Milano con le mie figlie accompagnate ad un concerto… per cui autostrada realmente libera e ha sempre tenuto DAVVERO i 130 (anzi, avevo impostato 131, per via dell’arrotondamento che ha in eccesso di 1km).

          13,6 kWh/100km significa avere fatto poco meno dei 100 di media… così non vale!
          Se il venerdì alle 17 punti alla riviera Romagnola, stai tranquillo che riesci tranquillamente a stare sotto ai 10kWh/100km anche con il cruise impostato ai 150 e clima acceso!!!
          (non so se la cosa sia nota o meno, ma la velocità alla quale una Model 3 LR raggiunge la massima efficienza è a 45 km/h, ha il consumo più basso, autonomia REALE di oltre 800 km. A 10 km/h consuma come a 150 km/h)

    • @Enzo:”auto x viaggiare a 110 km/h anche mai”
      O non capisci o fai finta di non capire :-))
      In autostrada tento di mantenere i 135 km/h di velocità reale,
      ma su un tratto abbastanza lungo, diciamo 2 ore di viaggio, incontro praticamente SEMPRE: lavori in corso, tratti a 2 corsie con camion/furgoni che sorpassano, rallentamenti dovuti al traffico intenso, incidenti o veicoli fermi, …
      Per cui alla fine, salvo viaggiare di notte, è impossibile percorrere più 220-230 km in 2 ore .

      Forse mi direte che guido come un “anziano col cappello” ma: non ho ancora trovato nessuno che mi paga le multe degli autovelox/Safety Tutor

  7. I difetti li hai elencati tu ….il prezzo della corrente aumenta in base ai carburanti…in Italia non si deve risparmiare!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome