Home Incentivi Incentivi elettrici: l’Italia piange, Bolzano finanzia

Incentivi elettrici: l’Italia piange, Bolzano finanzia

9
CONDIVIDI
bolzano

A Bolzano insistono sui contributi alla mobilità elettrica. Gli incentivi li concedono ben prima del governo italiano e se Draghi li ha tagliati, in Alto Adige li prevedono anche per il 2022.

Finanziano cittadini ed imprese, tassisti ed autoscuole. Sono previsti contributi per automobili e furgoni per il trasporto merci, moto e scooter, quadricicli e cargo bike. Tutti elettrificati. Senza dimenticare le colonnine di ricarica. Un progetto completo.

Bolzano
La foto è tratta dal sito della Provincia autonoma di Bolzano

I beneficiari aumentano. Ce lo spiega la responsabile del bando dedicato alle imprese che possono acquistate diverse tipologie di veicoli. “L’anno scorso si sono avute più richieste rispetto al 2020. In totale sono arrivate  562 domande“. Avanti tutta. E sono scolpite queste parole nelle pagine web della Provincia Autonoma dedicate alla mobilità elettrica: “L’Alto Adige vuole diventare un modello per quanto riguarda la mobilità sostenibile. É previsto un pacchetto per promuovere la mobilità sostenibile all’insegna del motto #greenmobilitybz“.

Questo l’elenco dei benefici pubblicato: “Contributo provinciale di 2.000 euro per l’acquisto, il leasing o il noleggio a lungo termine di autoveicoli elettrici e 1.000 euro per quelli ibridi plug-in con una riduzione del prezzo di pari importo da parte del rivenditore di autoveicoli se questi non costano più di 50.000 Euro (senza IVA e costi e imposte per l’immatricolazione)“.

incentivo

Come in tutte le regioni c’è l’esenzione dalla tassa automobilistica per i primi 5 anni; trascorsi i quali si ha la riduzione al 22,5%. Infine contributo al 30% (fino a 1.000 euro) per l’acquisto di motoveicoli o ciclomotori (scooter) elettrici e al 30% (fino a 1.500 euro) per bici cargo elettriche e contributi per le stazioni di ricarica (privati e imprese).

Bolzano sostiene le imprese elettriche

C’è una forte attenzione per le aziende che scelgono la mobilità elettrica. La Provincia Autonoma offre 2.000 euro per l’acquisto o il noleggio di veicoli (M1) per il trasporto di persone e per il trasporto di merci (N1 e N2). Sono finanziati anche i veicoli “ibridi plug-in” che non devono produrre più di 70 g di emissioni di CO² per km. Nel pacchetto degli incentivi alle imprese sono previsti anche 1000 euro per moto, scooter e quadricicli e i 1500 euro per le cargo bike. Interessante anche  l’incentivo da 1000 euro per “L’acquisto e l’installazione di stazioni di ricarica per veicoli elettrici o la stipula di contratti di vendita con riserva della proprietà. Tali contratti hanno una durata massima di nove anni“. Qui le info per presentare la domanda. 

Cittadini tre scadenza per  le domande

Bolzano
Una colonnina Alperia (foto: Margit Perathoner – Procincia di Bolzano=

Non c’è un unico bando, ma tre finestre temporali (31 marzo 31 luglio 31 ottobre) entro cui inviare la documentazione. Attenzione: “La domanda deve essere presentata online prima della data di emissione della fattura, anche di acconto, pena l’esclusione dall’agevolazione dell’intero investimento“.

Questi i veicoli elettrici (nuovi di fabbrica) incentivati

a) veicoli elettrici a batteria, veicoli a celle a combustibile H2 e veicoli elettrici a batteria con range extender per il trasporto di persone e merci;

b) “ibridi plug-in”per il trasporto di persone e merci;

c) veicoli elettrici a due, tre o quattro ruote appartenenti alle classi L1e-B, L2e, L3e, L5e e L6e o di veicoli elettrici pesanti a quattro ruote della classe L7e;

d) biciclette cargo con motore ausiliario elettrico (L1e-A) con una portata complessiva minima di 150 kg

Colonnine e wallbox per i cittadini

ricarica zoe
Incentivi per la ricarica domestica

Lodevole anche il contributo che la Provincia autonoma di Bolzano concede ai privati per colonnine e wallbox domestiche. “È concesso un contributo dell’ottanta per cento della spesa ammessa, per un importo massimo di 1.000 euro per ogni sistema di ricarica. Ai privati possono essere concessi contributi per un massimo di tre sistemi di ricarica“. Incentivi per tutta la famiglia se usa veicoli elettrici. Qui info e moduli.

Come la Sardegna e l’Emilia-Romagna anche a Bolzano si finanziano i veicoli elettrici di enti pubblici e di associazione. In contributi sono per gli stessi mezzi incentivati ai cittadini e alle imprese. Qui tutte le informazioni.

Per saperne di più sugli incentivi, l’utilità di Motus-e 

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it—

Apri commenti

9 COMMENTI

  1. Concordo in pieno dovrebbe incentivare solo le EV visto e considerato che anche se con poca emissione c’è sempre CO2 .
    Poi ovviamente meglio ibride che vecchie auto.

  2. Spero che non sia come il bando veneto se no molti acquirenti resteranno a bocca asciutta.
    Per il resto elogio alle province più virtuose.

    • Grazie Fabio dell’intervento, si tratta di un incentivo più bilanciato – sono 2mila euro – e su oltre 700 domande, le hanno accolte tutte a parte qualcuna sbagliata (una decina circa)

      • E da noi quasi 8000 domande un centinaio escluse, ma si e no che arriveranno a coprirne 1500, e gli altri forse nei prossimi tre anni se ci sono fondi residui, passati i tre anni chi ha preso ha preso gli altri resteranno con un pugno di mosche 🤦
        Mi pare gi giocare alla lotteria.

          • E lo so, ma tutti o bandi prevedono anche le termiche a basso impatto ambientale, purtroppo siamo in Italia, al estero incentivano solo le elettriche 🤷
            Per importo confermo,ma se tenevano basso quello delle EV sarebbe stato nullo per le altre.

  3. Lodi a Bolzano. Frustrante l’assenza di incentivi nazionali o regionali. Cosi il PNRR produrrà poco progresso verso la neutralità climatica.

    • Senza dubbio, soprattutto alcune categorie di auto, senza incentivi sarà difficile promuovere la mobilità elettrica

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome