Home Auto In Germania 10 mila di sconto sulla Zoe (incentivi inclusi)

In Germania 10 mila di sconto sulla Zoe (incentivi inclusi)

9
CONDIVIDI

In Germania 10 mila euro di sconto sulla Renault Zoe. La filiale tedesca ha lanciato una campagna per integrare con la sua promozione l’incentivo statale.

In Germania è tutto più conveniente, anche l’Iva

Altro che auto di nicchia. La Renault ormai considera la Zoe un modello da grandi numeri. E propone promozioni tipiche dei prodotti in grado di sviluppare vere economie di scala. La Germania, poi, è il mercato ideale per l’automobile elettrica: aliquota Iva contenuta (ora scende al 16%, in Italia è al 22%), incentivi e numeri di vendita già rilevanti.

in Germania
Il testo dell’offerta della Renault tedesca per le elettriche (10 mila euro) e le ibride plug-in (7.500).

Anche in maggio, mese falcidiato dalle chiusure per Covid-19, si sono vendute 12.333 auto tra elettriche pure e ibride plug-in, con una quota del 7,3%. E la Zoe si è piazzata al secondo posto assoluto, dietro alla e-Golf e davanti alla Tesla Model 3. Insomma, è il momento di spingere e la filiale tedesca la Renault lo fa aggiungendo 3.900 euro di sconto ai 6.100 euro di incentivo previsti dal governo. Per le ibride plug-in, invece, lo sconto complessivo arriva a 7.500 euro.

La Zoe (con batterie di proprietà) parte da 19.990

Verrebbe voglia di andarsene a comprarla in Germania, la Zoe. Tutto considerato, la si acquista a partire da 19.990 euro, con le batterie in proprietà. Se invece si preferisce la soluzione con batterie a noleggio, la spesa scende a 11.900 euro, con un canone che parte da 74 euro al mese.

in Germania
Anche il Kangoo Z.E. è in offerta in Germania, a poco più di 18 mila euro.

L’offerta vale anche per i veicoli da lavoro come il Kangoo Z.E., il cui prezzo (con batterie di proprietà) parte da 18.575 euro. Quanto alle ibride plug-in, la Captur con il doppio motore elettrico-benzina è proposta a  partire da 26.100 euro. Tutte offerte che fanno dire al numero della Renault in Germania, Uwe Hochgeschurtz, che “l’accesso alla mobilità elettrica non è mai stata così conveniente. E noi come leader di mercato stiamo facendo il massimo“.

 

 

 

Apri commenti

9 COMMENTI

  1. Importare da un paese con un’aliquota IVA inferiore all’italiana comporta il saldo della differenza all’erario; quidni la conveninenza in questo caso va a farsi benedire

    • E infatti ci sono state decine di inchieste della Guardia di Finanza su italiani che hanno importato auto dalla Germania senza saldare la differenza di aliquota. Certo, sarebbe un’Europa più vera se pagassimo tutti la stessa Iva, un mercato unico degno di questo nome.

  2. Scusate, ma lo sconto applicato in Germania vale anche per le auto d’esportazione? Trovo strano che lo stato Germanico dia 6100€ di sussidi per un veicolo che va all’estero!

    • Da quel che sappiamo noi le auto vengono prima immatricolate in Germania e poi esportate. Non a caso da sempre c’è il contenzioso sull’Iva, che è sempre più bassa che da noi, adesso diventano 5 punti.

  3. Se non sbaglio con la formula restart renault anche in italia si riesce a prenderla a circa 20k euro con batterie di proprietà…

  4. Considerando i 6.000 euro di incentivo statale rottamazione e lo sconto sullo stock di zoe in pronta consegna lo sconto in Italia supera i 10.000 euro.

  5. In Cina la Zoe costa 9.750,00 €. Avete riscontro di quello che ho letto in rete?
    In Italia, malgrado la crisi di vendita automobili che attanaglia il comparto non si decidono ad abbassare i prezzi. Siamo quasi i deflazione a non accennano ad abbassare i prezzi. L’invenduto preferiscono “posteggiarlo” nei mega parcheggi inquinando, anzichè venderle ad un prezzo più basso.
    gli italiani abbiamo la nomea di essere il popolo più ricco…di risparmi.
    ce li devono fare spendere, se ce li abbiamo…la solita teoria renziana …”quando diceva….”gli italiani devono investire i loro risparmi per fare girare l’economia!…i altre parole….è come dire che gli italiani, in media, mangiano un kilo di carne a testa alla settimana, anche se poi c’è chi ne mangia una fetta e l’altro si mangia i restanti 9 kili

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome