Home Auto Jaguar I-Pace si svela e ‘punta’ la Tesla

Jaguar I-Pace si svela e ‘punta’ la Tesla

1
CONDIVIDI

Il primo palcoscenico della Jaguar I-Pace, il Suv elettrico della Casa inglese, è stato allestito a Graz, in Austria, tra le catene di montaggio da cui stanno per uscire i primi modelli. Sì, perché la prima, storica vettura elettrica del Giaguaro non verrà costruita in patria, ma nello stabilimento della Magna. 

Una macchina ‘unconventional’

La star della serata è stato Ian Callum, il carismatico capo del design, padre dell’I-Pace. Che ha parlato di modello “unconventional”, non solo per la Jaguar, ma per l’intero mondo dell’auto. <E’ molto più facile e divertente disegnare un’auto elettrica, Non avere l’ingombro del motore termico ti dà molta più libertà. Qui si vede nell’anteriore, che ha dimensioni contenute, a tutto vantaggio degli spazi interni>. In effetti le misure dell’I-Pace appaiono piuttosto compatte per una Jaguar: l’auto è lunga 4 metri e 68, larga 2 metri e 13 e alta 1 e 56, con un aspetto decisamente filante. Callum è apparso comunque orgoglioso della sua creatura, così come euforici sono sembrati i suoi colleghi che hanno snocciolato i dati tecnici:

  • Due motori Jaguar abbinati alla trazione integrale offrono una potenza di 400 CV e 696 Nm di coppia, che consentono all’auto di raggiungere i 100 km/h in 4,8 secondi
  • La batteria agli ioni di litio da 90 kWh offre un’autonomia di 480 km (ciclo WLTP)
  • Con un caricatore rapido a corrente continua da 100 kW si potrà ricaricare la batteria all’80% in 40 minuti o avere 100 chilometri di autonomia aggiuntiva in 15 minuti
  • Con un wall box domestico (da 7 kW) si può raggiungere l’80% dell’autonomia in 10 ore, ideale per la ricarica notturna. Due motori elettrici sincroni a magneti permanenti vengono gestiti in modo indipendente. Questo per adattare il bilanciamento anteriore e posteriore alle condizioni stradali. La frenata rigenerativa consente di guidare l’I-Pace con un solo pedale.

Cara Tesla, ti aspetto fuori

Ma il piatto forte della presentazione, inutile girarci intorno, è stato l’attacco frontale alla Tesla, con tanto di filmato di gara di accelerazione in pista con un Model X 75D. Forse non è stato un gesto molto british, ma l’effetto sui social (l’evento era in diretta streaming) ha avuto un impatto enorme. Con la platea collegata pronta a dividersi tra chi esultava per il prevedibile successo della Jaguar e chi giudicava il confronto improprio, se non proprio taroccato. Alla guida (guarda il video sotto) non c’erano due pivellini, ma due ‘manici’ come Mitch Evans e Tony Kanaan, quest’ultimo già vincitore della 500 Miglia di Indianapolis. E il pepe è stato servito sulla coda, quando Kanaan ha cercato la rivincita con un Model X100D, anch’esso ‘bruciato’ dallo scatto in 4,8 secondi da 0 a 100 dell’I-Pace. Come dicevamo, i commenti in rete si sono sprecati. Tra tutti segnaliamo lo stizzito invito del columnist di ElectrekFred Lambert, che ha esortato la Jaguar ad andare a caccia di clienti tra chi possiede un’auto tradizionale. E non a ingaggiare una lotta fratricida tra elettriche. Ma ormai la Tesla è un riferimento nel mirino delle Case tradizionali. Qualche giorno fa è stata la Porsche lanciare il guanto di sfida al marchio di Elon Musk, assicurando che la Mission E saprà surclassare la rivale californiana.

Prezzi: si parte da 79.790 euro

Trattandosi di un evento globale (con il bis tra pochi giorni al Salone di Ginevra), non si è parlato di prezzi. I listini sono stati comunque comunicati paese per paese, discostandosi non di molto dalle indiscrezioni che erano circolate (guarda l’articolo) . Si parte da 79.790 euro, contro un’ipotesi iniziale di 82 mila euro(guarda la scheda ufficiale). Sotto riproduciamo invece un altro video di presentazione pubblicato dalla Jaguar, con le principali performance dell’I-Pace.

 

1 COMMENTO

Comments are closed.