Home Auto Il Marchionne-pensiero sull’auto elettrica, Musk….

Il Marchionne-pensiero sull’auto elettrica, Musk….

0
CONDIVIDI
Marchionne
Sergio Marchionne (1952-2018)

Il Marchionne-pensiero sull’auto elettrica e sul futuro del settore in generale. È tutto in un bel libro scritto da Tommaso Ebhardt, inviato dell’agenzia Bloomberg.

Il libro "Sergio Marchionne".
La copertina del libro di Ebhardt.

Un lungo inseguimento

Il libro è intitolato semplicemente “Sergio Marchionne” (ed. Sperling & Kupfer, prezzo 17,90 euro). Ed è un appassionato racconto degli anni del manager italo-canadese prima alla guida della sola, derelitta Fiat, poi di FCA-Fiat Chrysler e infine anche della Ferrari. Sono 272 pagine frutto di anni spesi a inseguire Marchionne in tutto il mondo, tra Saloni dell’auto, presentazione agli analisti finanziari, conferenze-stampa. E soprattutto qualche incontro riservato (anche nella casa del top manager nel Michigan). Ebhardt era definito dal numero uno di FCA “un simpatico stalker” e tra i due era nato un rapporto di fiducia. E mettendo insieme i pezzi di mille conversazioni è uscito un mosaico che  è anche un pezzo di storia d’Italia. Ecco alcuni estratti su un tema sul quale Marchionne in vita ha preso posizioni molto controverse (leggi anche questo articolo).

“Il futuro è elettrico? Mica detto. E il rischio vero…”

La 500 elettrica
La 500e, l’unica elettrica prodotta finora da FCA-Fiat

<Ne ho già sentiti troppi che hanno puntato tutto su un cavallo, decidendo troppo presto che quella sarebbe stata la soluzione vincente. Sicuramente in questo momento dobbiamo introdurre i motori elettrici in Europa, per rispettare le norme sulle emissioni introdotte nel 2020. Ma se mi chiede se sono convinto che i motori elettrici saranno la soluzione definitiva per il comparto, allora la mia risposta è no. Con l’avvento del solare, dell’energia eolica, qualsiasi cosa che permetta l’acqua nelle stazioni di ricarica all’idrogeno, la combinazione di tutte queste tecnologie… È troppo presto per determinare quale sarà la tecnologia standard approvata in futuro…La grande paura è che qualcuno al di fuori dell’industria dell’auto arrivi con la soluzione finale. E spiazzi il mercato senza neanche che ce ne accorgiamo. Il nostro comparto è vecchio e lento, ci vuole un’eternità per cambiare. Ci mettiamo troppo tempo a decidere>.

“Elon Musk? Si muove alla velocità di un razzo”

Ed ecco il Marchionne-pensiero sul fondatore di Tesla: <Prenda Elon Musk, non sono qui a difenderlo, anche perché ho sempre detto che secondo me il suo modello di business non funziona. Ma quello che è certo è che si muove alla velocità di un razzo quando prende le decisioni. Noi siamo lentissimi, dobbiamo cambiare questo passo. Ho visto  da poco diversi manager di spicco della Silicon Valley.

Elon Musk
Elon Musk, fondatore di Tesla

Si muovono completamente a un altro ritmo, vivono in un mondo diverso. E vedono valore dove noi non l’abbiamo mai visto. E quindi il modo in cui ci rapportiamo con loro diventa fondamentale per il nostro futuro, per rimanere un’industria indipendente. Il rischio di essere surclassati dai giganti tecnologici c’è e dobbiamo evitarlo>.

“FCA indietro sull’elettrico e sul resto? Una cazzata”

E per chiudere la risposta il Marchionne-pensiero su un tema che lo faceva imbestialire:<Sul mercato sono esplosi i componentisti, che offrono soluzioni all’avanguardia per le Case auto. Se si fa un giro al CES di Las Vegas, potrà vedere quante soluzioni efficaci ci sono sul mercato. Il concetto per cui noi produttori dobbiamo farci tutto in casa, e che siamo in grado di farlo meglio degli specialisti, è per me una pura cazzata, una bullshit>.

Manley
Mike Manley, successore di Marchionne

 Ricordiamo che su questo tema, un nervo scoperto in FCA, ha fatto molto discutere una battuta del successore di Marchionne, Mike Manley: <Non siamo noi ad essere in ritardo sull’elettrico, sono gli altri ad essere partiti troppo in anticipo>.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome