Home Auto In viaggio sulla app: chi vince tra…VW ID.3 e Porsche Taycan?

In viaggio sulla app: chi vince tra…VW ID.3 e Porsche Taycan?

19
CONDIVIDI
La VW ID.3 e la Porsche Taycan, protagonista del nostro viaggio...sulla app.

In viaggio sulla app: in tempi di lock-down, certe scorribande si possono solo immaginare. Ma intanto ci si può preparare a tavolino, simulando i nostri itinerari post-Covid con buona approssimazione. Immaginate che vi prestino un’auto elettrica per un viaggio Verona – Roma, andata e ritorno. E di poter scegliere tra una Volkswagen ID.3 Pro S 77 kWh e una Porsche Taycan Turbo, mettendoci meno tempo possibile. Quale scegliereste? La Porsche? Vediamo…

In viaggio sulla app: vediamo le due contendenti

  • La Porsche Taycan Turbo S non ha bisogno di molte presentazioni. Abbiamo tanto sentito parlare dei suoi 560 kW (761 CV) di potenza, della sua capacità di staccare lo 0-100 in 2,8 secondi. E dei suoi oltre 250 km/h di velocità massima. Ma sappiamo che Porsche vanta anche il primato di velocità in ricarica. Grazie al suo sistema a 800 volt, è in grado infatti di rifornire la batteria da 93 kWh a una potenza massima vicina ai 270 kW. Prezzo di listino 191.879 euro.

  • La Volkswagen ID.3 Tour. Conosciamo ormai piuttosto bene anche lei. E’ una compatta elettrica del segmento C, dotata in questa versione di un pacco batteria da 77 kWh e dello stesso motore delle sorelle (150 kW, 204 CV). Motore che le consente uno scatto da 0-100 km/h in 7,9 secondi e una velocità massima (limitata elettronicamente) a 160 km/h. Prezzo di listino 49.300 euro (meno gli incentivi).

In viaggio sulla app: VW vs. Porsche, siete impazziti?

E’ un po‘ come se nel 2009 ci fossimo chiesti: “Ci metterò meno con una Golf GTD o con una Porsche Panamera a fare un Verona – Roma andata e ritorno?” Non ci saremo mai posti la domanda, ovviamente. Parlando di auto termiche infatti, a fare la differenza in un viaggio di questo tipo può essere al limite solo il rapporto tra consumo e dimensioni del serbatoio. Ma una o due soste in più al distributore non avrebbero spostato più di tanto i tempi di percorrenza. Parlando invece di elettriche le dinamiche in gioco sono molto diverse. A fare la differenza in una prova di questo tipo sono i consumi e il tempo necessario a recuperare km in fase di ricarica. E’ proprio da questo rapporto che arriva una performance in viaggio più o meno brillante. Fermo restando sempre il rispetto delle velocità da Codice della Strada.

Vediamo quanto si impiega con la Porsche…

in viaggio sulla app
A Better Routeplanner, ABRP, la app che abbiamo utilizzato per simulare questo viaggio da Verona a Roma con WW.ID3 e Taycan.

Partendo carica da Verona, la Taycan richiederebbe una tappa intermedia di 16 minuti  presso la stazione Ionity di Carpi (MO), dove arriverebbe con il 69% di batteria. Ripartiti con il 91%, si arriverebbe alla stazione Ionity di Valdichiana con la batteria praticamente vuota. 18 minuti sarebbero sufficienti a riportare la batteria al 64%, garantendo energia a sufficienza per raggiungere Roma. Una ricarica di 19 minuti presso il nuovo Enel X store di Corso di Francia riporterebbe la batteria di Taycan al 67% consentendole raggiungere nuovamente Valdichiana. Altra ricarica, questa volta di 30 minuti (da 0 a 86%) e dritti fino a Carpi. Rabbocco di soli 7 minuti presso la Ionity di Carpi per riportare la batteria almeno fino al 31%. Energia indispensabile per raggiungere nuovamente Verona. Questa la proiezione della app di ABRP. Un totale di 10 ore e 45 minuti (di cui 9 ore e 16 minuti di guida e 1 ora e 29 minuti di ricariche).

…e quanto invece ci si mette con la Volkswagen

La Volkswagen ID.3 Tour avrebbe invece bisogno del primo rabboco a Valdichiana dove arriverebbe con l’11% di batteria. 15 minuti per riportare il livello al 47% e poi dritti su Roma. Quindi 20 minuti di ricarica (fino al 50%) presso l’Enel X Store di Corso di Francia per ripartire nuovamente alla volta di Valdichiana. Qui si arriverebbe praticamente a secco. 45 i minuti necessari a questo punto per ripristinare l’86% della batteria, indispensabile per raggiungere nuovamente Verona. Dopo sole 10 ore e 13 minuti (8 ore e 53 minuti di guida e 1 ora e 20 minuti di ricarica).

La ID.3 più “veloce” della Taycan, di oltre mezzora

Già, vince l’auto in grado di garantire un consumo tutto sommato piuttosto contenuto. La ID.3 è in grado di completare il percorso con 210 kWh di energia (media di 20,79 kWh/100 km), contro i ben 345 kWh richiesti da Taycan (34,15 kWh/100km). La ID.3 in questa versione ricarica a una potenza massima di 125 kW. Nulla in confronto alla potenza consentita dal sistema di Taycan (270 kW di picco). Ma di fatto la Taycan, alla massima potenza di ricarica (possibile solo tra lo 0 e il 25%), pur essendo in grado di immagazzinare oltre 23 kWh in soli 5 minuti, di fatto in quei 5 minuti sta recuperando energia utile a percorrere poco più di 67 km.La  ID.3 Tour, negli stessi 5 minuti, alla potenza massima di 125 kW, è in grado di immagazzinare 10,4 kWh di energia, utili a percorrere circa 50 km. Tuttavia tale velocità di ricarica si mantiene fino a circa il 35% del SOC. In meno di 13 minuti si guadagnano in questo modo quasi 27 kWh e una percorrenza di quasi 130 km.

In viaggio con la app
La curva di ricarica della Porsche Taycan in un grafico pubblicato da Fastned.

Ovviamente, in tutto questo, la disposizione dei punti di ricarica ultra FAST lungo il percorso può ribaltare completamente il risultato. Ricaricare quando lo stato di carica è al 10% o al 70% può fare una differenza enorme. Paradossalmente, poter tenere una velocità più elevata e caricare nella parte bassa della curva potrebbe dare risultati migliori in termini di percorrenza, se riusciamo a mantenere il trend a lungo. C’è chi in Germania in questo modo è riuscito a percorrere 1000 km in poco più di 9 ore, ad esempio! Chissà cosa avrebbe potuto fare la ID.3 sullo stesso percorso?

Conclusioni: che cosa scopri in viaggio sulla app

in viaggio sulla app

Ovviamente non volevamo assolutamente sminuire il valore e le caratteristiche tecniche di Porsche Taycan rispetto a ID.3. Né affermare che, ai fini dei tempi di percorrenza, l’una valga l’altra. Lo scopo dell’articolo era solo quello di evidenziare come, quando si ha a che fare con delle auto elettriche, non sono importanti solo velocità di ricarica e performance sportive. Ci sono insospettabili aspetti che, a determinate condizioni e su un determinato percorso, possono persino far “sfigurare” una Porsche di fronte a una Volkswagen

 

 

 

 

 

19 COMMENTI

  1. Quando farete un vero test su una auto che in inverno accende il riscaldamento e in estate il condizionatore per capire la vera autonomia di una vettura con un uso normale?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome