Home Moto & Scooter Imigo, l’ennesimo clone cinese della Vespa Elettrica

Imigo, l’ennesimo clone cinese della Vespa Elettrica

0
CONDIVIDI

Le tecnologie informatiche cancellano le distanze sul mappamondo, spesso con risultati imprevedibili e avvincenti. Yasan Motor, dopo il monopattino da 80 km/h (qui l’articolo) sta proponendo agli importatori una nuova offerta online per lo scooter Imigo. Sarà in grado di sfidare l’originale, la Vespa elettrica?

Viaggia a 45 o 75 km/h, tre livelli di autonomia

Il costruttore di Hangzhou dichiara specifiche che “marcano da vicino” il prodotto di spicco della Piaggio. Il motore è disponibile nella versione base con potenza da 3 kW (autonomia 50 e 80 km) in grado di spingere il veicolo a 45 km/h. Altrimenti, si può puntare sui 4 kW (come sulla Vespa) del modello ad alte prestazioni (65 km di autonomia e 75 km/h, contro 100 km di autonomia e 45 km/h del motorino di Pontedera). La differenza più grande, però, si riscontra nella capacità dell’accumulatore presente sui due veicoli. La batteria 86 Ah 48 v agli ioni di litio consente al mezzo della Piaggio fino a 1000 cicli di ricarica (al termine dei quali mantiene l’80% della capacità massima iniziale) e un tempo di rifornimento pari a 4 ore.

Nel caso dello scooter cinese, invece, l’accumulatore (pur avendo gli stessi materiali del mezzo italiano) prevede due livelli differenti di capacità: 26 Ah 72 v sulla versione con range di 50 km, 40Ah 72 v sulle altre due. 800 i rifornimenti previsti, mentre il pieno richiede 7-8 ore. Questa differenza si riflette anche sulla massa dei due scooter. 76 kg di peso a vuoto (senza batteria) per Imigo contro i 105 chili della Vespa. Se la dinamica dei veicoli in fase di marcia può risultare diversa, la praticità nei parcheggi, invece, risulta analoga: 1902mm x 680mm x 1140mm l’ingombro per il motorino dell’Estremo Oriente, 1870mm x 735mm x 1135mm per la creazione italica.

Simili, ma non troppo

Sul fronte dei dati tecnici, si segnala poi un’altra lieve differenza. L’impianto frenante è completamente a disco sul ciclomotore cinese, mentre su quello italiano è a disco sulla ruota anteriore, a tamburo su quella posteriore. Vespa elettrica, però, prevede il recupero di energia in fase di frenata. Purtroppo non è possibile comparare l’offerta tecnologica a bordo. Da una parte, infatti, non sono disponibili specifiche di infotainment per Imigo. Dall’altra, invece, Piaggio offre un ricco equipaggiamento sul proprio cavallo di battaglia (leggi tutti i dettagli).

Attenzione ai prezzi

Sul fronte del costo, infine, il margine è molto ampio tra le due Case. Yasan Motor propone un pacchetto d’ acquisto agevolato in caso di ordini corposi (via container). Fino al 16 giugno, le tre versioni di Imigo sono offerte rispettivamente a 1.170, 1.320 e 1.390 dollari (tariffa “Free On Board” dal porto di Shanghai). Al termine della promozione, il prezzo salirà di 420 dollari per ciascuna versione. Il produttore cinese prevede inoltre una consegna entro 30 giorni dall’ordine, con deposito del 30% in anticipo e saldo prima dell’imbarco. La firma di Pontedera, invece, mette in vendita la Vespa elettrica a un prezzo di listino di 6.390 euro che diventano 4.818€ grazie al contributo statale (a cui bisogna aggiungere costi accessori quali immatricolazione, messa su strada ed eventuali accessori).