Home Bici Jyroball: il monoruota elettrico è una palla. E ha già fatto goal

Jyroball: il monoruota elettrico è una palla. E ha già fatto goal

3
CONDIVIDI

Jyroball è come un monoruota elettrico, ma è una sfera. Nasce a Dublino e sta avendo grande successo su Indiegogo

Jyroball è un monoruota elettrico. Ma non ha la ruota. Una sfera che si trasforma in monociclo con due pedane per i piedi e una capacità di movimento a 360 gradi. Il principio di funzionamento è simile a quello degli hoverboard, e dei monoruota. La differenza è che il motore è dentro la sfera.

Un mezzo di trasporto elettrico che rispetta le nuove direttive italiane sulla micromobilità, ma che sembra arrivare dal futuro. Jyroball sta facendo sfracelli su Indiegogo dove a pochi giorni dalla chiusura die finanziamenti ha già triplicato il suo target. Moby Products, startup irlandese, aveva infatti bisogno di 20mila dollari per lanciare la produzione di Jyroball, ma è già oltre i 60mila.

Con lo sconto dei pionieri si può acquistare Jyroball tramite Indiegogo a 353 euro. La spedizione è garantita in molti paesi tra i quali il nostro. Per farlo arrivare in Italia bisogna aggiungere 88 euro   di spedizione e pazientare fino a ottobre quando inizieranno le consegne. Sono già oltre 200 i pezzi venduti. Le transazioni su Indiegogo, come su altre piattaforme di acquisto, sono sempre sicure tramite Paypal.

All’apparenza Jyroball sembra una sfera con una piccola maniglia ma in realtà nasconde il classico form factor degli altri monocicli: due estremità si abbassano diventando le pedane di appoggio. Le stesse pedane si posso facilmente richiudere una volta arrivati toccando un pulsante. La sfera può essere trasportata grazie alla maniglia e viene anche fornita una custodia morbida che somiglia a quelle delle palle da bowling.

Diversamente dai prodotti concorrenti Jyroball offre dimensioni sensibilmente più compatte e di conseguenza anche un peso più contenuto. La sfera è completamente rivestita di gomma per un comfort di viaggio maggiore. Jyroball promette si essere facile da guidare grazie al software di autobilanciamento integrato.

Le caratteristiche sono di tutto rispetto, con un motore brushless da 500 W, 20 km/h di velocità massima e 24 km di autonomia. La batteria da 43 V sviluppa una capacità di 225 Wh. La ricarica necessita di una durata di almeno 2 ore e mezza. Per una carica completa servono comunque tre ore, promettono da Dublino. Il peso totale di Jyroball è di meno di 10 kg e può trasportare un passeggero fino ai 100 kg.

Secondo i produttori, la forma sferica e l’ampia superficie di appoggio offrono una manovrabilità più semplice e una curva di apprendimento rapidissima. L’azienda alle spalle del progetto ha già realizzato il terzo prototipo funzionante e spera di poter consegnare il prodotto subito dopo l’estate. Un lavoro iniziato da Marc Simeray nel 2015 dall’idea di costruire una monoruota che fosse anche una sfera e ruotare invece di sterzare.  Nel 2018 il primo prototipo era realtà, sul quale il lavoro è proseguito per l’intero anno così da avere a dicembre il secondo prototipo pronto per la strada.

Il terzo prototipo arrivato nei primi mesi di quest’anno è anche il definitivo Jyroball. Ordinare adesso significa avere una Jyroball al prezzo scontato di 353 euro anziché gli 802 di quando sarà a prezzo pieno.

 

3 COMMENTI

  1. Davvero c’è un giroscopio che bilancia l’equilibrio destra-sinistra, oltre che avanti-dietro ?

  2. Sinceramente mi pare abbastanza difficile. L’articolo mi pare abbastanza fantasioso su alcuni punti.

  3. La cosa più fantasiosa mi sembra l’autonomia di due ore e mezza: se la batteria ha una capacità di 225 Wh ed il motore ha una potenza di 500 watt, l’autonomia alla massima potenza è di 225/500×60=27 minuti.
    Per avere due ore e mezza di autonomia bisogna viaggiare ad una potenza media di 90 W, quindi moooolto lentamente

Comments are closed.