Home Agenda eventi Klimamobility 2021, il punto in streaming sull’auto elettrica

Klimamobility 2021, il punto in streaming sull’auto elettrica

4
CONDIVIDI

Klimamobility 2021, un intero pomeriggio venerdì 29 gennaio dedicato alla mobilità elettrica (e all’idrogeno) in collegamento dalla Fiera di Bolzano. Tutti gli eventi di verranno trasmessi gratuitamente in live streaming: basta cliccare qui.

Kilmamobility 2021: nuovi modi di pensare la mobilità

All’interno della tre giorni di Klimahouse Digital Edition non mancherà anche quest’anno l’appuntamento dedicato alla mobilità sostenibile. Con spunti di riflessione sempre validi e attuali su una tematica che riguarda davvero tutti, professionisti e privati. Un universo che si interfaccia non solo con il nostro modo di spostarci, ma anche con quello di vivere, abitare e lavorare.klimamobility 2021 Spiega Mauro Tedeschini, ex direttore di Quatttroruote e fondatore del portale Vaielettrico.it., nonché moderatore del Congress di Klimamobility 2021: “La mobilità elettrica porta con sé un cambiamento nella testa di chi la utilizza: un ripensamento complessivo nel rapporto con l’energia che consumiamo”.  Se ne parlerà nei quattro panel di discussione del Congress, in programma venerdì dalle 16,30 alle 18, con Alperia/Neogy come main sponsor.

Klimamobility 2021: è l’anno del boom per l’elettrico?

klimamobility 2021
Gian Luca Pellegrini
klimamobility 2021
Roberto Scarabel

Si parte con una domanda-chiave: il 2021 è l’anno del boom? Roberto Scarabel, vice-presidente vicario di AsConAuto-Associazione Consorzi Concessionari Auto, Gian Luca Pellegrini, Direttore di Quattroruote”e Roberto Olivi, direttore comunicazione BMW Italia, cercheranno di trovare le risposte. Analizzando i dati delle vendite del 2020 e le previsioni per il 2021.  Il secondo panel sarà invece dedicato al tema della ricarica domestica. La casa sta diventando un elemento centrale per rifornire l’auto elettrica: i due sistemi, l’abitazione e la batteria della vettura, “dialogano” direttamente e, all’occorrenza, l’una cede energia all’altra. Un sistema virtuoso che deve però passare attraverso alcuni semplici accorgimenti tecnici. All’incontro partecipano Massimo Minighini di Neogy, Camillo Piazza di Class Onlus, e Marco Grego di ecarico.it. Obiettivo: spiegare in modo semplice come contenere al massimo il costo della ricarica senza penalizzare l’utilizzo degli altri sistemi di casa, a partire dagli elettrodomestici.

Klimamobility 2021 / Focus anche sull’idrogeno, con l’H2 Masterplan

klimamobility 2021
Daniel Alfreider
klimamobility 2021
Daniel Theiner

L’idrogeno sarà invece al centro del terzo dibattito. Partecipano Daniel Alfreider, Assessore Infrastrutture e Mobilità della Provincia di Bolzano e Diether Theiner, Presidente IIT Istituto per Innovazioni Tecnologiche Bolzano. L’Alto Adige vanta un ampio bagaglio di esperienze, a partire dai primi autobus elettrici in circolazione dal 2013, passando per le prime macchine a idrogeno introdotte nel 2014. Fino ad arrivare al Centro Idrogeno dove si produce H2 “verde”. Nel maggio 2020, inoltre, la Giunta provinciale di Bolzano ha approvato l’H2 Masterplan – piano generale di sviluppo sull’idrogeno verde in Alto Adige – che tocca i settori dell’energia e della mobilità sostenibile. Si discuterà di come mobilità, energia e innovazione, nel settore della produzione di idrogeno verde, sono e saranno fattori chiave per garantire l’indipendenza energetica dell’Alto Adige.

Infine: cargo bike e i consigli per comprare una EV

Markus Lobis
Andrea Daminelli

A chiudere il ciclo di seminari, si rifletterà sull’uso delle cargo bikes nella logistica. Con Markus Lobis, co-fondatore di Kyklos, neo-nata società bolzanina impegnata nell’ambito della mobilità sostenibile e  su progetti di utilizzo dello spazio pubblico. E con Cezar Gremi e Tobia Marta di Urbico, primo servizio di bike courier urbano delle Marche.  Ma non è tutto: Klimamobility si rivolge anche ai privati con un talk dedicato ai 10 consigli per l’acquisto di un’automobile elettrica, con la partecipazione di Francesco Naso, direttore tecnico di Motus-e, Andrea Daminelli, fondatore di DazeTechnology e Paolo Mariano, Responsabile acquisti e appalti per Sasa SpA Bolzano e collaboratore di Vaielettrico.it. Appuntamento per tutti gli interessati il 29 gennaio, dalle 18:00 alle 18:30.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

4 COMMENTI

    • è leggermente nostalgico, come Cavicchi. Del resto..anche io preferisco Goldrake ai Pokemon. La differenza è che Goldrake è meno clima-alterante delle auto che piacciono a loro due

      • No, non si tratta di nostalgia, sono inqualificabili.

        Un conto è lodare chi produce il termico ed attenersi ai fatti con chi produce l’elettrico, un conto è la faziosità che vomita odio.

        Per colpa loro (ed un altro infelice che scrive su QR) ho smesso di acquistarlo.

        A parte che da quel che ho capito a loro i lettori non servono.

  1. Confermo che anche io non approvo la linea editoriale attuale di Quattroruote, troppo favorevole al diesel. Sono però tuttora abbonato perché è l’unica rivista tecnica di auto italiana. Ho più volte segnalato alla redazione come la loro posizione “anti elettrico ” sia ormai demogogica: nessun riscontro. Potrebbe invece affrontare il tema in modo serio, anticipando le tematiche che nasceranno o sono già attuali: riconversione della rete assistenza auto (meccanici…), produzione dell’energia elettrica, smaltimento o riutilizzo a fine vita delle batterie, impatto ambientale, ecc.
    Purtroppo a causa della loro posizione, non si accorgono di cosa vuol dire guidare (non solo testare.. ) un’auto elettrica. Per esempio, i minori consumi, il silenzio verso l’esterno, il ridotto consumo di freni e pneumatici, con anche qui i benefici sull’ambiente. Vai elettrico ha già preso in parte coscienza di queste tematiche, intervistando chi già guida elettrico, mi sembra con encomiabile risultato!

Comments are closed.