Home Nautica Varata Predore, naviga anche full electric. Al Lago d’Iseo

Varata Predore, naviga anche full electric. Al Lago d’Iseo

0
CONDIVIDI

Naviga nel lago d’Iseo, è ibrida, anche con motore termico. Ma la motonave Predore è comunque un significativo passo avanti nel panorama italiano – in altri paesi europei nelle acque interne è vietata la navigazione endotermica – del trasporto pubblico via acqua. Per questo vi raccontiamo la sua storia.

L’imbarcazione varata – ma entrerà in servizio tra qualche mese – nei giorni scorsi nel Lago di Iseo è stata costruita in due anni dai Cantieri Zara di Dolo in provincia di Venezia.  Su ordine della Navigazione lago d’Iseo srl, che dal lontano 1840 si occupa del trasporto dei passeggeri lungo lo specchio d’acqua. Un’ istituzione – dal 1975 in mano pubblica – che può contare su una flotta di 13 imbarcazioni e trasporta quasi 2 milioni di passeggeri l’anno. In crescita: sono passati da 1,3 milioni nel 2004 a 1,8 nel 2016.

Una motonave da 149 passeggeri per l’Iseo

Vediamo anche i numeri della nuova motonave: portata massima è pari a 149 passeggeri, lunghezza 29,50 metri, larghezza 6,40 metri e ponte coperto largo 5,90. La velocità massima sarà di 12,5 nodi, pari a 23,5 km l’ora. Il sistema di propulsione, alimentazione diesel-elettrica o solo elettrica, è della Siemens con batterie di potenza pari a 84,8 kwh. Ma il 30% è riservata esclusivamente ai servizi essenziali.

 

Quale sarà l’uso elettrico? Nel servizio di linea tra Iseo e Montisola si pensa al full-electric per le tratte in navigazione a velocità ridotta, mentre entrerà in funzione il generatore nelle tratte di trasferimento tra Iseo e Montisola quando anche si ricaricheranno le batterie. Per il futuro è previsto un raddoppio del parco batterie e quindi dell’autonomia in solo elettrico. Gli allestimenti della barca devono essere montati a Costa Volpino in provincia di Bergamo dove c’è il cantiere navale della società.

300 mila euro per impianto fotovoltaico

Un aspetto molto interessante di questo progetto della Navigazione lago d’Iseo – al varo erano presenti il vice presidente Diego Invernici ed il direttor Emiliano Zampoleri – è la richiesta di finanziamento alla Regione Lombardia – hanno già avuto oltre 2 milioni di euro per la motonave – di quasi 300mila euro per la realizzazione di un impianto fotovoltaico da 100 kw. Un aspetto molto importante per lo sviluppo della navigazione in elettrico delle imbarcazioni della società. Per un futuro, si spera, solo a emissioni zero.

Guarda anche le esperienze di navigazione in elettrico nel Trasimeno e nel Lago di Como