Home Incentivi Incentivi promessi e poi negati / Vaielettrico risponde

Incentivi promessi e poi negati / Vaielettrico risponde

7
CONDIVIDI

 

Incentivi promessi e poi negati: due lamentela riguardano il bonus-bici con rottamazione, la terza l’incentivo di Regione Lombardia. Vaielettrico risponde. Domande e segnalazioni vanno inviate all’indirizzo info@vaielettrico.it .

Incentivi promessi/ Il bonus da 1.500 euro per rottamare l’auto e prendere la bici chi l’ha visto?

incentivi promessi“Vi scrivo per l’incredibile vicenda iniziata nel 2019 con la legge di iniziativa del Ministero dell’Ambiente. Si prevedeva, dopo la rottamazione di un veicolo inquinante, l’erogazione di un bonus di 1500 euro per acquisto bici o abbonamenti a mezzi pubblici. Si aspettavano i decreti attuativi,  mai arrivati. Sono state fatte altre leggi successive, specie durante la prima parte del Covid nel 2020, che sembravano aver scavalcato il diritto di chi aveva rottamato prima. Avete risposto ad una lettera di un il bonusvostro lettore che aveva rottamato l’auto nel 2019, mettendo sul sito la risposta del Ministero. Leggendola ho visto che non parla di chi ha rottamato nel 2019 o primi mesi del 2020 prima del Covid, ma parla solo del bonus del Covid. Penso che non sia decoroso per le Istituzioni questa perdita di credibilità. Penso che siamo in molti tra fine 2019 e inizi 2020 a trovarci in questa situazione. Potete farvi portavoce e chiedere delle firme per poi girarle al Ministero per una tutela del nostro diritto? Tra l’altro leggo sul Corriere che i bonus non vengono neanche utilizzati, per cui i fondi dovrebbero esserci.  Domenico Bonanno.

“Vi scrivo in meritoal vostro articolo del 29 Gennaio 2021 intitolato “E il bonus rottamazione per le bici? Vaielettrico risponde”, si hanno novità ? Grazie”. Kristian.

Incentivi promessi / E anche la Lombardia…

“In relazione al bonus rinnovo autovetture Regione Lombardia mi preme farvi notare chi il bonus per i clienti è entrato in vigore il 1/3/2021 alle ore 10. Ebbene, quel giorno la regione era in zona arancioneSpostamenti tra Comuni: è vietato ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati in un comune diverso da quello in cui si abita…” . Vien da chiedersi : come poteva recarsi, la maggior parte dei richiedenti bonus auto, al concessionario? Quindi, tranne i fortunati che risiedevano nel comune del concessionarioincentivi promessi, tutti gli altri rimasti giubilati ! Oltreché la formulazione del bando prevedeva  l’assegnazione “a sportello in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande di prenotazione del contributo da parte del venditore/concessionario..”.Scusate ma è SERIO tutto ciò ???? La Regione non controlla come i concessionari “HANNO FATTO LE LISTE”???? Come si fa a fare un bando simile??’ Grazie, saluti. Alberto M.

incentivi promessi
Credito foto: Pirelli.

Risposta / Troppe aspettative disattese

Risposta. Sul tema delle prime due lettere al Ministero dell’ambiente tutto tace. La risposta non è ancora positiva ed è contenuta nelle ultime righe del testo che ci ha fatto  pervenire a fine febbraio. Eccole: “…si comunica che, stante la permanenza del diritto al beneficio in capo a quanti abbiano i requisiti sopra citati, allo stato del procedimento non è possibile procedere all’attribuzione del buono mobilità in parola“. In sostanza: mancano ancora i passaggi burocratici attuativa di cui si parla nei messaggi di Domenico e Kristian. Bisogna conservare la documentazione in attesa che vengano ultimati. Chissà quando e chissà se davvero questo avverrà, visto il precedente dell’acquisto di un’auto con sconto del 40% per chi ha un ISEE fino a 30 mila euro. Noi terremo monitorato il tutto, ma non siamo molto fiduciosi. Siamo totalmente disponibili a raccogliere tutte le lamentele  in merito per presentarle al Ministero dell’Ambiente. Quanto all’incentivo della Regione Lombardia, i criteri di assegnazione hanno fatto venire parecchi mal di pancia. Con troppe esclusioni e troppe categorie di veicoli coinvolte, anche se non particolarmente virtuose. Sarebbe equo riaprire il bando, trovando il modo di rifinanziarlo.

————————————————————————————————-

incentivi promessi— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it

 

 

Apri commenti

7 COMMENTI

  1. Ci rendiamo conto che abbiamo i politici nazionali/regionali che ci meritiamo?
    I bandi non devono essere un click-day, lo abbiamo già visto e stravisto, eppure continuiamo a sbatterci la faccia contro.
    Il bando si annuncia il giorno “x” per quello seguente, non lo si fa retroattivo (altrimenti è solo uno scambio di voti implicito) e si erogano bonus adeguati ai fondi messi a disposizione. Inutile dare 10.000 euro come in Piemonte se poi i destinatari sono meno di 200 durante un click-day a suon di PEC.
    Inoltre, ogni volta che si parla di rifinanziare un bando con soldi finiti, si provoca lo standby degli ordini… tutti in attesa di questi extra-soldi, che nessuno sa quando arriveranno. La politica purtroppo è in grado di fare danni seri sotto questo aspetto…

  2. Io sto aspettando ancora il bonus-40% x le macchine elettriche. Si devono solo vergognate. Fanno solo chiacchiere. Si dimezzassero lo stipendio…sti poltronari

  3. Bonus rinnova autovetture prenotato alle 10 del 1 marzo. In accordo con i venditore mi sono presentato in concessionaria alle 11 del 1 marzo. Peccato che, nonostante le rassicurazioni verbali il backoffice della concessionaria si sia degnato di prendere in carica la mia richiesta solo il giorno successivo nel pomeriggio, a fondi ormai finiti. Loro hanno perso una vendita, io la mia occasione di passare all’elettrico (non per mia responsabilità).

  4. Beh, se per questo la Regione Lombardia ha rilasciato l’incentivo anche per i motoveicoli elettrici, peccato che per veicoli di valore contenuto, diciamo sotto i 5000 di listino, nessun rivenditore lo applichi. Ne ho contattati non so quanti, anche fuori regione, per un equivalente 125 elettrico con contestuale rottamazione di un euro 0, la risposta è che sono disponibili ad applicare solo l’incentivo nazionale ma non quello regionale. Vorrei segnalare la “perla” di un concessionario di Bergamo che, in pieno “arancione rinforzato” mi ha detto che il preventivo me lo faceva solo in presenza.

  5. Veramente ridicolo che si debba aspettare così tanto un decreto attuativo per il bonus con rottamazione, come fu poi per il buono mobilità del 2020. Non c’è nemmeno ancora un comunicato stampa dei soldi rimborsati con l’ultima finestra che si è chiusa a Febbraio.
    Come scritto poi nel Decreto Rilancio le rimanenze dei fondi sono destinate al bonus con rottamazione:” 694. Alla conclusione delle procedure di assegnazione delle risorse di cui ai commi 692 e 693 del presente articolo, le eventuali disponibilità sono destinate, per l’anno 2021, alla finalità di cui all’articolo 2, comma 1, sesto periodo, del decreto-legge 14 ottobre 2019, n. 111, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 dicembre 2019, n. 141.”

  6. Salve, potreste tenerci aggiornati su nuovi bandi della regione ?
    Spero che siano retroattivi come quello del 2019 o comunque riprendano gli acquisti fatti nell’intero anno in corso 2021.
    Come nel mio caso, mi sento in dovere di sottolineare come non si sia pensato ad alcune situazioni discordanti la rottamazione e l’incentivazione dell’acquisto di una vettura non inquinante.

    Sono riuscito a fare la domanda al bando, ma non ho potuto inserire la rottamazione dell’auto perché antecedente il 23 febbraio 2021.( nel mio caso 10 febbraio 2021). Il mio concessionario ha prenotato quelli statali che richiedono la rottamazione da gennaio 2021, mentre il bando no. Questa esclusione non ha senso e sarebbe da rivedere.
    Grazie

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome