Home Vaielettrico risponde Il parcheggio in ricarica non si paga: e le ZTL?

Il parcheggio in ricarica non si paga: e le ZTL?

7
Charxcontrol

Il parcheggio in ricarica non si paga: e le ZTL? Dopo che una altro lettore, Saverio, ha dimostrato che la sosta non è dovuta, Antonio chiede delle ZTL. Vaielettrico risponde. Per i vostri quesiti scrivete a info@vaielettrico.it

il parcheggio in ricarica Che cosa succede in elettrico con l’accesso ai centri storici, a pagamento e non?

“Dopo il successo del nostro amico che è riuscito a farsi togliere il pagamento della sosta per il parcheggio in cui aveva fatto accesso per ricaricare alla colonnina… Che cosa possiamo dire delle colonnine nelle ZTL, a pagamento e non? Saluti“. Antonio Bassi

il parcheggio in ricaricaIl parcheggio in ricarica e le ZTL: ogni Comune decide per sé, salvo…

Risposta. Per quel che riguarda l’accesso delle elettriche alle ZTL, tutto dipende dalla politica adottata dal municipio locale. Molti assicurano l’ingresso (gratuito) solo previa registrazione della targa in un apposito elenco comunale. Altri, invece, non danno neppure questa possibilità. A inizio anno abbiamo pubblicato un rescoconto su quel che succede in 12 grandi città, che fotografa proprio questa situazione. Lo stesso vale per la sosta, che in alcuni centri è gratuita per le EV,  mentre altrove è a pagamento. E c’è chi limita i vantaggi ai residenti e chi invece li concede anche a chi arriva da fuori. Esempio: Torino offre ZTL libera alle elettriche anche per i non torinesi, ma il parcheggio si paga tutto. Non così Bologna, dove il risparmio annuale, viste le tariffe, può essere notevole. C’è chi invoca un trattamento omogeneo in tutta Italia, ma la materia è di competenza comunale. E nel Paese dei mille campanili ognuno fa a modo suo. Ma per quanto riguarda la ricarica nelle ZTL, oggetto della domanda, è stato chiarito da un altro lettore che dev’essere concessa gratuitamente per un periodo massimo di un’ora. Ma nella stragrande maggioranza dei Comuni italiani è gratis per tutta la durata della ricarica.

Apri commenti

7 COMMENTI

  1. Con mia grande sorpresa, l’URP del comune di Prato mi ha scritto che gli stalli blu non sono gratuiti per le auto elettriche perché secondo la loro visione è giusto mantenere i prezzi bassi per tutti così da consentire a chiunque di poter parcheggiare a pezzi contenuti.
    Praticamente una visione molto democratica: vogliono consentire al maggior numero possibile di cittadini di poter usufruire della maggior quantità possibile di aerosol da motori a combustione.

    • Lo scopo sarebbe quello di far ruotare i parcheggi così che tutti vadano in centro, non che voi la piantate tutto il giorno tanto è gratis

  2. “…è stato chiarito da un altro lettore che dev’essere concessa gratuitamente per un periodo massimo di un’ora.”

    Redazione, questa vostra frase, già scritta a commento al secondo intervento di Saverio, è però diversa da quanto scritto da Saverio stesso:
    “…In caso di sosta a seguito di completamento di ricarica, la sosta è concessa gratuitamente al veicolo elettrico o ibrido plug-in per un periodo massimo di un’ora.”

    Vi chiedo cortesemente di confermare quale interpretazione è corretta, perché la differenza è sostanziale:
    • secondo Saverio e il Codice della Strada, l’auto in ricarica deve rispettare l’unico limite temporale di 1 ora dopo il termine della ricarica (per raggiungimento del 100% o per interruzione da parte dell’utente);
    • secondo il vostro commento, l’auto può rimanere in ricarica soltanto per 1 ora al massimo.

    Grazie mille per il chiarimento e per tutto il vostro prezioso lavoro!

    • Se la colonnina di ricarica è stata installata dove il parcheggio non è a pagamento l’auto può rimanere parcheggiata fino ad un’ora dopo il completamento della ricarica, poi potrà essere multata o rimossa.

      Se la colonnina è stata installata dove il parcheggio è a pagamento, l’auto non deve pagare il parcheggio durante la prima ora, fermo restando che un’ora dopo avere completato la carica potrà essere multata o rimossa.

      • “Se la colonnina è stata installata dove il parcheggio è a pagamento, l’auto non deve pagare il parcheggio durante la prima ora, fermo restando che un’ora dopo avere completato la carica potrà essere multata o rimossa.”

        Luca, scusami ma… scritta come l’hai scritta è una supercazzola senza senso.

        Ripeto la domanda.
        Se la colonnina è installata in un parcheggio a pagamento:
        • Posso accedere liberamente alla colonnina per ricaricare per il tempo che io ritengo necessario e, se voglio, anche fino al 100% di batteria (cioè quando è la colonnina a terminare la ricarica), dopo di che ho i 60 minuti di legge prima che scatti il divieto di sosta di cui all’art. 158, comma 1, lettera h-ter) del Codice della Strada?
        • Oppure ho solamente i primi 60 minuti di ricarica senza dover pagare il parcheggio, dopo di che, se volessi/dovessi continuare a ricarica, dovrei pagare ANCHE il parcheggio? (ricordando sempre che l’area di sosta per ricarica dei veicoli elettrici NON È un area di cui il parcheggio ha libera disponibilità commerciale!)

        • In ogni caso l’auto può restare parcheggiata fino a un’ora dopo il completamento della carica come è previsto dal codice della strada. Se il parcheggio è a pagamento durante la prima ora il parcheggio non si paga e nelle ore successive si paga.

          • Scusami, ma la confusione tra le tue due affermazioni rimane intatta, perché la seconda affermazione non mi pare che quadri con il CdS.

            Ripeto: per il CdS lo stallo di ricarica NON È un comune stallo di sosta in cui il gestore del parcheggio abbia la possibilità di far parcheggiare chiunque desideri lasciare l’auto in sosta a fronte di una tariffa, perché lo stallo di ricarica è RISERVATO ad auto elettriche per effettuare l’operazione di ricarica. Su questo fatto siamo d’accordo?

            Nel CdS io non trovo stabilito alcun limite temporale per la durata dell’operazione di ricarica.
            L’unico limite temporale specificato per un’auto elettrica che stia effettuando l’operazione di ricarica è quello di liberare lo stallo di ricarica entro 60 minuti DOPO il termine della ricarica (selezionato dall’utente o attivato automaticamente dalla colonnina per aver raggiunto del 100% di carica): se lo stallo di ricarica non viene liberato nel tempo limite di 60 minuti, scatta l’infrazione di divieto di sosta.

            Quale altra legge prevede invece che, dopo i primi 60 minuti di ricarica, se la colonnina è situata all’interno di un parcheggio a pagamento l’utente debba aggiungere il costo del parcheggio?

Rispondi