Home Scenari Il costruttore più innovativo? Ancora Tesla

Il costruttore più innovativo? Ancora Tesla

37
CONDIVIDI
La Tesla Model Y, l'auto elettrica più venduta al mondo nel 2022.

Il costruttore più innovativo? Ancora Tesla, secondo l’Electromobility Report 2022 del Center of Automotive Management (CAM). Seconda Volkswagen.

il costruttore più innovativoIl costruttore più innovativo? Dopo Tesla e VW spunta la BYD…

La novità più interessante nel Report 2022 è il terzo posto di BYD, la marca cinese che si candida a diventare il principale sfidante di Tesla a livello mondiale. Un piazzamento di tutto rispetto, che fa piazza pulita dei luoghi comuni secondo i quali i costruttori di Pechino sono ancora a inseguire sul piano tecnologico. Il rapporto del centro studi tedesco ha valutato la forza dell’innovazione cumulativa di oltre 30 gruppi auto nell’elettrico  tra il 2012 e giugno 2022. Nell’indice finale Tesla è riuscita a salire ancora, da 175,8 a 188,2. Questo grazie “alle innovazioni nel campo della struttura delle celle delle batterie, che consentono un’autonomia superiore del 16% e riducono il costo per kWh del 14%“. Il riferimento è al Model Y, già in produzione in Texas con le nuove celle 4680 e i pacchi-batteria strutturali. Il CAM non valuta le innovazioni al solo annuncio, ma solo quando disponibili per i clienti nei modelli in vendita.

il costruttore più innovativo
La Skoda Enyaq RS Coupé: fino a 545 km di autonomia massima.

Premiate aumento dell’autonomia e della potenza di ricarica

Per Volkswagen il CAM ha attribuito 12,2 punti in più, grazie soprattutto ai miglioramenti nella potenza massima di ricarica (fino a 170 kW). E anche al raggiungimento dei 545 km di autonomia massima con la Skoda Enyaq RS Coupé.  Ma tutto questo non è bastato a colmare il gap di punteggio rispetto a Tesla, che è anzi aumentato di altri 2,6 punti. Ma la novità più interessante, riguarda il terzo posto, che BYD è riuscita a strappare a Hyundai, con 112,3 punti nell’indice finale. A favore del costruttore cinese hanno giocato la tecnologia cell-to-battery (CTB) e le novità di prodotto come la Denza D9. Con una autonomia di 620 km (ma con lo standard cinese) e una potenza di ricarica di 166 kW. Allo stesso tempo, sono state riconosciute le innovazioni in altri modelli come la Yuan Plus, la Tang EV e la Han EV.

il costruttore più innovativo
La Honda e, primo modello elettrico del costruttore giapponese.

Il costruttore più innovativo? I giapponesi a fondo-classifica

Hyundai è stata scavalcata anche dalla Mercedes, ora al 4° posto grazie all’elevata autonomia (654 km), e alle ottime prestazioni di ricarica della EQE. Unite ai consumi contenuti per un modello di questa categoria: 15,7 kWh/100 km. In ascesa anche Ford e la cinese NIO. Voti piuttosto negativi, infine, per i costruttori giapponesi: su 24 aziende censite, occupano posizioni che non vanno oltre il 18° posto. La Nissan, che pure nell’elettrica è stata un pioniere, è quella che fa un poi meno peggio, mentre la Toyota è 21°, la Mazda 22° e la Honda addirittura ultima. E CAM rimarca che, in un mondo come quello dell’elettrico, la capacità di innovare continuamente porta a ottimi risultati anche sul piano commerciale. Tesla docet.

Apri commenti

37 COMMENTI

  1. Classifica ridicola senza capo né coda. Si vede che CAM, che è tedesca, è un po’ germano-centrica. Come si fa ad assegnare un punteggio così alto a VW e così basso a tutti gli altri quando nella realtà è esattamente il contrario non si capisce. VW è indietro su tutta la linea, oltre ai problemi di progetto dell’auto stessa, c’è il firmware OTA che ha rilasciato per ultima (ce l’hanno tutti gli altri da molto più tempo), il riconoscimento vocale limitatissimo che ancora non comanda l’aria condizionata, infotainment di bordo penoso, batterie che non hanno nulla di innovativo. Come fa Nio ad avere un punteggio di 26 contro i 150 di VW quando Nio ha già auto da 1000 km di autonomia, batterie a stato semisolido e battery swap già attivi in Norvegia e in Germania, IA artificiale che si attiva semplicemente con lo sguardo del conducente, ma di che parliamo?

    Ah già, dimenticavo: la VW ha gli ottimi freni a tamburo al posteriore (che si bloccano pure) anziché quelli a disco, no no, ritiro tutto, vince VW, batte pure Tesla con questa tecnologia qua …

    • “…il riconoscimento vocale limitatissimo che ancora non comanda l’aria condizionata…”

      Non conosco le altre auto del gruppo, ma sulla mia Skoda Octavia basta dire “ho freddo” o “ho caldo” e regola la temperatura di conseguenza, oppure “spegni (o accendi) l’aria condizionata” e lo fa, o “alza di un grado la temperatura” e lo fa, “aumenta la ventilazione” e lo fa. Come navigatore, telefono ed altri sistemi di bordo: tutto vocale (per fortuna: non ci sono quasi più tasti fisici ed è molto distraente dare i comandi col monitor centrale touch screen).

      • “Smart Climate” and voice control of climate functions are specific to the 2-zone climate system (part of Comfort Pack Plus) as found on these configurations:
        Family, 1st, Max, Tour

        The configurations which only have the single zone climate system do NOT have “Smart Climate” or the ability to voice control any climate functions:
        Life, Business, Style, Tech

        Ovviamente molti acquirenti l’hanno compreso solo dopo aver acquistato l’auto perché tanto neanche le concessionarie lo sanno. Non so neanche se in italiano c’è questa funzionalità. Inoltre molti comandi vocali (quasi sicuramente incluso questo) sono disponibili solamente **online**, quindi se stai attraversando l’appennino o sei in galleria e vuoi modificare la temperatura dell’auto devi parcheggiare, giocare col touch screen e ripartire. Per non parlare del lag (cercati qualche video su YouTube): passa tantissimo tempo dal comando alla comprensione dello stesso, un cellulare Android con 1 gb di ram e un processore stupido non connesso ad internet impiega molto meno tempo a comprendere un comando vocale.

        Queste limitazioni ovviamente non sono presenti sugli altri modelli della gamma VW (inclusa la tua skoda) che funzionano molto meglio in ogni condizione.

        Capito? E questa sarebbe la regina dell’innovazione? I comandi vocali solo online? Ma di che parliamo, quando vedo uno con una ID gli porgo le condoglianze …

        • Capisco… ma quella del testo inglese che auto è?
          In effetti la mia ha il clima trizona… e ciascun passeggero può comandare vocalmente la sua “zona climatica” in auto.
          L’unico appunto che posso muovere è che talvolta tutto il sistema all’accensione riparte da zero e deve ricaricarsi, e servono alcuni secondi perché torni tutto a funzionare. Errori, forse! Poi, ripartita, capisce tutto perfettamente. Anzi, talvolta acchiappa frasi “al volo” dei passeggeri e parte dandoti delle informazioni o tragitti. Ad esempio, mio suocero tempo fa stava parlando di un qualche vino (e probabilmente la frase prima di mio suocero, che è stato operato alla gola, l’ha interpretata come “Ok Laura”, frase che avvia il comando vocale, che comunque può partire anche da un tasto sul volante), e ci ha preparato l’itinerario verso la più vicina enoteca. Altre volte, invece, ti dice il clima previsto di una qualche località che hai pronunciato. Bizzarro ma non dannoso! E’ che lavora sia in locale sia connessa (è sempre connessa. Anche ferma i garage, così puoi comandare varie funzioni da remoto ed avere informazioni. E ricevere notifiche varie: movimento interno all’auto (succede quando, mentre carico in inverno in qualche colonnina pubblica, salgo in macchina per attendere gli ultimi minuti di carica, ma è ovviamente collegato ai sistemi antifurto dell’auto), luci accese, porte aperte, finestrini aperti, ecc… Mi è capitato recentemente di andare a fare la spesa lasciando l’auto nel parcheggio senza chiudere le porte. Tre minuti dopo, appena entrato nel supermercato, mi è arrivata la notifica di porte aperte. Ho verificato sull’APP ed era vero, ed ho inviato il comando di blocco veicolo continuando a fare la spesa: https://www.flickr.com/photos/140815723@N06/52326951566/in/dateposted/).

    • Dal manuale dell’auto:

      Comando vocale
      Funzionamento
      Principio di comando vocale
      Il comando vocale funziona secondo il principio di
      dialogo tra l’utente e l’infotainment.
      L’utente fornisce comandi vocali. L’infotainment risponde
      o esegue i comandi vocali.
      È possibile interrompere un dialogo in qualsiasi momento
      e impartire una nuova istruzione senza dover
      attendere una risposta completa.

      Comando vocale avanzato
      Il comando vocale avanzato del veicolo consente la
      ricerca e il funzionamento online delle funzioni del
      veicolo.
      Il comando vocale avanzato comprende frasi intere
      fluentemente pronunciate. Non è necessario utilizzare
      comandi o frasi ben definiti.
      Il comando vocale esteso può essere utilizzato per
      es. per la ricerca di PDI o per dettare messaggi SMS
      se il telefono collegato lo consente.
      La funzione consente di combinare la ricerca nei dati
      online e offline dell’infotainment. La transizione tra ricerca
      online e offline è semplice e impercettibile per
      l’utente.

    • Ed ancora:

      SEMPRE CONNESSA / ASSISTENTE VOCALE LAURA
      Il nuovo sistema di assistenza vocale, Laura, non ha più bisogno di ricevere comandi vocali pre-impostati: ora ha la capacità di comprendere il linguaggio naturale. Aiuterà il conducente a controllare la navigazione, i media, l’infotainment, il sistema di aria condizionata, e gli SMS, senza doversi distrarre.

    • Come vedi Enzo, nessuno risponde al tuo commento. Tutti possessori di grandi auto che caricano alla velocità della luce con autonomie incredibili, a parte me, povero possessore di una povera Nissan Leaf, auto “giapponese” (io da 30 anni compro solo auto giapponesi) non all’altezza di queste case blasonate ed innovative case automobilistiche.

      • Cosa dovremmo rispondere al commento di Enzo? Che ha ragionissima, come vuole lui, o che altro? E’ un sondaggio di un ente, fatto immagino secondo parametri loro, con quale si può concordare o meno. Io più che sbagliato lo trovo inutile, e l’esempio è la sua stessa Nissan: è un’ottima BEV e infatti ne han vendute tante.

        Che poi sia una “semplice” BEV o una piena di mille innovazioni importa veramente? Intanto lei gira in elettrico, con tutti i vantaggi che ciò comporta. Io ho una id.3, quella cosa squallida coi freni a tamburo e il software che ancora non si aggiorna in OTA. Però intanto giro in elettrico, l’auto va benissimo (problemi di progetto??? mah), il powertrain è efficientissimo, e me la godo ogni giorno. Lascio agli altri teorizzare su quale auto elettrica sia la migliore mentre non ne comprano una.

        • Da possessore di ID3 quindi tu ritieni che davvero quella classifica rispecchia lo stato dell’innovazione dei costruttori? Sei serio?

          Tutto il resto è off topic e sono polemiche inutili, il titolo di questo argomento è questo …

          • Mi ripeto, non è che sono d’accordo o meno, è che proprio NON MI INTERESSA. Tutte le BEV sono degne di essere comprate, perchè tolgono una ICE dalla strada.

            Tutto il resto è off-topic perchè lo decidi tu? beh, per me no.

      • Ma almeno fossero grandi auto che caricano alla velocità della luce. Qui si parla di 170 kW di ricarica, che io sappia solo le versioni più costose, quelle con batteria da 77 kWh, hanno ricevuto un aggiornamento che porta la velocità massima da 125 a 135 kW, neanche tutte le versioni. Che non è niente di che, voglio dire, la MG4 da 33000 euro ha da subito la ricarica a 135 kW, per essere premiata che avrebbe dovuto fare, partire con una ricarica da 100 e poi rilasciare un aggiornamento ota per passare a 135?

        Addirittura VW sarebbe davanti a gruppi come Geely di cui ricordo fa parte Polestar il cui sistema operativo, basato su Android Car OS, è considerato il migliore dopo Tesla a detto di tutti, ma proprio tutti.

        Tra l’altro VW non sta innovando, sta facendo bug fixing: ha venduto ai suoi clienti un qualcosa in beta che poi nel corso dei mesi, con mooolta calma, sta sistemando. L’infotainment ha subito qualche intervento ma ha ancora tanti problemi, gli aggiornamenti OTA non erano OTA e i proprietari sono dovuti passare per la concessionaria per farli, l’aggiornamento alla velocità di ricarica significa solo che VW non sapeva ancora come la batteria si sarebbe comportata e ha rilasciato il veicolo con una velocità di ricarica limitata, curandosi solo successivamente di ottimizzare la curva di ricarica.

        Altre macchine, che hanno fatto bene sin dal primo giorno, neanche vengono nominate.

        • Son abbastanza d’accordo con Enzo in questo, non tanto per voti di favore a VW o altro, ma perché proprio non capisco perché è considerata innovazione importante aver portato la carica da 150 a 170kw, per altro tramite ota quindi già disponibile sull’auto ma non abilitata.
          Sia per VW che la cinese, prendono punti per aver alzato un po’ l’autonomia.. Per carità benissimo, ma lo han fatto mettendone una più grande, non han messo batterie di nuova generazione, non han cambiato la struttura della batteria come ha fatto tesla per meritarsi i punteggi che ha.
          Dove stanno le case che han già implementato il v2g sulle auto? Quella è una innovazione seria e soprattutto reale, VW a detta vostra ha pure un pessimo navigatore che se fai un viaggio impegnativo ti fa rischiare di non arrivare alle colonnine, ok non è un bilancio di pro e contro ma solo dei pro, però appunto se le motivazioni più importanti son quelle riportate… Tesla ha vita spianata per i prossimi dieci anni 😅 felice per tesla ma triste per il consumatore

    • Beh. In realtà non stupisce affatto. I giapponesi sono macigni. Quando decidono di fare una cosa in un modo non cambiano idea e procedono a testa bassa fino al dirupo.
      Succede in tutti i settori.

  2. Oh, chi l’avrebbe mai detto? 😀

    Le case classiche devono capire che ora la battaglia si gioca sul software. Non sui suoni finti, interni in pelle umana e orologi analogici nella plancia.

      • No, l’auto è stupenda, ma il finto suono v8 è una pagliacciata che nemmeno gli americani della WWE potrebbero battere.

        • Questa me la segno, poi voglio vedere quando uscirà la Ferrari elettrica se sarà afona o adotterà una soluzione simile a quella Maserati. Tra qualche anno ne riparleremo …

          • E se la Ferrari elettrica avrà il finto suono cosa vorrà dire, scusa? Non mi è chiaro. 😀
            Che poi perchè limitarsi? A sto punto mettici il V12, il V24, il V48, ma che dico il V65536. Tanto, finto per finto.

            Ma Enzo toglimi una curiosità (sul serio): hai mai sentito il suono di una Tesla in accelerazione a tavoletta? Non dico in video. Dico dal vivo. Da dentro l’abitacolo.
            Perchè quel sibilo ad alta frequenza che emette quando spreme la batteria secondo me ha il suo fascino.
            Ed ha il suo fascino perchè è il suono DEL motore che stai usando. Non di uno che non stai usando. 🙂
            Poi è assolutamente legittimo che possa non piacere, ovviamente.

          • Segna segna, anche se resta una tamarrata pazzesca.
            Serve, forse, ai nostalgici ma nella pratica è una cafonata che non ha ragione d’essere alcuna.

          • @Endyamar ho pensato la stessa cosa, ma non avevo voglia di scriverlo. Ero già abbastanza schifato dal dover subire l’oscenità di una Maserati o una Ferrari che devono fingere (!!!) una diversa natura. È il segno che si è persa la bussola: è come se Jobs avesse messo una tastiera all’iPhone, perché i clienti erano abituati ad usare quella.
            Come dite? Era quello che sosteneva Nokia?
            Già…

          • “Perchè quel sibilo ad alta frequenza”… che strano, siamo in tanti ad avere fatto in passato lo stesso commento.
            Evidentemente siamo tutti appassionati di Star Wars e siamo legati alle moto volanti dell’inseguimento nel bosco in “L’impero colpisce ancora”.
            Oppure bisogna viverla, per capire.

          • @Endyamar, @Guido ci sono stato in una macchina elettrica, per 2 giorni, e quel silenzio glaciale o impercettibile sibilo della turbina non mi hanno affatto convinto. Forse sulla Tesla è migliore, ma visto che tante case (anche BMW, Mercedes, Audi, Porsche) introducono suoni fake e visto che gli avas sono obbligatori fino a 20 km/h, per quanto mi riguarda su una sportiva, una Abarth, una Maserati (entrambe ce l’hanno) e in futuro una Ferrari, auspico che, dovendoci mettere un suono, sia quello di un motore a scoppio e non quello di un’astronave. Per dire, il suono dell’Audi e-Tron GT è campionato dal suono che esce da un ventilatore e che attraversa un tubo di 3 metri: capisco che possa non interessare il suono di un V8 (ma voi l’avete mai sentito il suono di un V8?) ma non capisco come si possa preferire il suono di un ventilatore che attraversa un tubo (mi fa venire in mente i suoni di Windows 95 …). Meglio il suono di un V8, probabilmente modificato (come ha fatto Maserati) anche per adattarlo all’assenza di marce, ma quello è il suono che vorrei. Ovviamente non voglio imporlo a chi acquista normali berline: se su Tesla Model 3, ID.3 e Spring il suono non c’è, non è un problema, non sono auto che nascono per soddisfare gli sportivi, sono normali berline. Non è un caso che sono i piloti di auto elettriche che affermano che gli manca il sound del motore a scoppio, ci sarà un perché, evidentemente la categoria è abbastanza compatta nell’avanzare la richiesta

          • “ma voi l’avete mai sentito il suono di un V8?”
            Parcheggio tutti i giorni accanto ad una Audi RS6 (2022) su cui ogni tanto salgo anche, sì, lo conosco. E sono 37 anni che ho la patente e solo 18 mesi che guido elettrico, non è l’unico V8 che io conosca, è solo l’ultimo.

          • @Enzo, per dirla meno colorita di quanto vorrei: è come se quando le auto hanno sostituito le carrozze si fosse messo il rumore degli zoccoli e i nitriti dei cavalli.
            All’epoca non c’erano le tecnologie necessarie né c’era questa necessità di frivolezze.
            Il problema è che il suono di un V8 su un’auto elettrica è un surrogato, e come tale non servirà a placare la mancanza di un motore a pistoni, per chi è così legato a questa vecchia tecnologia. Durerà lo spazio di una generazione di automobili per placare le ansie di chi fa fatica a metabolizzare il cambiamento.
            Per dirla tutta, in casa Toyota, ricordo quando un amico mi fece sentire il finto rumore del motore della sua NX: ci siamo pisciati sotto dalle risate! Ora con la UX elettrica il gadget fortunatamente è sparito. E siamo in casa Toyota ovvero il regno incontrastato dei neotradizionalisti al punto da negare pubblicamente la mobilità elettrica.

          • @Leonardo: vabbè, capito, il sound della Maserati Folgore non ti piace, preferisci quello della Mercedes. Ok. Ti dirò una cosa però: il famoso “nuovo che avanza” non darlo sempre per così scontato. Lo dicevano del vinile e poi sono tornati, gli scooter dovevano sostituire le bici ma sono ancora tutti lì a pedalare (per scelta), tutti a parlare dello streaming audio ma c’è un fuggi fuggi generale, il 3d dei televisori e si è visto com’è finito, second life e meta, il futuro dei social, i cambi automatici però molte sportive continuano ad avere l’opzione per il manuale. Il nuovo non è migliore per definizione. Posso concordare con te che la percentuale di appassionati è in diminuzione e per molti l’auto è un modo per spostarsi da A a B, ma molto meglio se guida da sola … poi, sai com’è, le statistiche dicono anche che oggi ci sono più divorzi che matrimoni, io sono felicemente sposato però è bello ciò che piace …

            Sono fiducioso che fintanto che potrò guidare e rinnovare la patente, anche se sempre più di nicchia, un veicolo per le mie esigenze lo troverò, sempre che resti legale guidare. Magari la generazione delta avrà altre fortune …

          • @Enzo
            “ma voi l’avete mai sentito il suono di un V8?”

            Ricorda un assioma che, per ora, vale quasi per tutti quelli che guidano BEV: Chi guida BEV ha guidato termico, chi guida termico non è detto abbia guidato BEV. 🙂
            Per tua informazione ho avuto auto sportive e sono sempre stato amante delle performance. Il V8 più bello? Lo ricorderò per sempre. Ho avuto l’onore di fare un giro su una F40. (sai, crescendo in Emilia avevo a pochi km da casa un noto collezionista di Ferrari)
            Ora.. non so se possa bastarti quello. Ma di sicuro non è stato l’unico che ho provato. Ma quello lo ricorderò sempre. Perchè non c’è registrazione o video o riproduzione che tenga. 🙂

            E quindi ribadisco, quel suono è di QUEL motore con quelle sensazioni, vibrazioni, giri, ecc ecc.
            Mentre il sibilo della Tesla è il suono di QUESTO/I motore/i. Con queste sensazioni, vibrazioni (beh questo no :D) ecc ecc.

            Quando vado ai concerti voglio sentire gli errori dei musicisti dal vivo. Non voglio sentire il playback. Altrimenti spendo meno e ascolto l’album registrato in studio.

            Le case metteranno il suono finto? Ok. Ma a me continuerà a sembrare ridicolo ed inutile. Ovviamente liberissimi di farlo. Il mercato alla fine deciderà. Del resto la maggioranza usa whatsapp che è uno dei sistemi di messaggistica peggiori in circolazione. Che possiamo fare? Ovviamente nulla. Continueremo solo a sorridere. 🙂

          • @Endyamar la mia personale opinione è che non è un problema se le case metteranno il suono finto del motore, quello che trovo sconvolgente è che marche come Maserati mettano il suono finto del motore: ok che i clienti sono abituati alle auto rombanti ma il suono finto è un doppio colpo inferto sia al passato che al futuro. È un peccato secondo me che non se ne rendano conto.

      • assolutamente no … ma se ti limiti a quello diciamo che puoi vincere il premio per lo stile … di certo non quello per l’innovazione .. spero condividi

      • Si parla di innovazione?
        Dov’è l’innovazione? Nel suono finto? Nel telaio sia termico che ev?
        Infotainment? Interni?
        Così, per capire…

        • * Ampia libertà di controllo e ripartizione tra le quattro ruote motrici con torque vectoring che differenziando coppia, potenza e velocità di rotazione tra le due ruote può imprimere momenti sterzanti alla vettura per correggere o enfatizzare tendenze sovrasterzanti o sottosterzanti

          * il Vehicle Domain Control Module (sviluppato al 100% in casa da Maserati), il “master controller della vettura”, adotta per la prima volta su un’auto strategie di controllo come predittive anziché reattive, in pratica “predice” ciò che l’auto sta per fare e predispone la giusta ripartizione sulle 4 ruote, migliorando quindi la sicurezza e la motricità

          * Ricerca e riduzione dei pesi: scocca multimateriale costituita al 65% di alluminio, accompagnato dalla presenza di leghe di magnesio e acciaio posizionate in punti strategici per ridurre il peso e migliorare la sicurezza

          * Batteria 800 Volt (ti ricordo che Tesla è ferma a 400) con capacità di ricarica a 270 kW (altro che i 170 di VW …)

          * Capacità di ricaricare la batteria con una potenza di 400 kW assicurando da sola una decelerazione di 0.65 g (le elettriche normalmente non riescono a recuperare molto nelle frenate più violente)

          * Disposizione batteria T-bone per consentire di abbassare ulteriormente la posizione dei sedili, con collocazione delle masse vicino all’asse di rollio

          * Inverter al silicio-carbonio

          * Dinamica attiva per migliore la penetrazione, con Air Shutter capace di chiudere la griglia di raffreddamento in base alla velocità (anche la MG4 adotta di serie una soluzione simile)

          * Sintetizzatore sonoro per riprodurre il sound di un V8

          Non sono informato sulla presenza di un adesivo green sul vetro posteriore, non mi risulta, ma non credo che faccia punteggio …

          • Enzo Enzo…. Innovazione seria. Ti va?
            Hai citato una brochure marketing. L’auto non è ancora stata provata.
            Vediamo.

            I primi due punti sono cose che fanno altri, tra cui mi viene in mente Rimac.
            La scocca non è innovativa. E’ un’evoluzione di quello che fanno da 50 anni. (e no, non so da quanto esista Maserati. Ho sparato 50 per rendere l’idea).
            Batteria 800V. Come Ioniq5, EV6, Taycan, …. e non Tesla, per ora.

            T-Bone. Bravo, casca pure nei tranelli marketing. In pieno stile Apple ti dicono che sia meglio il T-Bone quando invece lo fanno per riutilizzare il telaio termico. Da te non mi aspettavo una scivolata simile. It’s not a bug, it’s a feature! 😀

            Inverter SIC. E’ Marelli. Bene. Complimenti a Marelli per l’innovazione sulla scia di altri.

            Air Shutter? E’ innovazione? Tu stesso dici che ce l’hanno altri. E la griglia di raffreddamento…. a che serve, di grazia su una BEV? Ah si, vero.. è una termica con retrofit. 😀

            Sintetizzatore sonoro? Si, lo so che se ti mettono la molletta nei raggi della ruota sei felice! 🙂 Ma non è innovazione nemmeno questo.

            Quindi? Cosa resta?
            Dai, è una Maserati. han sempre prodotto auto di prestigio per chi non vuole un’auto estrema pur mantenendo lo status.

          • Endyamar non ne possiamo parlare. Ma neanche per scherzo. Cioè, non c’è dialogo proprio.

            Ti sei scordato del fatto che tutto è cominciato perché VW è lì in cima perché ricarica a 170 kW con batterie da 400 volt. Maserati ricarica a 270 kW con batterie da 800 volt. Ma anche Kia, Hyundai … ma dai, ma davvero, ma di che stiamo parlando? Basta a difendere l’indifendibile …

            Capisci? Se tu mi volessi dire che le cose che Maserati ha le abbiamo già viste, per carità, ti vengo dietro e posso pure essere d’accordo, ma allora mi spieghi perché la “””grande””” VW tedesca supererebbe tutti gli altri in innovazione? Dai, su, siamo seri per favore …

          • “Endyamar non ne possiamo parlare. Ma neanche per scherzo. Cioè, non c’è dialogo proprio.”

            Scusami ma non capisco questa frase. Che intendi? Non credo tu intenda che ti stai ergendo a unico custode della verità in stile Marchese del Grillo. 🙂

            No Enzo, a me di VW in cima alla classifica non frega nulla. Non ho mai comprato e mai comprerò un’auto di quel gruppo. Non rientrano nei miei gusti.
            Hai citato TU la Folgore. E io su quello ho commentato. Semplice. Puoi ricontrollare i commenti precedenti. 😀

            “Maserati ricarica a 270 kW con batterie da 800 volt. Ma anche Kia, Hyundai … ma dai, ma davvero, ma di che stiamo parlando? Basta a difendere l’indifendibile”

            Ehm… ? Non ha alcun senso questa frase, te ne rendi conto anche tu spero 😀
            E’ forse falso che Kia, Hyundai (e ho citato anche Porsche) hanno batterie a 800V? E’ forse falso che le hanno da prima di Maserati? Quindi non puoi usare questo come indice di innovazione di Maserati. Tutto qui. Non mi pare complicato dal punto di vista semantico.

            “Se tu mi volessi dire che le cose che Maserati ha le abbiamo già viste, per carità, ti vengo dietro e posso pure essere d’accordo,”

            Ed è proprio quello che stavo dicendo. 😀

            “perché la “””grande””” VW tedesca supererebbe tutti gli altri in innovazione? ”
            Boh. Io, ti ricordo, ho commentato che le case classiche devono capire che la battaglia si gioca sul software.
            Nel merito della classifica concordo solo con il primo posto. Posso accettare BYD al terzo SOLO per le batterie. Perchè fronte sw e consumi sono disastrose.
            VW aveva potenziale… ma l’ha licenziato.. 😀

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome