Home Sharing La grandine mette k.o. Sharen’go a Modena

La grandine mette k.o. Sharen’go a Modena

0
CONDIVIDI
Sharen'go danneggiata dalla grandine
Le immagini, rilasciate da Share'ngo, dei mezzi danneggiati dalla grandine.

La grandine mette k.o. Share’ngo a Modena. Le macchinette gialle del popolare car-sharing elettrico sono state seriamente danneggiate: servizio sospeso.

Seriamente danneggiate le macchinette gialle

La notizia è stata comunicata agli iscritti con un messaggio della direzione (qui il sito): ”

“La nostra flotta è stata significativamente danneggiata dalla straordinaria grandinata che  sabato scorso 22 giugno ha infierito su Modena.  Le nostre auto necessitano di  importanti interventi di manutenzione  e di rimessa a punto che richiedono tempo e non permettono l’erogazione del servizio in condizioni ottimali. Per queste ragioni  abbiamo deciso, nostro malgrado, di  sospendere l’attività in città a partire dal prossimo 3 luglio 2019 fino al 31 agosto 2019. Ci scusiamo per il disagio che la nostra decisione arreca ai tanti Modenesi che hanno premiato il nostro servizio in questi anni. Purtroppo anche noi, che ci battiamo in prima fila contro i cambiamenti climatici, siamo stati direttamente colpiti dalla furia degli elementi”.

 

Un anno no, dopo i mancati incentivi

La comunicazione è accompagnata dalle foto riprodotte sopra, piuttosto eloquenti. Mostrano le vetturette gialle crivellate da chicchi di grandine di grandi dimensioni, tali da creare seri danni un po’ nelle intere province le province di Modena e di Bologna. Evidentemente il 2019 non si sta rivelando molto fortunato per Share’ngo. A inizio anno i responsabili dell’azienda avevano minacciato la serrata, e l’addio all’Italia, dopo che i quadricicli erano stati esclusi dagli incentivi sui mezzi elettrici (leggi l’articolo) .

#iostoconsharengo
L’hashtag #iostoconsharengo, più che mai attuale

Chiaramente un grosso danno economico. Allora l’azienda lanciò l’hashtag #Iostoconsharengo, per raccogliere sostegno. Ora la grandine assesta un altro colpo. Ma noi facciamo il tifo affiché le macchinette gialle, di fabbricazione cinese, resistano e, anzi, diventino sempre più capillari. Anche perché, oltre a non inquinare, occupano pochissimo spazio e tutti sappiamo quant’è grave anche il problema della congestione.