Home Auto Indeciso tra VW ID.4, Ioniq 5 e Ariya, che consiglio dargli?

Indeciso tra VW ID.4, Ioniq 5 e Ariya, che consiglio dargli?

13
CONDIVIDI
La VW ID.4 e la Ioniq 5, due modelli presi in considerazione dal nostro lettore come auto aziendale.
indeciso
Indeciso tra Nissan Ariya, Ioniq 5 e VW ID.4, Emaanuele ci chiede un consiglio. Ivan invece ha 4 figli e gli serve una EV spaziosa: quale? Vaielettrico risponde. Ricordiamo che i vostri quesiti vanno inviati all’indirizzo mail info@vaielettrico.it.

Indeciso sull’auto aziendale da scegliere

“Sono un vostro assiduo lettore. C’è la concreta possibilità che la mia azienda mi possa dotare di un’auto aziendale. Ed essendo da molti anni credente nell’elettrico, non volevo farmi sfuggire l’occasione di chiedere un’auto elettrica “valida”. Ho una famiglia con due bambini e l’auto mi verrebbe data in uso promiscuo. Per recarmi al lavoro farei 20+20 km e al lavoro ci sono già le colonnine di ricarica. Sono indeciso tra queste auto e vorrei un consiglio. La Nissan Ariya, in quanto Nissan è storica come marchio e la prima a credere nell’elettrico e Ariya mi sembra grande e spaziosa. Non avendola mai provata, però, non so come sia veramente. Altra auto potrebbe essere la Hyunday Ioniq, ma non mi sembra molto comoda per la famiglia. Ed infine la Volkswagen ID.4, ma però è sviluppata da VW che non ha mai fatto auto elettriche. Quale consiglio mi potete dare? Altre auto? Per terminare l’analisi, vorrei cambiare anche l’auto della moglie, che è vecchia ed ora fa solo pochissimi km per andare a prendere i bimbi a scuola. A casa ho 7 kW di corrente e in questo momento non ho la wallbox“. Emanuele 

Indeciso tra…/ Nessun vincolo nella scelta con pochi km

indeciso
La Nissan Ariya e la Skoda Enyaq: due Suv che rivendicano ottima efficienza aerodinamica.
Risponde Paolo Mariano  Se guardiamo all’aspetto autonomia/ tempi di ricarica, il suo profilo di utilizzo non le pone nessun tipo di vincolo. Può scegliere l’auto in modo indipendente da questo parametro, visto che ii suo chilometraggio giornaliero è molto ridotto. E concentrarsi su tutto il resto, senza altri vincoli. Le auto spaziose non mancano tra le full electric. Che peraltro, quando nascono elettriche, garantiscono spazi interni molto più generosi. Generalmente, a parità di categoria e di dimensioni esterne, le native elettriche sfruttano infatti i vantaggi di un passo più lungo e di un pavimento piatto. Se è lo spazio il suo parametro principale, certamente Nissan Ariya e Volkswagen ID.4 sono entrambe ottime scelte. Non posso parlarle dettagliatamente di Ariya visto che non ho ancora avuto modo di vederla e provarla. Ma riguardo a Volkswagen ID.4, le posso dire che si tratta di un’auto estremamente piacevole da guidare, molto ben sfruttabile e dal comfort davvero elevato. La versione Pure Performance, con batteria da 52 kWh, sarebbe già più che sufficiente per le sue esigenze. E non mi focalizzerei troppo sul fatto che Nissan sia arrivata sul mercato prima di VW. Entrambe le case hanno prodotto e producono modelli molto validi.

Indeciso tra…Una situazione in cui tutti vincono

indeciso
Anche la Tesla Model Y potrebbe essere un’alternativa come auto aziendale.
Quanto alla Ioniq, si tratta di un ottimo prodotto, con il vantaggio di ricariche ultra-veloci, a 800V nelle stazioni ultra-fast, utile per i viaggi più lunghi. Alternative da prendere in considerazione potrebbero certamente essere anche le “cugine” Audi Q4 e-tron o Skoda Enyaq. O ancora la neonata Tesla Model Y. Il fatto che le sia concesso di poter scegliere liberamente l’auto (immagino all’interno di un budget) e che quindi non esista una car list predefinita, mi fa pensare a un’azienda medio/piccola. Nella quale lei tratta direttamente con la proprietà. Se ne ha la possibilità, evidenzi al suo datore di lavoro i minori costi di gestione di un’elettrica rispetto a un’auto termica. Se decideranno, come spesso accade, di prendere l’auto a noleggio, il costo mensile non è superiore a quello di una pari endotermica. Ma il costo rdell’energia è pari a circa un terzo di quello che sarebbe il costo per il carburante. Potrete quindi trovare un punto di incontro di reciproco vantaggio nell’identificazione di un’auto che potrà essere un po’ più costosa di quanto sarebbe stata un’auto termica. Una situazione in cui tutti vincono. La sua azienda potrà risparmiare e lei avere un’auto di categoria superiore. Buona scelta!
indeciso

Ho famiglia numerosa. Un’elettrica per me?

“È da molto tempo che vi seguo e, vista la vostra competenza, vorrei porvi la seguente domanda. Chi ha una famiglia numerosa come la mia (ho 4 figli) potrebbe puntare su un’automobile con motore elettrico? Se ho cercato bene, le scelte si limitano alla Nissan e-NV200 o alla Tesla model X. Tralasciando la Tesla per il prezzo, rimane solo la Nissan che però mi risulta abbia un prezzo elevato ed ho qualche dubbio sull’autonomia in caso di gite fuori porta. C’è qualcosa in arrivo su questo fronte vista la vivacità sull’elettrico?“. Ivan Vighetto.
Citroen E-Berlingo è disponibile in versione 7 posti
Risponde Paolo Mariano – Non mancano le alternative a 7 posti anche in fasce di mercato inferiori a quelle (stellari) di Tesla Model X. Buone opzioni potrebbero essere ad esempio: Citroen e-Berlingo, Opel Combo e-Life, Peugeot e-Rifter, tutti disponibili in versione long da 7 posti. Tutti basati su un powertrain che prevede un pacco batteria da 50 kWh e un motore da 100 kW. Più che sufficienti ai garantire 280 km nel ciclo misto WLTP. Che significa una percorrenza media non inferiore ai 200 km, anche nelle condizioni peggiori. Da non trascurare la presenza della porta di ricarica FAST a 100 kW. Quindi, anche in caso di gite fuori porta (di percorrenza superiore all’autonomia dell’auto), programmando una breve sosta, è possibile ripartire in fretta per la destinazione finale. Tornando alla Tesla, in realtà anche il Model Y, da poco anche in Italia, ha la configurazione a 7 posti. Non è proprio un’auto economica, ma costa molto, meno del Model X.
Apri commenti

13 COMMENTI

  1. per la nissan E-nv200 meglio lasciar perdere , scomoda, non ha spazio equiparabile un monovolume a motore termico, pochissima autonomia , instabile , velocità limitata a 130 … praticamente un insieme di difetti e non un veicolo da acquistare.

  2. Grazie per la risposta, avevo cercato con dei configuratori dove c’erano solo modelli già in vendita invece quelle del gruppo PSA mi pare stiano arrivando solo ora. Potrebbero essere dei modelli adatti alle esigenze della nostra famiglia, anche come autonomia. Per una gita fuori porta più che sufficiente, per un viaggio più lungo ci vuole qualche attenzione in più ma più che adatte ad andare da Roma a Reggio Calabria in molto meno di 52 ore… a parte la battuta in fondo in vacanza ci si va una volta l’anno e una fermata ogni paio d’ore non sarà mica una tragedia, di solito programmo una sosta ogni tre ore.

    Model Y bella ma effettivamente troppo per le mie finanze.

    Ritengo un aspetto interessante che la gamma di modelli già acquistabili sia ormai sufficientemente variegata dal coprire le varie esigeneze, da percorsi esclusivamente cittadini fino a lunghi percorsi, auto da famiglia, famiglia numerosa o sportiva.

  3. Ma una “normale” 2008 / Mokka / eC4 dai costi più umani, comunque con 45 kWh netti fanno schifo? Non si parla dei percorsi abituali fatti sul lavoro ma solo sui 20+20 km giornalieri che potrebbe fare anche una Leaf 24. Di cosa stiamo parlando?
    Per la moglie che deve andare a prendere i figli a scuola, una Zoe usata direi che potrebbe essere una buona scelta… oppure Spring (a maggio mai), eUp d’occasione, ecc. Io comunque voto per una cargo bike, che di auto ne abbiamo anche troppe!

      • Stai sbagliando ed anche forte, in casa abbiamo una EV da quasi 3 anni, auto con cui facciamo la maggioranza dei km annui nonostante gli 11 kWh netti residui. Sto dicendo che se non si specifica esattamente il raggio quotidiano vero è inutile un’auto da 70 kWh, anche se paga l’azienda. 45-50 kWh sono probabilmente ampiamente sufficienti a seconda di dove vive e dei percorsi che deve fare ed una eC4-2008-Mokka soddisfano le esigenze di spazio di chi ha figli molto piccoli (cioè con passeggini), figuriamoci se i figli sono più grandi…

        • Scusa avevo interpretato male il messaggio, ma dalla richiesta erano 20+20 quindi un percorso che non incide minimamente sui reali bisogni, ma si presuppone che un auto aziendale macini molti km, poi la capienza richiesta, poi non ha dato altre specifiche, non ha parlato di usato, e neanche di budget.
          Quindi hanno fatto delle valutazioni, la tua risposta mi è sembrata una provocazione, ma io lo interpreta così posso essermi sbagliato

    • Grande Andrea, grazie!
      A leggere queste storie di sti signori che devono fare 40km e prendono un’auto da 400… la cosa prende tratti surreali.

  4. Sul auto aziendale punterei anche il fatto che l’azienda prende punti per il green. So che da un po’ di tempo i ( nostri ) clienti chiedono i certificati green perché si sta puntando ad acquistare dalle aziende più solerti e meno impattanti per l’ambiente, quindi potresti tirare il sassolino e vedere che onda forma, in modo da dare da riflettere anche alla direzione.

  5. Se si parla di auto aziendale da usare per lavoro anche su lunghi tratti , bisogna prendere Tesla Model Y e i suoi superchargers .
    Se un auto aziendale con viaggi meno stringenti direi Yonic 5 poi Arya e finale ID4

  6. Per soluzioni a 7 posti non esiste molta offerta ,full electric la Tesla x e si spera a breve la Y , altrimenti i vari Berlingo , se si va su Plug in una buona alternativa potrebbe essere Kia Sorento

    • Le automobili plug in, almeno per il mio tipo di utilizzo, hanno poco senso. Se guardo la Kia Sorento ha 68 km di autonomia in elettrico ed io abito in provincia. Per le mie destinazioni usuali, non quotidiane ma frequenti, ci sono 50-70 di km. Le strade che utilizzo in genere non sono molto trafficate e quindi sfrutterei poco anche il vantaggio dato dalle plug in sulla marcia stop&go. Sarei più orientato ad un elettrico puro. Grazie comunque delle indicazioni.

    • Effettivamente la model Y sembra una gran bella macchina come autonomia e prestazioni. Purtroppo per me decisamente fuori budget perché parliamo di almeno 50.000€ sottratti gli incentivi (penso che li valga ma sono tanti per le mie tasche). Visto il prezzo, tra l’altro credo che se i sedili della terza fila sono opzionali già si finisce oltre il limite per gli incentivi. Tra l’altro da configuratore i 7 posti sembra non siano ancora disponibili e non ho trovato quasi nulla sulla capacità residua del bagagliaio con i sedili dell’utlia fila alzati (o solo uno). Sono abituato con una Fiat Multipla a metano e con 6 persone il bagagliaio ha spazio almeno per qualche valigia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome