Home Nautica Islanda, il traghetto elettrico che porta 550 passeggeri e 75 auto

Islanda, il traghetto elettrico che porta 550 passeggeri e 75 auto

0
CONDIVIDI

Lungo 70 metri, porta 550 passeggeri e 75 auto, naviga per 13 km in 45 minuti tra onde alte quasi 4 metri. Siamo in Islanda, il traghetto è elettrico.

In Italia si sente una continua litania sulla nautica elettrica: ancora non si è pronti, la cantilena. Uno sguardo verso il Nord Europa ci fa scoprire però che sono ormai tanti i traghetti per il trasporto pubblico a batteria. Anche nella piccola Islanda, che ha meno abitanti di Bologna. Ricordiamo però che gli isolani dell’estremo nord possono contare su un ricco giacimento di risorse non fossili, energia idroelettrica e geotermica, che arriva  a coprire quasi l’ 80% del fabbisogno nazionale.

A disposizione una potenza da 3000 kWh

Il traghetto entrerà in servizio entro la fine dell’anno ed assicurerà il collegamento tra il continente e l’isola di Westman. Navigherà in modalità elettrica, il pacco batterie assicura ben 3000 kwh, ma sarà installato anche un gruppo elettrogeno diesel, da utilizzare solo in caso di emergenza o in condizioni meteorologiche difficili. I problemi non mancano come sottolinea Juha Koskela, Amministratore delegato, ABB Marine & Ports, ma “la scelta della tecnologia ABB per una nave che opera in un contesto così difficile stabilisce un nuovo riferimento in termini di potenza del pacco batterie a bordo. La profondità dell’acqua è talvolta limitata a 4,5 metri, ma l’altezza delle onde può raggiungere i 3,5 metri“.

La ricarica in soli 30 minuti

Uno scorcio dell’isola

L’operatore svizzero oltre il sistema ABB Onboard DC GridTM fornirà anche il sistema di ricarica a terra. I numeri dichiarati e promessi sono ottimi: “Una potenza di 2500 kW ed il dispositivo consentirà una ricarica in circa 30 minuti“. Tempi che permettono più collegamenti giornalieri. La nave, commissionata dall’amministrazione islandese responsabile dei corsi d’acqua , effettuerà circa 3600 viaggi ogni anno.

Sarà poi collegato ad ABB Ability Collaborative Centers Infrastructure ovvero la rete per il monitoraggio remoto delle apparecchiature e l’analisi dei dati, utile per la manutenzione predittiva e gli interventi pianificati. “Queste soluzioni elettriche permettono di ottimizzare la navigazione: sia con la riduzione delle emissioni di gas serra, sia con la potenza sufficiente per spostarsi in sicurezza in acque molto pericolose“, parole di Sigurdur Gretarsson, Direttore della divisione marittima di Icelandic Road and Coastal Administration.

Non solo il traghetto

Infine, con la foto qui sotto, vogliamo sottolineare l’importanza della mobilità elettrica in Islanda. Nell’immagine vediamo dei veicoli  elettrici che vengono pubblicizzati, sono a noleggio, per lo spostamento dei turisti nell’isola più ricca di energia non fossile.

LEGGI ANCHEElektra, traghetto finlandese a batterie