Home Vaielettrico risponde In vacanza col box da tetto. Quanto mi cala l’autonomia?

In vacanza col box da tetto. Quanto mi cala l’autonomia?

13
CONDIVIDI
box da tetto

Matteo pensa di passare all’auto elettrica, ma è preoccupato per le vacanze, quando dovrà viaggiare con box da tetto. L’autonomia sarà sufficiente ci chiede? Inviate i vostri quesiti a info@vaielettrico.it

box da tetto
 

Buongiorno Vaielettrico, sto considerando l’acquisto di una MG4 e sarebbe per me la mia prima auto elettrica. Un mio grande punto interrogativo per l’acquisto, è l’uso che ne farei; avendo famiglia sarebbe l’auto principale e la userei per vari spostamenti casa-lavoro e attività dei miei bimbi.

Ho possibilità di ricaricare a casa avendo box privato. Inoltre per le vacanze con la famiglia avrei necessità di un box da tetto. Aumentando il carico e cambiando l’aerodinamica l’autonomia potrebbe scendere drasticamente? Matteo Freddi

Anche del 20%, ma dipende dalla velocità

Risposta- Complimenti per la scelta dell’auto, Matteo, e per la decisione di passare alla trazione elettrica. Nelle sue condizioni, con box privato per la ricarica e utilizzo prevalente per gli spostamenti a breve o medio raggio,  una BEV come MG4 può soddisfare pienamente le sue esigenze.

Il test del nostro Paolo Mariano ha sostanzialmente confermato l’autonomia dichiarata dalla casa, che è mediamente di 350 km per la versione con batteria da 51 kWh e di 450 km per quella da 64 kWh. Ma è noto che i consumi reali possono variare in modo sostanziale in particolari condizioni, come il carico, la velocità di crociera e la temperatura. Anche l’aerodinamica gioca un ruolo fondamentale, sopratutto alle alte velocità e il box da tetto che dovrà montare per le vancanze la compromette pesantemente. Se ne sarà già reso conto anche con l’auto termica, controllando i consumi.

La maggiore resistenza all’avanzamento dovuto ai disturbi aerodinamici del box da tetto, quindi, può comportare una riduzione dell’autonomia anche del 20%, che si somma, in inverno, al peggioramento dovuto alla bassa temperatura. L’Automobil Club tedesco (ADAC) ha pubblicato un test su un modello di auto elettrica non troppo dissimile dal suo (una Kia EV6). Può vedere qui i risultati.

Anche il solito youtuber norvegese Bjorn Nyland ha pubblicato un video in cui misura i consumi di una Tesla Model Y con un box da tetto, ripetendolo poi con un particolare modello che migliora la prestazione, a suo dire, del 10%.

In sostanza, una vacanza invernale dovrà pianificarla considerando una ricarica ogni 200 km o poco più.

Sono più critici i viaggi in autostrada

Tenga presente, però, che la resistenza aerodinamica aumenta con progressione geometrica all’aumento della velocità. E scendendo sotto gli 80-90 km/h  gli effetti sull’autonomia sono molto minori. Se i suoi viaggi vacanza sono prevalentemente in autostrada, tenere velocità così basse può essere fastidioso. Ma su normali strade extraurbane quasi non se ne accorgerà.

Faccia i suoi conti, ma stia tranquillo: in poche settimane capirà come ottimizzare lo stile di guida per massimizzare le percorrenze, quando ne avrà necessità. E in ogni caso in ferie una sosta in più non sarà un grosso problema: MG4 ricarica fino a potenze di 140 kW e in mezz’ora metterà in batteria più di 100 km.

-Iscriviti alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

 

Apri commenti

13 COMMENTI

    • Il gancio ufficiale MG, disponibile anch’esso da fine Gennaio 2023, costa 1815 euro circa, oltre al costo del baule esterno altre 1500 più il montaggio del gancio … diventa uno spesone, oltre che un po’ più complicato a livello logistico (p.s.: il gancio traino va denunciato anche in sede di rca). Però aerodinamicamente geniale come soluzione …

      • è anche vero che non devi per forza utilizzare quello originale. che sappia io ora i ganci traino non devono più fare il collaudo in motorizzazione, basta la conformità rilasciata dall’officina che fa il lavoro. ergo quei 2 k del gancio originale, possono diventare 5/600 euro…

  1. Un conoscente con una Kona Elettrica con batteria da 64KWh e box sul tetto per andare da Bergamo a Matera, due adulti e due bambini piccoli, in autostrada in estate ricarica 4 volte, non so dirvi la strategia di ricarica che usa.

    • Sono 955 km. Se in autostrada carica 4 volte, presumendo che parte con auto carica, sono 5 ricariche in tutto, quindi un po’ meno di 200 km per ogni ricarica. La Kona da 64 kWh, incredibilmente efficiente, ha un’autonomia di circa 320 km in autostrada. Considerando che il box sul tetto riduce l’autonomia di circa fino a un massimo del 30%, l’autonomia in autostrada decresce fino a 224 km per ogni ricarica (da considerare che viaggia a pieno carico, quindi con passeggeri e probabilmente altri bagagli nel bagagliaio).

      Quindi direi nessuna strategia particolare, rientra nel range. Per fare il viaggio contando invece su sole 4 ricariche anziché 5, ovvero una ricarica a casa prima di partire e 3 ricariche in viaggio, l’unico modo è ridurre molto la media autostradale, altri modi non ci sono …

      • Ci può stare tranquillamente fare 3 soste ovviamente SEMPRE programmate in App.
        Domanda:
        1) quanta attesa per la ricarica che a questo punto dovrà essere completa per fare i successivi 200 km
        2) costo attuale di una ricarica per il pieno di quella BEV?
        3) si daranno tutti ad una bella lettura al gelo o al caldo in fase di ricarica BEV?
        4) I Bambini come li gestisci…. ah si AUTOGRIL
        5) media spesa aggiuntiva extra.. x cazzeggio famiglia per 3 volte in Autogrill….? della serie compri anche quando non compreresti nulla?
        6) voce spesa extra in euro da aggiungere alle 3 ricariche?

        • Sono costi extra che si sostengono una volta l’anno o due. Nell’utilizzo degli altri 350 giorni il risparmio li ammortizza enormemente. Non lo dico per polemizzare ma l’ho provato di persona. La ricarica fast costa come fare benzina, ma la faccio forse 7-8 volte l’anno. Chi viaggia a benzina la sostiene quotidianamente.

        • 2) rispondo all’unico quesito incontestabile e inopinabile: 60kWh di ricarica costano 18,60€ con Enel-X, cioè quanto 10 litri di benzina in autostrada (con cui NON fai 200 km) o 9 litri di gasolio.

  2. La MG4 fino a poco fa non era omologata per le barre sul tetto, il che significa che l’installazione di barre portatutto aftermarket avrebbe potuto in teoria invalidare la garanzia dell’auto ma soprattutto in caso di incidente ci sarebbe stato il rischio di rivalsa dell’assicurazione. In pratica MG diceva ufficialmente che non si potevano installare.

    Fortunatamente la situazione si è ribaltata: le barre portatutto arriveranno ufficialmente a fine gennaio 2023. Eccole qui: https://mgmotors.dk/tilbehoersshop/
    Sono quelle da 3.995 corone danesi (“Lastholder i aluminium”), corrispondenti a 537 euro e nel sito è riportato “Consegna prevista per fine gennaio 2023”.

    Se devi ordinare la MG4, io le aggiungerei come optional includendo l’installazione a cura del concessionario (nel sito italiano ancora non ci sono ma questa rogna il concessionario può sbrigarla per te contattando la casa madre).

    Per quanto riguarda il portapacchi, in realtà sembrerebbe che qualunque portapacchi montato all’incontrario (con la coda posizionata davanti e il muso posizionato dietro) sia aerodinamicamente più efficiente ma i costruttori sconsigliano questa installazione. Il Calix Aero Loader è tra i primi portapacchi nati per essere installati … all’incontrario. Probabilmente nei prossimi mesi vedremo soluzioni ancora più aerodinamiche, pertanto potrebbe essere furbo aspettare prima di comprare il portapacchi giusto.

    Con un portapacchi tradizionale, i consumi autostradali potrebbe aumentare anche del 30%.

    Nota a margine: bello vedere l’interesse crescente per l’MG4, sono felice quando i consumatori premiano un prodotto molto valido come questo. Spero di vedere la MG4 presto nella top 5 delle elettriche più vendute in Europa, se lo meriterebbe alla grande … Brava MG!

      • Io aspetto qualcosa del genere … e il permesso dell’avvocato per staccare l’assegnino …

        https://www.youtube.com/watch?v=5fOglUP9gS8

        senti al minuto 00:37 come definisce gli “appassionati di motori” e come ci lusinga … poi vai al minuto 5:11 (Ale vale anche per te) … il video è tutto bellissimo, merita di essere visto tutto, sembra l’abbia girato io. E siamo già a 3: Dodge, Hyundai e Toyota/Lexus

        Scherzi a parte Max, la Ioniq 5 N se fatta bene sarebbe già perfetta per me ma dovrò aspettare qualcosa di più cheap con quelle caratteristiche lì. Inutile andare di fretta ora …

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome