Home Auto Jaguar-Land Rover tutta elettrica, ammiraglia compresa

Jaguar-Land Rover tutta elettrica, ammiraglia compresa

0
CONDIVIDI
Jaguar XJ
L'attule versione della Jaguar XJ. Il nuovo modello, elettrico, avrà 470 km di autonomia.

Jaguar-Land Rover svela i piani di produzione di una nuova gamma di veicoli elettrici, da costruire a Castle Bromwich, nel Regno Unito. E conferma l’impegno di offrire ai clienti versioni elettrificate per tutti i nuovi modelli già dal 2020.

La Jaguar XJ avrà 470 km di autonomia

Ralf Speth, numero uno di Jaguar-Land Rover, ha accompagnato l’annuncio con parole che non lasciano spazio a molti dubbi:

Ralph Speth
Ralph Speth, Ceo di Jaguar

“La propulsione elettrica è il futuro della mobilità. Ed essendo la nostra una lungimirante azienda britannica, ci impegneremo a realizzare la nostra prossima generazione di veicoli a zero emissioni nel Regno Unito. Stiamo rivedendo sia la produzione dei nostri veicoli elettrici che quella dell’Electronic Drive Units, così come l’assemblaggio delle batterie, per creare un centro dedicato all’elettrificazione nelle Midlands”. La prima nuova vettura elettrica (dopo la I-Pace, guarda l’articolo) ad essere prodotta sarà la XJ, la lussuosa ammiraglia Jaguar. Che entrerà in concorrenza con i modelli a emissioni zero più costosi, come il Model S Tesla. Avrà una batteria da 90.2 kWh, con un’autonomia dichiarata fino a 470 km. E sarà sviluppata dallo stesso team che ha lavorato alla I-Pace, nominata auto dell’anno 2019.

Svolta elettrica e orgoglio british

La svolta elettrica coincide con un forte richiamo all’orgoglio british. Un tema molto gradito nel Regno Unito nelle difficili settimane della Brexit. Su questo ha insistito Speth: “La convenienza e l’accessibilità sono fattori chiave per consentire ai veicoli elettrici di essere in linea con le nostre esigenze. L’accessibilità potrà essere raggiunta solo se inizieremo a produrre le batterie qui nel Regno Unito, nei pressi delle linee produttive dei veicoli. In modo da evitare rischi in termini di sicurezza e soprattutto costi supplementari derivanti dall’importazione dall’estero. Il Regno Unito ha le materie prime, i centri di ricerca nelle università e i fornitori, per essere all’avanguardia nella mobilità e nella creazione di posti di lavoro”. Jaguar Land Rover sta coinvolgendo le istituzioni e l’industria britannica.  Il tutto si baserà sul Battery Industrialisation Centre e sulla Faraday Challenge del governo, essenziali per lo sviluppo delle batterie di prossima generazione, più piccole, dense ed economiche.

Si tutelano l’ambiente e i posti di lavoro

La notizia dell’arrivo della XJ elettrica  è stata confermata ai lavoratori di Castle Bromwich. mentre si concludeva la produzione dell’attuale modello. Fugando non poche preoccupazioni. Già a gennaio l’azienda aveva comunicato l’intenzione di portare l’assemblaggio delle batterie e delle EDU (Electric Drive Unit) nelle Midlands.

La Jaguar I-Pace
La Jaguar I-Pace, prima elettrica della Casa inglese.

Il nuovo Battery Assembly Centre ad Hams Hall, che sarà operativo nel 2020, avrà una capacità installata di 150.000 unità all’anno. Insieme al Wolverhampton Engine Manufacturing Centre (EMC), questi impianti alimenteranno la prossima generazione dei modelli Jaguar-Land Rover. Da agosto inizieranno i lavori per l’installazione di strutture a supporto della nuova generazione della Modular Longitudinal Architecture (MLA) di Jaguar-Land Rover. Progettata in-house, la MLA consente la produzione  sia di motori diesel e benzina che di modelli interamente elettrici e ibridi.

—  Per info sulla collaborazione di Jaguar-Land Rover con BMW per le Electric Drive Units clicca qui