Home Turismo elettrico La meraviglia dei fenicotteri, con le barche elettriche a Cervia

La meraviglia dei fenicotteri, con le barche elettriche a Cervia

0
CONDIVIDI
Alcuni esemplari di fenicotteri a Cervia

Oggi vi  proponiamo un video ricco di colori e libertà. Quella riconquistata dai 20 fenicotteri rosa liberati nel Parco della Salina di Cervia. I fortunati spettatori si sono imbarcati nelle barche elettriche dell’oasi.

Un’oasi grande come 1000 campi di calcio

I 20 bellissimi fenicotteri sono stati  liberati in una porzione  negli 827 ettari – equivalgono a quasi 1000 campi da calcio –  del Parco della Salina di Cervia. Ritrovata la libertà – erano stati confiscati dalla Polizia Provinciale di Modena e curati dai volontari dell’associazione modenese “il Pettirosso” – si sono così uniti  agli oltre 5500 esemplari che popolano la salina.

I fenicotteri si ammirano con la barca elettrica

La barca elettrica di Cervia per ammirare la fauna della salina

Per ammirare ed emozionarsi davanti a questo spettacolo naturale si può partecipare alle escursioni organizzate dalla cooperativa Atlantide – fino all’ 8 settembre  tutti i giorni alle 17.00 – che fa imbarcare i visitatori nella barca elettrica.

In questo modo si rispetta l’habitat e la vita della fauna della Salina. Merito del silenzio del motore. E si evita lo sversamento degli idrocarburi nelle vasche, tenendo così sana e pulita l’acqua dell’oasi. Per saperne di più sulla visita della Salina vi rimandiamo all’articolo di Vai Elettrico: al link.

L’elettrico utile per il turismo naturalistico

In Italia sono numerosi i siti naturali – pensiamo allo stagno di Molentargius a Cagliari  o per all’Area del Parco del Delta del Po – che offrono spettacoli unici. Un capitale naturale che va tutelato e l’utilizzo dei mezzi elettrici è una delle soluzioni per bandire gli idrocarburi da questi siti.

LEGGI ANCHE: Addarella, l’e-catamarano dell’Adda