Home Tecnologia & Industria La durata delle batterie? “Dipende anche da voi”, dice la VW

La durata delle batterie? “Dipende anche da voi”, dice la VW

1
CONDIVIDI
Frank Blome dirige la business unit Battery Cell presso Volkswagen Group Components.

La durata delle batterie? Molto dipende da come si ricarica l’auto. Frank Blome dirige la business unit Battery Cell presso Volkswagen Group Components. E in un’intervista pubblicata sulla Newsroom aziendale spiega presente futuro degli accumulatori per le auto elettriche. Ne riproduciamo un estratto.

La durata delle batterie? Caricare lento e fino all’80%

 

La durata delle batterie
Ecco come sono collocate le varie componenti nella nuova piattaforma elettrica Volkswagen, la MEB.

 

  • Si sa come funziona con gli smartphone: a un certo punto le prestazioni della batteria iniziano a deteriorarsi. E con l’auto?

Le nostre batterie dovrebbero, naturalmente, durare per tutta la vita di un’auto – e questa è notevolmente più lunga della durata della maggior parte dei telefoni. Garantiamo una capacità minima della batteria del 70% per 8 anni o 160.000 chilometri. Come con gli smartphone, i clienti possono anche influire sulla durata della batteria. Regola empirica: la ricarica normale, (a casa in corrente alternata n.d.r), è più delicata della ricarica rapida. E se si carica la batteria solo all’80%, anziché al 100%, è anche possibile aumentarne la durata. Nella maggior parte delle situazioni quotidiane, questo basta.

  • Quali progressi stanno emergendo nella tecnologia delle batterie?

Lavoriamo costantemente per avere ulteriori miglioramenti, soprattutto in termini di costi, autonomia e tempi di ricarica. Mi aspetto che saremo in grado di ridurre significativamente i tempi di ricarica e aumentare il contenuto energetico a partire dal 2024 in poi, utilizzando anodi di silicio. Probabilmente la prossima grande svolta si avrà con la batteria a stato solido. Insieme al nostro partner QuantumScape, stiamo lavorando intensamente per portarli in un mercato maturo.

“Il riciclo finale delle batterie è affar nostro”

La durata delle batterie
Gli operatori del centro di ricerca sulle batterie Volkswagen di Salzgitter.
  • Nel caso di veicoli elettrici, la batteria rappresenta il 40% del valore aggiunto. Come è organizzato il riciclaggio dei materiali?

Ci assumiamo la responsabilità dell’intero ciclo delle materie prime. Tutte le attività dalla produzione di celle al riciclaggio sono gestite da Volkswagen Group Components. Le batterie non sono rifiuti pericolosi, ma una preziosa fonte di materie prime. L’obiettivo è raggiungere il più alto livello possibile di riciclaggio dei materiali e il riutilizzo di preziose materie prime elettroniche come nichel, manganese, cobalto nonché rame, acciaio e alluminio, in modo ecologicamente ed economicamente sostenibile. Alla fine del suo ciclo di vita, la batteria viene riciclata e sfruttata nell’utilizzo in nuovi prodotti come stazioni di ricarica rapida flessibili. Stiamo lavorando a un concetto di riciclaggio per restituire le materie prime al processo di produzione. “Un impianto-pilota è in costruzione a Salzgitter, progettato per produrre un massimo di 1.200 tonnellate di batterie all’anno, che corrispondono a circa 3 mila sistemi di batterie“.

  • Volkswagen sta costruendo la propria produzione di celle a Salzgitter. Quanto tempo serve per la realizzazione?

Insieme al nostro partner Northvolt, prevediamo di avviare la produzione all’inizio del 2024, con la fabbrica di batterie che avrà una capacità annuale di 16 GWh. Ma c’è un’opzione per aumentare a 24 GWh. Il centro di ricerca è già operativo: circa 300 esperti stanno sviluppando processi di produzione innovativi, ad esempio per le batterie agli ioni di litio“.

— Leggi anche:  Sion Power ha già in tasca la super batteria da 420 Wh per Kg

 

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome