Home Auto Il tetto solare della Toyota: 56 km di autonomia!

Il tetto solare della Toyota: 56 km di autonomia!

16
CONDIVIDI
Toyota solare
Il prototipo della Toyota elettrica ricoperta di pannelli solari.

Il tetto solare della Toyota per dare alle auto elettriche fino a 56 km di autonomia al giorno. Ecco l’innovazione presentata dalla Casa giapponese.

Un progetto con gli specialisti Nedo e Sharp

Non ci sono start-up come la tedesca Sono Motors, con la sua Sion (qui l’articolo), o l’olandese Lightyear One (qui), a preparare un’auto elettrica che percorra distanze brevi grazie all’energia immagazzinata dai pannelli solari. Ora ci lavora anche la Toyota. E i risultati dei test effettuati con due specialisti come NEDO e Sharp sembrano piuttosto promettenti. Anche perché, in caso contrario, difficilmente sarebbero stati resi noti.

Toyota solare - cofano
Il cofano ‘solare’ del prototipo Toyota.

L’autonomia giornaliera dell’auto può aumentare di ben 35 miglia, pari a 56 km. Ovvero più della distanza che molti di noi sostengono per gli spostamenti quotidiani. La Toyota non è nuova a soluzioni come questa, sperimentata più volte sul suo modello ibrido più noto, la Prius. Ma l’efficienza delle celle solari era tale da consentire solo di alimentare funzioni accessorie, come il climatizzatore. Qui invece si alimenta direttamente il pacco-batterie, fornendo energia pulita per percorrere parecchi km a zero costi e zero emissioni.

Ricarica sia da fermo che in movimento

Toyota 'solare' - tetto
Il tetto della Toyota ‘solare’

Le nuove celle sono in grado di convertire in elettrico l’energia che arriva dai raggi del sole al 34%, con 860 Watt di potenza. Contro il 22,5% e i 180 Watt delle celle usate sulla Prius. Un bel salto. Solo negli ultimi tempi era stata messa in commercio una Prius in cui il tetto solare poteva alimentare il pacco-batterie dell’auto, ma l’autonomia aggiuntiva non andava oltre i 6,1 km. Un’altra novità importante per la Toyota rispetto alla Prius con il tetto solare è dato dal fatto che questo prototipo carica il pacco-batterie anche in movimento, non soltanto da fermo. Il che può essere fondamentale per chi, come un servizio taxi, alterna i viaggi alle soste in attesa dei clienti. Dopo i primi test, favorevoli,  il tetto solare della Toyota entrerà nella sperimentazione finale già a fine mese a Tokio, nella Prefettura di Aichi e in altre zone del Giappone. Per poi entrare in produzione in uno dei prossimi modelli elettrici che la Casa di Nagoya sta preparando, dopo avere rivisto la sua dura opposizione all’elettrico.

Sion
La Sion, realizzata dalla start-up tedesca Sono Motors, interamente ricoperta di pannelli solari.
Lightyear One
L’olandese Lightyear One, anch’essa ricoperta di pannelli solari.  Costa 119.999 euro.

 

SECONDO NOI: C’è chi sostiene, come il sito americano Electrek, che i pannelli solari sono fatti per i tetti delle case, non per le auto. Ma le macchine elettriche, rispetto alle abitazioni, hanno un grande vantaggio: sono già dotate di un accumulatore. Un pacco-batterie che in prospettiva può non solo alimentare i nostri spostamenti, ma anche (quando non usiamo l’auto per lunghi periodi) stivare energia da cedere alla rete. Ed è bello vedere che una grande Casa come la Toyota si unisce finalmente a una corsa che in fin dei conti è appena partita. 

16 COMMENTI

  1. Cara Toyota oltre al tetto e al cofano ci sono le altre zone delle vetture che gia’ oggi assorbono il calore dei raggi solari e domani potrebbero essere ricoperte anch’esse di cellule ad alta densita’ . Le uniche parti libere i vetri anteriori.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome