Home Vaielettrico risponde Incentivo per la ricarica a casa, che fine ha fatto?

Incentivo per la ricarica a casa, che fine ha fatto?

12
CONDIVIDI

Incentivo per la ricarica a casa, che fine ha fatto? Ce lo chiede Roberto, un lettore che vuole installare una wall-box con cui rifornire la sua Zoe. Vaielettrico risponde. Ricordiamo che i quesiti vanno inviati a info@vaielettrico.it.

incentivo per la ricarica a casaIncentivo per la ricarica a casa: sarebbe un rimborso dell’80%, fino a 1.500 euro…

“Sono un vostro lettore, da poco più di un mese passato ad essere uno che “va elettrico”, avendo portato in famiglia una Renault Zoe nuova fiammante. In queste sei settimane ho ricaricato solo a colonnine pubbliche, qualche volta a pagamento, spesso sfruttando gli stalli dell’A22 appena fuori dal casello di Affi. Mi sto attrezzando per l’installazione in garage di una wallbox adeguata e a inizio agosto mi sono imbattuto in una notizia che mi ha solleticato l’interesse. Si parla di incentivi per colonnine di ricarica domestica, rimborsati all’80% fino a 1500 euroPurtroppo da allora non ci sono state altre notizie: se già operativo, se mancano dei passaggi legislativi, quando li faranno, modalità di richiesta ecc. ecc….Vorrei accedere a questi incentivi, ma la colonnina mi serve! Cosa  fare? Attendere ad installare, resistere e andare avanti coi punti di ricarica pubblici fino a che si sarà chiarito il tutto? O fare l’installazione, pagare con il solito metodo del bonifico tracciabile, farsi fare fattura con codice fiscale? Confidando che questo sarà il metodo che adotteranno per rimborsare chi, entro fine anno, fa questa spesa.. Roberto Svarca

Incentivo per la ricarica a casa
Il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti.

L’annuncio il 5 agosto, ma ci risulta ancora tutto fermo

Risposta. A noi risulta che sia tutto fermo. Il 5 agosto il ministro Giancarlo Giorgetti  aveva annunciato l’arrivo di due nuovi bonus. Uno era legato appunto all’acquisto di ricariche domestiche, di potenza standard. “Il contributo”, informava il MISE, “è pari all’80% del prezzo di acquisto e posa in opera, nel limite massimo di 1.500 euro per richiedente e di 8.000 in ipotesi di posa in opera sulle parti comuni di edifici condominiali“. L’altro bonus riguarda l’innalzamento dell’incentivo per chi acquista un’auto elettrica e ha un reddito non superiore a 30 mila euro: con rottamazione 7.500 euro, 6.000 senza. La nota del Ministero si concludeva però con una precisazione: “Con successivi provvedimenti ministeriali verranno disciplinate le procedure per l’erogazione delle agevolazioni previste nei due Dpcm“. Tradotto dal burocratese: servono dei regolamenti attuativi di cui al momento non si ha ancora notizia. Purtroppo. Meglio aspettare, dunque.

Apri commenti

12 COMMENTI

  1. Mi sono trovato anch’io nella stessa situazione. Un fornitore, alla richiesta di un preventivo per wallbox, mi ha detto che quando arriverà l’incentivo il prezzo sarà sicuramente aumentato!!!
    E così, in attesa del decreto attuativo, ho pensato bene di comperare un caricatore portatile regolabile che arriva fino a 7,4 KW e con Zoe funziona benissimo. Carico sempre da fotovoltaico con accumulo. Manca solo il controllo dinamico del carico domestico che avrebbe la wallbox, ma non è indispensabile. Poca spesa, tanta resa.

  2. Nell’attesa consiglio di fare un bell’abbonamento enel X o becharge e lasciare le colonnine gratuite di Affi (e Rovereto) a chi è in viaggio in autostrada e ne avrebbe realmente bisogno.

  3. Pure io ho zoe e vorrei montare la wallbox dato che sto montando l impianto fotovoltaico e spero che presto rendano possibile questo contributo!c è l ultimo video del tesla club italy che intervista chiazzese per qiesta tematica!

  4. Scusate ma qualcosa non mi torna. Su tutti gli articoli trovati in rete, dicono tutti che questo decreto porta un aumento del 50%. Quindi senza rottamazione dovrebbe essere 4500€ (3000 già stanziati + 1500 che sono il suo 50%) e non 6000€ come scritto nell’articolo. Si può avere un chiarimento in merito?

    • Speriamo che il prossimo governo riesca a scrivere una norma per tassare gli extra profitti delle compagnie energetiche che non faccia perdere 9 miliardi di euro di mancati ricavi perchè scritta con i piedi.

  5. Una domanda mi sorge, quanti km fai al giorno, perché scrivi che carichi esclusivamente alle colonnine, ma puoi caricare la notte a casa con la presa schuko, e se proprio non ti basta alle colonnine.

    • Mi chiedevo anche io come mai non usasse la carica a casa, magari ha una presa da 10A e non si fida? Nella mia ignoranza ho pensato anche che non ci fosse in dotazione un cavo per ricarica domestica e devi compratelo (la smania di far vedere un prezzo di listino di cento euro inferiore può far anche ste robe hehe)
      O magari semplicemente non ha più un contratto bloccato e con le variabili oggi rischia di spendere 70/80 cent al kwh finito e alla colonnina free o a pagamento comunque risparmia parecchio (ma allora non starebbe impazzendo per la colonnina a casa, fotovoltaico e quindi wallbox con batteria?)

    • Perchè, nell’intenzione di montare una wall box, non ritiene conveniente spendere 150-250€ per un carichino. Quelli da 150€ probabilmente arriverebbero a wall box montata.
      Io stesso feci così.

  6. Purtroppo:
    Come al solito il Italiano Governo non emette i decreti attuativi .
    A quando un Governo che pensa ai Cittadini .

    • Si però anche te Paolo, ora c’è da farsi vedere alle trasmissioni tv, c’è da floddare i profili social di facce degli esponenti che vogliono la carica, c’è da fare promesse plausibili e facili da abbandonare scaricando la responsabilità su chi c’era prima, c’è da far leva su insegnanti e medici approfittando dello stress dovuto alla pandemia.
      Ti pare che si possa mettere in pausa un paio di giorni per intervenire tempestivamente alla catastrofe preannunciata che sta per abbattersi sull’Europa questo inverno? Se lo facessero qualcuno potrebbe pensare che in fondo non serviva un governo nuovo e forse le competenze di chi ha risollevato economicamente l’Europa tutta, sono più utili delle competenze di chi urla più forte per avere più ragione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome