Home Tecnologia & Industria Il Caterpillar elettrico scava già in Norvegia

Il Caterpillar elettrico scava già in Norvegia

0
CONDIVIDI

Un escavatore elettrico Caterpillar da 26 tonnellate di portata con un pacco-batterie da 300 kWh. Dove? Ma in Norvegia, naturalmente, a Gjelleråsen.

Il cliente è un’azienda di costruzioni che si chiama Veidikke e che pensa di ordinare otto di questi aggeggi, sviluppati in collaborazione con Pon Equipment. L’obiettivo? Migliorare la qualità del lavoro per i propri dipendenti, eliminando il rumore, e rendere più pulita l’aria nei cantieri. Roba da fantascienza, per noi. Ma quasi un’ossessione in Norvegia, paradiso della mobilità elettrica. Ovvio che per far funzionare un giocattolo del genere occorra una bella dotazione in fatto di batterie: 300 kWh sono tre volte la capacità della Tesla Model S più ‘dotata’. Le sole batterie pesano 34 quintali. Ma assicurano l’autonomia per un turno di lavoro di sette ore, finito il quale l’addetto se ne va a casa e l’escavatore se ne va a ricaricare (in altre sette ore). Il motore elettrico di questo Caterpillar ha una potenza di 122 kW, ed è quanto di più silenzioso si possa immaginare. Adottare uno di questi escavatori, secondo Øivind Larsen, responsabile dei cantieri della Veidekke, consente di risparmiare l’emissione di  52 tonnellate di CO2 all’anno. Lo stesso manager ha calcolato che se in Norvegia operassero 2.500 di questi Caterpillar elettrici, il risparmio in termini di emissioni sarebbe lo stesso risultante dall’eliminazione dalle strade di 60 mila auto termiche.

L’articolo è tratto dalla rivista norvegese TEK (qui il link). E leggi anche: Norvegia regina della mobilità elettrica