Home Auto Il prezzo della Skoda Enyaq: 35 mila meno incentivi

Il prezzo della Skoda Enyaq: 35 mila meno incentivi

20
CONDIVIDI
auto elettrica
La Skoda Enyaq è un Suv, ma l'altezza è piuttosto contenuta, 188 cm. La lunghezza è di 474 cm.

Il prezzo della Skoda Enyaq fissato a 35mila euro, da cui detrarre gli incentivi. Si tratta della versione meno costosa, con batteria da 55 kWh e autonomia 340 km.

Il prezzo della Skoda decisamente aggressivo

il prezzo della SkodaIn pratica: chi ha una vecchia auto da rottamare, si porta a casa questo Suv elettrico pagando 27 mila euro, grazie agli 8 mila di ecobonus. La casa boema del Gruppo Volkswagen non ha perso tempo. Immediatamente dopo la presentazione, ha reso operativo in Italia il sito dedicato ai “Pre-Booker” (i pre-ordini) per chi vorrà essere tra i primi a poter guidare il nuovo modello. Gli aderenti riceveranno il sistema di ricarica rapida insieme all’abbonamento alle ricariche Ionity per un anno.

il prezzo della SkodaLe prime consegne sono previste nella primavera 2021. In alternativa al modello più economico (denominato Enyaq 50iV, con trazione 4×2 e una potenza di 109 kW) è disponibile un’altra versione a 46 mila euro, la  80 iV. Con un motore più potente, 150 kW, batteria da 82 kWh e autonomia di 510 km.  Nei mesi successivi, la gamma si completerà con la commercializzazione delle versioni ENYAQ 80x iV 195 kW e ENYAQ RS iV 225 kW. Entrambe con batteria da 82 kWh e trazione integrale 4×4, grazie a due motori elettrici, uno per asse. È prevista infine una versione 60 iV, con 360 km di autonomia.

Stessa piattaforma della Volkswagen ID.3

Per pre-ordinare la Enyaq, basta un anticipo di 500 euro, che viene restituito senza penali nel caso in cui il cliente ci ripensi prima di firmare il contratto vero e proprio. Il prezzo fissato dalla Skoda è decisamente competitivo per entrambe le versioni. E dimostra la volontà del Gruppo Volkswagen di puntare a grandi numeri per l’elettrico. La Enyaq è la seconda auto del Gruppo VW a fruire della nuova piattaforma elettrica MEB, finora disponibile solo nella ID.3, ormai in consegna.

il prezzo della Skoda Enyaq

Nel Listino delle auto elettriche (qui), l’unico Suv che rivaleggia con il prezzo della Skoda Enyaq è la Mazda MX 30, proposta a 34.900 euro, ma con autonomia 200 km. C’è poi la versione più economica della Hyundai Kona a 38.300 euro, con 289 km di range. Tutte le versioni della Enyaq hanno la velocità limitata a 160 km/h, tranne la top di gamma RS iV che raggiunge i 180.  Altre info cliccando qui, nella cartella stampa.

il prezzo della Skoda

 

 

 

Apri commenti

20 COMMENTI

  1. Il problema è la reale autonomia di un teorico di 340 km, l’auto è notevole, per me una degna prima auto di famiglia e con gli incentivi anche abordabile, ma poi ho letto un articolo sulla “pianificazione” di un viaggio con la Golf elettrica dove la questione era: per un viaggio con una distanza superiore all’autonomia della batteria (se fatto a 130km/h) è preferibile abbassare la velocità di crociera a 90km/h ed arrivare a destinazione (il consumo passa da 17kw x 100km a 130km/h a 11kw a 90 km/h) oppure fermarsi ad una colonnina di ricarica x almeno 20 minuti? A me non sembra accettabile nessuna delle due opzioni… Ed in secondo luogo: se la batteria di uno smartphone dopo 3 anni si riduce di un 20% almeno, pur confidando in una degenerazione molto più contenuta per queste batterie, che autonomia avrà l’auto dopo 7 anni?

    • Rispetto all’autonomia, la risposta è come sempre “dipende….”. Dipende dall’uso che ne fai… Se sei un agente di commercio probabilmente dovrai andare su una Tesla. Ma se fai parte di una famiglia media, un’autonomia di 350km è più che sufficiente, anzi sovrabbondante, tranne nei casi (2-3 volte all’anno) in cui vai in vacanza e percorri in una volta sola volta più di 300km…. ma appunto sei in vacanza e quindi qual è il problema di fermarsi mezz’ora, cosa peraltro raccomandata per sciogliere muscoli e articolazioni?
      L’importante è avere disponibile a bordo il caricatore DC e avere sul tragitto una colonnina fast.

      Per la garanzia: “Volkswagen offre ai suoi Clienti la garanzia che dopo otto anni o 160.000 chilometri sia ancora disponibile il 70% della capacità iniziale della batteria” (fonte sito VW: https://www.volkswagen.it/it/mobilita-elettrica/id-magazine/sostenibilita-auto-elettriche/seconda-vita-per-le-batterie-usate.html). Parliamo di garanzia, quindi livello minimo…vari casi documentati in rete raccontano che in realtà il degrado è di solito inferiore, a meno che non maltratti le batterie, ma allora te la sei cercata….

  2. Io ho una Focus del 2015 che non mi conviene rottamare, ma vendere a parte o permutare, quanto mi spetta di ecobonus/incentivi in totale?

  3. Compilato il form su Skoda!!!
    Avevo nel cuore la Kia e Niro ma …. ragazzi…
    Non scendono sotto i 32500 euro per un’auto del 2016… vecchiotta come progettazione. Si’, ha più restyling ma non è nata elettrica. Skoda mi sembra che vada nella direzione giusta (sperando che la promessa primavera non finisca con l’intenzione AUTUNNO). Le coreane a questo punto saranno terrorizzate dal gruppo vw. E poi… i sedili … che figata. Finalmente belli, comodi e ventilati. Numeri alla mano, punti di assistenza, ricambi, baule spaziale.
    Adas buoni in stile vw e convenzione con ionity ( sperando che il prossimo anno ci siano più di 4 stazioni in croce… così in emergenza carico in un battibaleno).
    Il profilo non la appesantisce come molte altre e la mascherina a led… neanche la id3.
    Il tablettone schiaffato sul cruscotto? Me ne faccio una ragione ormai, è più bello integrato ma è un dettaglio su cui passo sopra. Gli unici vantaggi delle koreane al momento sono la dispersione termica e l’efficienza, non poco, ma se lo stanno giocando molto male. Anche i software di gestione hanno un gap enorme.

    • facci sapere se poi la compri, Federico, hanno già fatto esperienza con la VW ID.3, non credo che ci saranno ritardi nelle consegne.

  4. E più una Crossover tipo Subaru Outback, le misure sono 4.649 x 1.879 x 1.616 mm, passo 2.765 O 474 x ??? X 188 cm? (La Skoda Enyaq è un Suv, ma l’altezza è piuttosto contenuta, 188 cm. La lunghezza è di 474 cm.) l’incentivo 0-20 g/km: 6.000 euro con rottamazione dal 1° Agosto 2.000 euro di extra-bonus statale e 2.000 euro di sconto previsti dal venditore fino al 31/12/2020 da Gennaio 2021 sì vedrà non si sa come verrà presentato.

    • È più corta di 6 cm e soprattutto è più bassa di 7 cm. LA Skoda lo definisce un Suv, ma dalle foto sembra avvicinarsi a una station wagon.

      • Non molto più piccola… bisogna tenere conto che (spero) abbiano adattato l’abitabilità per lasciarla ampia sfruttando l’assenza del motore termico… la Kodiaq è molto grande anche per persone di statura elevata sia davanti che dietro e ha anche la possibilità dei 7 posti che non sono da trascurare e spero la Skoda li riproponga.

      • Dunque, andremo a 27.000 euro come prezzo di listino…. oltre allo sconto obbligatorio del venditore (€ 2.000) previsto dall’ecobonus, qual è la scontistica tipica dei concessionari Skoda? In altre parole, quale sarà realisticamente lo street price della 50?

        (mio commento personale: peccato che sia un SUV e che abbia i pneumatici così grandi e costosi…. quando ci libereremo della funesta moda degli Stupid Useless Vechicle)?

        • Giusta osservazione, purtroppo il Gruppo Volkswagen ha deciso che i Suv sono la quadratura del cerchio: con queste dimensioni si rendono anche le auto elettriche profittevoli. Con questo tipo di vetture, i clienti sono disposti a sborsare un po’ di più e il produttore riesce ad ammortizzare meglio il costo delle batterie. Ma noi siamo per le elettriche piccole e piccolissime, che renderebbero le città molto più vivibili. Esempio: se la Fiat arrivasse a un listino più abbordabile per la nuova 500…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome