Home Batterie Il costo delle batterie crollato in 30 anni (-97%). E in futuro?

Il costo delle batterie crollato in 30 anni (-97%). E in futuro?

15
CONDIVIDI
costo delle batterie

I ricercatori del  MIT hanno analizzato tre decenni di studi sui costi delle batterie agli ioni di litio scoprendo che sono diminuiti del 97%. Il dato di partenza risale al 1991, quando questa tecnologia fu introdotta per la prima volta.

Questo tasso di miglioramento è molto più veloce di quanto previsto da molti analisti. E’ paragonabile a quello dei pannelli fotovoltaici, considerato un caso eccezionale. Le nuove scoperte sono state riportate sulla rivista Energy and Environmental Science, in un articolo del postdoc del MIT Micah Ziegler e della professoressa associata Jessika Trancik.

costi batterie
Dai prezzi delle batterie (qui la Renault Zoe) dipenderà la discesa dei listini delle auto elettriche.

Costo delle batterie, dibattito infinito

Trancik ha detto  di aver avviato lo studio poichè «c’era un sostanziale disaccordo sulla rapidità con cui i costi di queste tecnologie erano diminuiti». Sebbene fosse risaputo che il calo dei costi della batteria fosse un fattore abilitante della recente crescita delle vendite di veicoli elettrici, non era chiaro quanto fosse stato quel calo. Due i motivi: i prezzi di vendita sono dati riservati negli accordi tra fornitori e utlizzatori finali, i costi vanno visti in rapporto alle prestazioni.

Tener conto delle prestazioni

A questo proposito i ricercatori hanno tenuto conto di più fattori: non solo il prezzo a kWh, ma anche altri aspetti dello sviluppo della batteria, come la densità di energia e l’energia specifica. Attraverso questa analisi dettagliata, Trancik ha affermato di poter confermare che il costo delle batterie agli ioni di litio «è migliorato a tassi paragonabili alla tecnologia dell’energia solare, e in particolare ai moduli fotovoltaici, che sono spesso considerati come una sorta di gold standard nell’innovazione nel campo dell’energia pulita».

I costi della batteria determinano la parità di prezzo dei veicoli elettrici con i veicoli con motore a combustione interna, ha commentato Venkat Viswanathan, professore associato di ingegneria meccanica presso la Carnegie Mellon University. «Pertanto, la previsione del calo dei costi della batteria è probabilmente una delle sfide più critiche per garantire una comprensione accurata dell’adozione dei veicoli elettrici». 

batterie a stato solido
il principio delle batterie a stato solido

Bloomberg: parità di prezzo entro il 2023

Cosa accadrà in futuro? Secondo un rapporto della società di ricerca energetica BloombergNEF (New Energy Finance) uscito in dicembre, la media di mercato dovrebbe essere di 101 dollari per kWh entro il 2023. La soglia psicologica per pareggiare il costo dei veicoli elettrici a quello dei veicoli a combustibile è di 100 dollari per kWh. La Cina avrebbe già raggiunto la soglia per le batterie per gli autobus. Sempre secondo Bloomberg NEF dieci anni fa il prezzo era di 1.100 dollari per kWh.

Il report va oltre: Bloomberg si aspetta che i costi delle batterie scendano a 58 dollari per kWh entro il 2030. Questo potrebbe aiutare a ridurre notevolmente il prezzo dei veicoli elettrici. Un ulteriore miglioramento potrebbe arrivare dall’introduzione delle batterie a stato solido. Il report afferma che i loro costi di produzione sono inferiori del 40% rispetto a quelli delle batterie agli ioni di litio.

—-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

Apri commenti

15 COMMENTI

  1. Al momento per il mercato europeo, l’unico produttore che è riuscito ad ottenere un risultato significativo in un settore è Tesla nelle mid-size, ed effettivamente Tesla ha un prezzo di listino in linea con le auto del suo segmento, le altre al momento sono fuori prezzo.
    Con gli incentivi non c’è confronto chi non la compra o non può perché non adeguata (limiti di autonomia, difficoltà di ricarica …) oppure per principio.
    Su un altro forum il preventivo pari accessori di Audi A4 g-Tron era di 13.000 Euro a favore di Tesla, chiaramente a questa persona era sufficiente l’autonomia di Tesla M3 e può caricare a casa.
    Vediamo, io attenderò che i prezzi siano stabili, mi aspetto che una macchina elettrica costi sensibilmente meno di una a combustione interna.

  2. tutte le curve logaritmiche prima o poi si appiattiscono
    bisogna solo stabilire se in 30 anni di litio , siamo ancora nel gomito
    o nell’ultimo 10%

    Elon Musk ha detto che moltiplicherà x8 i gigawatt di batterie prodotti a parità di tempo
    e com meno spazio per la produzione necessario

    se è vero che con una domanda massiva di ev , potrebbe far salire il prezzo dei materiali
    è anche vero che l’efficenza estrattiva/produttiva ne fa diminuire il costo

    la miniera del nevada , secondo Musk , può soddifare la domanda di litio per convertire in elettrico tutto il parco automotove USA , camion compresi

    c’è da dire che vw e altri costruttori , annunciano scadenze sempre più brevi per un listino completamente elettrico

    due anni fa si parlava 2050 (a caso imho)
    un anno fa si parlava di listini completamente elettrici dal 2030

    in questi primi mesi si vociferano ev al costo inferiore delle trermiche già nele 2025 ..

    TRA 4 ANNI !!

    a volte il tempo accelera ..

    “l’età della pietra non è finita per mancanza di pietre
    quella del petrolio non finirà per mancanza di petrolio”
    Ministro saudita

  3. Scommessa/provovazione: nel 2030 le auto elettriche costeranno ancora “tanto” come ora (ovviamente tenendo conto dell’inflazione e di tutti gli annessi alla rivalutazione)

      • Nessuno crede a Bloomberg NEF, hanno regolarmente toppato ogni singola “previsione” a partire dal fallimento di Tesla e sul successo di BYD.

        • La pensi come vuole, ma sarei pronto a scommettere che i nostri lettori crederanno ancor meno alle sue previsioni. Risparmi la fatica di comunicarcele.

      • Più che non credere a Bloomberg NEF (in parte, a volte, ha preso topiche) non credo assolutamente che ci sarà la volontà da parte dei produttori di ridurre il prezzo dei loro mezzi. Se è vero, e così pare, che i veicoli elettrici vanno incontro ad un invecchiamento più lento rispetto alle vetture termiche sarà ipotizzabile che molte persone non cambieranno tanto spesso auto. Verrà da sé che per mantenere margini di profitto interessanti il prezzo medio per vettura dovrà restare tale (spero non aumenti ulteriormente per quanto mi riguarda). Un po’ come la storia di quelle aziende che non stanno male ma delocalizzano per aumentare i profitti (non voglio far partire un eventuale flame, nel caso moderatemi pure il messaggio)

        • Paolo, la concorrenza serve proprio a questo: vince chi ha il prodotto migliore al prezzo migliore. Fuziona da secoli e funzionarà, credo, anche per le auto elettriche

          • Lo spero e me lo auguro; ogni tanto escono notizie di cartelli multati, spero e credo (alla fine son comunque un ottimista io) non succederà. Vedremo comunque

    • Senza dubbio. Sono almeno due anni che gli apologi delle EV ci ripetono che le batterie costano 100 $/ KwH quando in realtà solo Tesla viaggia sui 140$ / KwH ed i margini di calo in pratica si sono annullati con l’aumento incredibile del costo delle materie prime, essendo queste monopolio della Cina che le commercia ricattando i vari produttori.
      Azzardo una ulteriore previsione: a causa della imminente crisi economica causata dal combinato disposto covid-19 e spreco risorse nel GreenNewDeal nel 2030 le EV arriveranno al massimo ad una quota del 20% solo continuando con incentivi e leggi oppressive

      • Mi sono pero qualcosa? Mattia, perché non ci spiega come intende superare la prossima crisi economica in modo da aiutare pure noi poveri incompetenti e disinformati? Inoltre, quali leggi oppressive impediranno al 2030 di superare la quota del 20% di EV?

    • Nel 2010 una Nissan Leaf con batteria da 22kWh costava 39mila euro.
      Puoi confrontarla con la Renault Twingo Electric di oggi (22kWh) che viene 23mila euro di listino.
      Oppure con la Peugeot e208 in vendita dal 2020 (46kWh utili: più del doppio) che di listino viene 34mila euro.
      Perchè mai dovresti pensare che nel 2030 le auto elettriche costeranno ancora tanto come oggi?

      • Si, ma Leaf e Twingo sono due macchine molto (completamente) diverse. Confrontando Leaf e 208 ci siamo. Secondo me, per quanto ho scritto pure prima siamo al limite coi prezzi. Poi, ovviamente e con vivo interesse sarò felice di essere sonoramente smentito (e se ci saremo ancora qui, anche spernacchiato per la castroneria che penso 🙂 )

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome