Home Nautica Ippogrifo: sul Trasimeno la barca elettrica da 37 posti

Ippogrifo: sul Trasimeno la barca elettrica da 37 posti

0
CONDIVIDI
barca elettrica
Ippogrifo

Ippogrifo e si naviga in elettrico sul lago Trasimeno. Un mini traghetto da 37 posti più 2 di equipaggio acquistato dalla Provincia di Perugia per collegare l’Isola Polvese tramite un servizio a chiamata.

È approdata al Porto di Passignano sul Trasimeno l’imbarcazione elettrica che trasporterà i passeggeri lungo il lago. Merito dell’Unione Europea che ha concesso il finanziamento, e merito della Regione Umbria e della Provincia di Perugia che hanno colto l’opportunità visto che gli incentivi all’elettrico sono destinati quasi esclusivamente a veicoli a 4 e a 2 ruote.

2 motori Tema  (25 kW), autonomia da 7 ore

barca elettrica
Gli interni di Ippogrifo

La propulsione è firmata da Tema, la società croata ma con sede anche in Italia, formata da docenti universitari di cui ci siamo occupati in passato (leggi qui) e guidata dal professor Branimir Ruzojcic (qui una sua intervista). I motori come ci ha spiegato il dirigente Bruno Palazzetti (ha seguito capitolato ed appalto) sono uno elettrico e uno endotermico accoppiati. 

Si  navigherà anche solo in elettrico grazie a due motori da 25 kW. Le  4 batterie al litio saranno ricaricate su un nuovo pontile galleggiante dell’isola Polvese che sarà dotato di colonnine di ricarica. Anche se bisognerà aspettare il mese di ottobre quando partiranno i lavori. Per quanto riguarda l’autonomia si stima che sarà di circa 7 ore a una velocità di 7 nodi. Tema ci ha fornito il video con le spiegazioni sul funzionamento del motore. In particolare il responsabile Bojan Nikolovski ha detto a Vaielettrico.it: “Il motore elettrico accoppiato al motore FPT  è il motore TEMA   serie SPM132-2 (24kw  / 1400 RPM  /  88.8 Vdc ). L ‘elettrico può funzionare da solo e il  diesel  essere usato come motore ausiliario in caso di necessità“.

YouTube player

Omologazione Rina per Ippogrifo

barca elettrica
Ippogrifo è in attesa dei certificati

Il mezzo come ci informa il dirigente Palazzetti ha seguito tutte le indicazioni dell’ente certificatore Rina, ma si aspetta il certificato europeo di navigazione delle acque interne. Pur nella semplificazione si tratta del “libretto di circolazione” rilasciato dal
Ministero dei Trasporti. E via con l’elettrico e “in caso di necessità, l’imbarcazione è dotata di motori endotermici per la ricarica rapida delle batterie o la propulsione“.

Piano da 30 milioni di euro per l’elettrificazione

Sul Trasimeno abbiamo recensito la barca elettrica dell’ingegnere Leonardo Spacone, il SeaX brigantino, e annunciato l’ambizioso piano da 30 milioni di euro per l’elettrificazione della mobilità sullo specchio acqueo. Le istituzioni locali sembrano attente.

barca elettrica
Itinerario nel lago Trasimeno percorso da SeaX

Il vicepresidente della Provincia di Perugia Sandro Pasquali: “Se è vero che l’elettrico è destinato ad entrare massicciamente nel settore dei trasporti coinvolgendo rami fino a questo momento esclusi da tale sistema, la Provincia di Perugia dimostra di anticipare i tempi, indirizzandosi convintamente verso un’ottica di mobilità sempre più sostenibile”.

-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome