Home Incentivi Il bollo per le EV? Scaduta l’esenzione, resta lo sconto (75%)

Il bollo per le EV? Scaduta l’esenzione, resta lo sconto (75%)

5
CONDIVIDI

L’esenzione dal bollo per le auto elettriche “non vale in tutta Italia. Altrimenti 1500 euro di bollo per Tesla, oltre al costo dell’auto già elevato“.  Questo ci scrive un lettore, evidentemente poco informato. Ma una vecchia regola del giornalismo ci insegna che nulla deve mai essere dato per scontato. Ecco quindi un brevissimo vademecum sulle norme che regolano il bollo delle auto elettriche, o meglio la tassa di possesso delle autovetture.

L’esenzione dal bollo per cinque anni dopo l’immatricolazione, tanto per iniziare, vale su tutto il territorio nazionale essendo prevista per legge dello Stato, nel quadro del Decreto Presidenziale (DPR) 39/1953. Terminato il periodo di esenzione per legge, ogni Regione può decidere come comportarsi. Due Regioni, Piemonte e Lombardia, prorogano l’agevolazione “a vita”. Quindi un’auto elettrica non pagherà mai la tassa di possesso. Le altre confermano l’incentivazione, ma sotto forma di sconto (generalmente il 75%) sull’importo calcolato sulla base dei parametri o coefficienti vigenti nei rispettivi territori.

Dal sesto anno in poi, quindi, le auto elettriche pagheranno una cifra pari a un quarto di quella richiesta alle auto termiche di pari potenza, espressa in kW sul libretto di circolazione. Per le auto elettriche, bisognerà prendere a riferimento la potenza continua (sempre la più bassa) anziché la potenza di picco. Per le auto elettriche, inoltre, non esiste la soglia dei 100 kW (136 cv) che nelle auto termiche comporta un aumento del coefficiente.

Il coefficiente più elevato è quello applicato in tre Regioni (Abruzzo, Campania e Molise). Equivale a 3,12 euro per ogni KW. Quindi un’auto termica da 100 kW pagherà 312 euro, mentre un’auto elettrica di pari potenza ne pagherà 78. Il coefficiente più basso (1,99 euro per ogni kW) è applicato dalla sola Provincia autonoma di Bolzano. Restando al nostro esempio su una vettura da 100 kW, la termica pagherà 199 euro, l’elettrica 49,74.

Altre 10 Regioni (Basilicata, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Puglia, Sardegna, Siclia, Provincia autonoma di Trento,Umbria e Val d’Aosta) applicano un coefficiente di 2,58 euro per KW. Quindi 258 euro per un’auto termica e 64,5 per un’elettrica. Le restanti regioni si collocano a livelli poco superiori (fra 2,71 e 2,84 euro per kW). Per i dettagli è possibile consultare il sito della Regione di residenza, e le relative tabelle.

Tre le auto elettriche più vendute la Tesla Model S P100D è omologata per una potenza a libretto di 158 kW, la Model 3 LR di 155 kW, la Jaguar i-Pace di 172 kW, la Nissan Leaf di 90 kW, la Renault Zoe di 53 kWI.

Vale ancora la pena di ricordare che i 5 anni di esenzione partono dalla data di prima immatricolazione della vettura, non da quella dell’acquisto come potrebbe intendere l’acquirente di un’auto elettrica usata.

LEGGI ANCHE:  Vuoi comprare un’auto elettrica? Dieci cosa da sapere

5 COMMENTI

  1. Sarà così finché l’immatricolato elettrico sarà in % sotto il 10… tempo 3-4 anni, anche questi bonus verranno meno (e meno male… quando il mercato è maturo, gli incentivi devono sparire)

  2. In Italia cambiano leggi ogni 5 anni…mi ricordo quando il bollo era a cilindrate poi, per avere piccoli bolidi potenti più di un 2000 grazie ai turbo, hanno pensato bene di mettere le potenze per fare i calcoli sul bollo così come lo hanno continuamente aumentato fino a farlo in base alle emissioni inquinanti…in ogni caso ,appena le regioni inizieranno a perdere perché meno auto saranno a carburante, il bollo sarà rientrodotto…questo è una certezza e qualsiasi altra cosa potrà dire un politico adesso non sarebbe altro che il voler continuare ad incentivare …cosi come neanche vedo fattibile i comuni a perdere i ricavi dalle strisce blu.

    • A volte vedo gente che si crede abitare nel paese dei balocchi piuttosto che capire che stiamo in Italia…l’unico posto al mondo dove non è possibile fare calcoli a lungo termine .

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome