Home Camion, bus e mezzi da lavoro J. Deere all’attacco: compra Kreisel (batterie) e lancia robot agricoli

J. Deere all’attacco: compra Kreisel (batterie) e lancia robot agricoli

0
CONDIVIDI
trattore autonomo
Il trattore senza conducente jhon deere

John Deere sta facendo parlare il mondo per il suo trattore a guida autonoma, ma sul fronte della decarbonizzazione è altrettanto importante la notizia dell’acquisizione della maggioranza di Kreisel Electric, produttore austriaco di batterie (ne avevamo scritto per la sinergia con il cantiere navale Frauscher).

jhon deere
La cabina vuota del trattore a guida autonoma Jhon Deere

John Deere risponde così alla sempre maggiore richiesta di elettrificazione dei suoi mezzi agricoli e di lavoro. E al CES è stato premiato per See & Spray, il robot agricolo che riduce l’uso di erbicidi e quindi di prodotti chimici fino all’80%.

Iniziamo dal trattore autonomo, sul mercato già nel 2022, dove John Deere sta puntando le sue carte. Anche perché su questo fronte c’è un aumento esponenziale di robot autonomi sui campi. Si stanno muovendo i cinesi e la CNH che ha acquisito una quota significativa della startup Monarch.  Ricordiamo anche ZTractor.  In Italia li abbiamo visti e documentati a Malalbergo e Castenaso nel bolognese.

trattore a guida autonoma
SI muove e lavora senza un conducente umano

Sono macchine ben diverse ma rispondono alla necessità di eseguire  operazioni di alta precisione, sopperire alla mancanza di manodopera e risparmiare sul fattore umano. E sull’elettrico? L’azienda ha sperimentato tanto, anche il veicolo con un cavo lunghissimo, ma non è facile elettrificare i trattori più grandi. Ha sfornato però fattore un escavatore elettrico.

8R armato di 12 telecamere

jhon deere trattore autonomo
Nel dettaglio le telecamere di cui è equipaggiato il trattore

La macchina più innovativa del marchio è stata presentata in una conferenza stampa al CES 2022. Il trattore  autonomo è pronto per la produzione su larga scala. Si tratta della macchina 8R con diverse applicazioni intelligenti e disponibile per gli agricoltori entro la fine dell’anno.

Più che sul fattore tecnico, nell’annuncio si è puntato su sociologia e demografia: “Il trattore autonomo ha uno scopo preciso: nutrire il mondo“. In John Deere  sottolineano come entro pochi decenni “la domanda alimentare globale aumenterà del 50%. Ma “c’è meno terra disponibile e manodopera qualificata soprattutto ad affrontare i cambiamenti climatici“.

jhon deere
Il trattore può lavorare in autonomia anche in ore notturne e con scarsa visibilità

La visione è l’elemento centrale di questo mezzo equipaggiato con sei coppie di telecamere che consentono il rilevamento degli ostacoli a 360 gradi e il calcolo della distanza. Le immagini catturate dalle telecamere passano attraverso una rete neurale che classifica ogni pixel in circa 100 millisecondi. Dati che determinano se la macchina continua a muoversi o si ferma, a seconda che venga rilevato un ostacolo.

Il trattore autonomo controlla continuamente la sua posizione: “assicurandosi che funzioni dove dovrebbe e che abbia una precisione inferiore a 1 pollice (2,54 centimetri)“.

John Deere Operations Center Mobile è la piattaforma che permette il controllo del trattore. Fornisce l’accesso a video, immagini, dati e metriche dal vivo e consente così all’agricoltore di regolare velocità, profondità e altre funzioni. In caso di anomalie nella qualità del lavoro o problemi al funzionamento della macchina, gli agricoltori verranno avvisati da remoto e potranno apportare modifiche per ottimizzare le prestazioni.

See & Spray, robot che taglia dell’ 80% i pesticidi

Al CES di Las Vegas John Deere è stato premiato per See & Spray, il robot agricolo che riduce l’uso di erbicidi e quindi di prodotti chimici fino all’80%.

robot agricolo
see e spray in azione, l’estrema precisione permette di ridurre l’uso di pesticidi

Il sistema sfrutta la visione artificiale e l’apprendimento automatico per rilevare la differenza tra piante ed erbacce e spruzzare con precisione erbicida solo sulle erbacce. Secondo l’azienda il robot  “riduce l’uso di erbicidi fino all’80%, a vantaggio dell’agricoltore, della comunità circostante e dell’ambiente“.

Acquisito il produttore di batterie Kreisel

kriesel
kriesel è un produttore di batterie austriaco

L’impegno sul fronte elettrico è chiaro grazie all’acquisizione del produttore di batterie Kreisel. John Deere scrive: “L’acquisizione garantirà l’integrazione verticale necessaria a sviluppare in modo efficiente macchine e propulsori basati sull’avanzata tecnologia delle batterie ad alta densità raffreddate ad immersione“. Questa la strada.

Gli austriaci di Kreisel dal 2014 sviluppano moduli e pacchi batteria “ad alta densità e durata“, più una piattaforma di ricarica (CHIMERO) con tecnologia brevettata. I campi di applicazione sono i più svariati, come i mercati finali, e comprende veicoli commerciali, fuoristrada, applicazioni marine, e-motorsport.

Batterie Kreisel
WRCBattery di Kreisel

Un dato significativo che conferma la transizione energetica anche in agricoltura e cura del verde è la sempre maggiore richiesta di macchine a zero e bassissime emissioni. “John Deere registra una crescente domanda di batterie da utilizzare sia come sistema di propulsione esclusivo che all’interno di sistemi ibridi sulle proprie macchine“.

Le ricarute sono su: “Macchine per la cura del verde, trattori compatti, i trattorini, le macchine compatte per l’edilizia e per le costruzioni stradali. Tutte possono potenzialmente utilizzare l’alimentazione elettrica come fonte di energia primaria“.

Il futuro: “Puntiamo alle macchine a zero emissioni”

macchina da lavoro elettrica
E-Power, l’escavatore elettrico di Jhon Deere

Il mercato chiede e John Deere risponde: “Intendiamo continuare a investire e sviluppare tecnologie per innovare, fornire valore aggiunto ai clienti e puntare verso un futuro fatto di sistemi di propulsione a emissioni zero“.

La tecnologia delle batterie Kreisel può essere applicata trasversalmente a tutto l’ampio portafoglio prodotti John Deere, e ci aiuterà ad ampliare la nostra gamma di macchine ad alimentazione elettrica. Deere fornirà la sua esperienza, presenza globale e i finanziamenti necessari a consentire la crescita di Kreisel in tutti i principali mercati“. Parole di Pierre Guyot, senior vice president di John Deere Power Systems.

volodrone
la sperimentazione di Volodrone con John Deere

Kreisel Electric manterrà i propri collaboratori, il marchio e continuerà ad operare dalla sua attuale sede in Austria. L’azienda è stata fondata dai fratelli Johann, Markus e Philipp Kreisel e conta attualmente circa 160 dipendenti a tempo pieno.

Il marchio produce anche macchine per la cura del verde a batteria

Il team di Kreisel è ansioso di espandere le attività sfruttando la forza del brand John Deere per accelerare l’adozione di veicoli elettrici a batteria e stazioni di ricarica e lavorare con i team di progettazione all’evoluzione tecnologica delle macchine”. Parole di Markus Kreisel, Managing Director di Kreisel Electric insieme ai suoi due fratelli.

 

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome