Home Alla ricarica Il cavo giusto per una presa industriale qual è? Vaielettrico risponde

Il cavo giusto per una presa industriale qual è? Vaielettrico risponde

2
CONDIVIDI

Il cavo giusto per una presa industriale qual è? È il quesito che Roberto, un lettore del bresciano, rivolge a Paolo Mariano. Avete quesiti da porre sulla mobilità elettrica? Potete contattarci scrivendo a info@vaielettrico.it

Il cavo giusto per la mia nuova Volkswagen ID.3

Ciao Paolo, seguo con interesse i tuoi articoli e i tuoi video. Ho appena acquistato una Volkswagen ID3 versione businnes che mi sarà consegnata a fine febbraio. E’ la mia prima esperienza con un’auto elettrica e ho deciso per il fatto che nella mia abitazione ho in funzione un cogeneratore alimentato a gas metano che produce 5.5 Kw in trifase. Praticamente quando funziona addizionando la corrente di 6Kw del mio contatore ho una disponibilità totale di 11.5 Kw. il cavo giustoCome saprai, a differenza di un impianto fotovoltaico, la produzione elettrica non dipende dal sole, ma dalla richiesta termica dell’abitazione. Per questo nel periodo invernale viene prodotta parecchia energia anche di notte, che cerco di sfruttare al meglio utilizzando nelle ore di funzionamento. Nonostante questo in altri periodi del giorno (o della notte)  capita che non vi è autoconsumo e quindi l’energia se ne va in rete. Ecco l’idea di sfruttare questi orari per “stoccare” l’energia nella  batteria dell’auto e contemporaneamente riscaldare la casa. Vengo al dunque: é necessario l‘acquisto di una wallbox o posso allacciarmi con il cavo in dotazione all’auto direttamente ad una presa di tipo industriale trifase da istallare nel garage? Chiaramente istallata da un tecnico elettricista che valuti il tipo di assorbimento. I migliori saluti. Complimenti per i video. Roberto ZappaRovato (BS)

 

Il cavo giusto: partiamo dalla dotazione della sua ID.3

il cavo giustoRisponde Paolo Mariano. Questo il dubbio di Roberto, che ci chiede: devo procurarmi una wallbox o posso utilizzare il cavo in dotazione all’auto per collegarmi alla presa industriale? La risposta breve è: non può usare il cavo in dotazione. O meglio: può utilizzare il cavo Type 2 in dotazione all’auto, ma per farlo ha bisogno di installare prima una wallbox. Ma andiamo per ordine: ID.3 viene consegnata con due cavi. Il primo è un cavo Mode 2 Schuko, concettualmente simile a un comune cavo alimentatore per notebook (solo un po’ più grande e ovviamente con spina type 2 lato auto). Il secondo è un cavo Type 2, pensato per le ricariche nelle colonnine pubbliche AC o presso wallbox non dotate di cavo Type 2 integrato. Ora, se lei ha a disposizione una presa industriale trifase, e non vuole effettuare ulteriori installazioni, ciò che può fare è collegare a tale presa una stazione di ricarica mobile. Ad esempio come questa sotto.

il cavo giusto

Il nostro suggerimento? Un dispositivo programmabile

il cavo giustoSi tratta di una wallbox a tutti gli effetti, ma portatile e collegabile appunto a una qualsiasi presa industriale. Con la possibilità in più di regolarla manualmente da 32 fino a 6A. Nel suo caso però personalmente opterei per una soluzione un po’ più smart. Visto che la sua necessità è quella di sfruttare i momenti in cui non vi è autoconsumo, installerei piuttosto una wallbox intelligente (ad esempio come questa o questa). Si tratta di dispositivi programmabili in maniera tale da rilevare la quantità di corrente prodotta dal cogeneratore (e non utilizzata altrove). E di utilizzarla per la ricarica dell’auto. In modo esclusivo o prioritario ovviamente a sua scelta e sulla base della produzione, delle sue esigenze di mobilità e dei tempi di permanenza dell’auto nel box.

Apri commenti

2 COMMENTI

  1. Consiglierei anche una verifica dell’impianto di distribuzione interna, è progettato per tenere la somma delle due potenze, per ore?

  2. La soluzione è una wallbox smart in grado di inseguire i consumi ma soprattutto la produzione da fonti alternative come il suo cogeneratore. In questo solo Zappi che ha la possibilità di monitorare più fonti di produzione contemporaneamente può aiutarla e permetterle di caricare anche solo dal cogeneratore senza prelevare niente dalla rete.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome