Home Auto La Macan elettrica svelata dalla Porsche

La Macan elettrica svelata dalla Porsche

0
CONDIVIDI
Una delle prime immagini della Macan elettrica, in arrivo tra due anni, messa in rete dalla Porsche.

La Macan elettrica è pronta: la Porsche ha messo in rete le prime immagini del suo Suv a batterie in arrivo nel 2023, ancora leggermente camuffato.

La Macan elettrica con un collaudo di 3 milioni di km

Dopo i primi test sul circuito di prova, il Porsche Development Center di Weissach, i prototipi hanno cominciato a uscire in strada per completare la fase di sviluppo.  “I test in un ambiente reale ora in corso sono una delle pietre miliari più importanti nel processo di sviluppo“, spiega Michael Steiner, responsabile di Ricerca e Sviluppo. Quando tra due anni la Macan elettrica sarà in vendita, avrà percorso circa 3 milioni di km di prova in tutto il mondo, nelle più disparate condizioni atmosferiche e di fondo strada.

la macan elettrica
Michael Steiner, capo di Ricerca e Sviluppo, con i prototipi della Macan elettrica (foto: Porsche Newsroom)

I dati raccolti su strada servono per mettere a punto prototipi digitali e viceversa. Con modelli computazionali che replicano le proprietà, i sistemi e le unità di potenza di un veicolo con alto grado di precisione. Esistono 20 prototipi digitali a scopo di simulazione in una serie di categorie di sviluppo, come l’aerodinamica, la gestione dell’energia, il funzionamento e l’acustica. Raccogliamo regolarmente i dati dai vari reparti e li usiamo per costruire un veicolo virtuale completo che sia il più dettagliato possibile“, spiega Andreas Huber, responsabile per i prototipi digitali. Ciò consente di identificare e risolvere i conflitti di progettazione non ancora emersi.

La Macan elettrica: obbiettivo farne “il Suv più sportivo”

Si lavora in particolare sull’aerodinamica, con l’obbiettivo dichiarato di costruire il Suv elettrico più sportivo della categoria: “Abbiamo iniziato con un modello flow-around quando il progetto è iniziato circa 4 anni fa“, riferisce Thomas Wiegand, direttore dello sviluppo dell’aerodinamica. La bassa resistenza è fondamentale al fine di garantire un’autonomia estesa. Anche piccoli miglioramenti del flusso possono fare un’enorme differenza. Gli ingegneri utilizzando simulazioni per mettere a punto dettagli come i condotti dell’aria di raffreddamento.

la Macan elettrica
Un prototipo digitale della Macan elettrica, con dati raccolti anche con i collaudi su strada. (Foto: Porsche).

I calcoli non solo tengono conto delle diverse disposizioni dei componenti, ma anche delle differenze di temperatura nella vita reale.  Particolare attenzione è riservata poi a fasi come la ricarica e il condizionamento della batteria ad alto voltaggio. Entrambi devono soddisfare standar rigorosi, in chiave sia di performance che di sicurezza  “Come la Taycan, la Macan completamente elettrica, con la sua architettura da 800 volt, offrirà la tipica Porsche E-Performance“, promette Steiner.

Scenari da monitorare: ricarica HPC e caldo estremo

Nuovi metodi consentono una simulazione precisa anche della termodinamica. Il sistema di trazione elettrica, dalla batteria al motore, richiede un concetto di raffreddamento e controllo della temperatura separato. Molto diverso da quello di un veicolo tradizionale. Mentre una finestra di temperatura compresa tra 90 e 120 gradi è l’obiettivo per i motori a combustione, il motore elettrico, l’elettronica del gruppo propulsore e la batteria ad alta tensione richiedono un intervallo compreso tra 20 e 70 gradi. 

la Macan elettricaGli scenari critici non si verificano su strada, ma durante la ricarica rapida ad alta potenza a temperature esterne elevate. Gli sviluppatori Porsche sono in grado di calcolare con precisione e ottimizzare digitalmente il posizionamento. Ma anche qui i test con colonnine HPC reali sono fondamentali. Così come le prove di resistenza su strutture di test chiuse e su strade pubbliche in condizioni di vita vera sono ancora indispensabili per garantire che tutto funzioni. Dalla struttura del veicolo, alla stabilità operativa e all’affidabilità di hardware e software…

Un addetto della Porsche alle prese con la preparazione della plancia di uno dei primi prototipi.

— Leggi anche: la Porsche Taycan Cross Turismo è pronta, che ve ne pare?

 

 

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome